Biografie

Juan Gris

Juan Gris
Juan Gris nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia L'arte con lo spirito razionale e scientifico

Juan Gris (il cui nome vero è Josè Victoriano Gonzàlez) nasce il 23 marzo del 1887 a Madrid. Inizia a studiare disegno industriale nella sua città natale tra il 1902 e il 1904, e nello stesso periodo realizza alcune vignette umoristiche per quotidiani locali: un'attività che proseguirà anche quando diventerà un pittore celebre, vista la sua passione per le illustrazioni satiriche. Tra il 1904 e il 1905, poi, Gris ha l'opportunità di studiare pittura insieme con Josè Maria Carbonero, artista accademico che si rivela decisivo per la sua formazione.

Poco dopo, si sposta a Parigi, dove riesce a entrare in contatto con Amedeo Modigliani e altri importanti artisti del tempo come Fernand Leger, Georges Braque e Henri Matisse. Sempre nella capitale francese ha modo di conoscere Pablo Picasso, suo connazionale, di cui diventa amico. La loro affinità non è solo personale, ma anche artistica, come dimostrano già le opere del 1910, che rivelano un interesse palese per il cubismo: interesse che negli anni seguenti si rafforza sempre di più, per poi trasformarsi in uno stile cubista analitico. Basti pensare al ritratto di Picasso realizzato nel 1912, che per altro costituisce una delle opere cubiste più significative realizzata da un pittore diverso da Picasso o Braque.

La maturazione artistica di Juan Gris si verifica nel periodo compreso tra il 1914 e il 1918, quando il pittore iberico si discosta parzialmente dal cubismo analitico per avvicinarsi al cosiddetto cubismo sintetico, rispetto al quale diventa uno dei più interessanti esponenti. Il cubismo dell'artista madrileno, differentemente dalle opere del medesimo arco di tempo di Braque e di Picasso, si fonda su uno spirito razionale e scientifico, che lo conduce verso un intellettualismo piuttosto classicheggiante.

Rimanendo lontano dal monocromatismo, Gris utilizza colori luminosi e contraddistinti da una certa armonia, per cui l'interesse si sposta, nelle zone di colore intenso, dal soggetto alla struttura del dipinto. In altre parole, l'immagine viene sintetizzata e analizzata sulla base di modelli matematici e geometrici: da parte dei critici, è stata notata una certa influenza di Matisse nei suoi confronti.

In questi anni, Gris prosegue il suo studio teorico, continuando la ricerca di nuovi modi (nell'arte cubista) di identificare mediante modelli astratti la realtà, e prendendo parte a numerose conferenze e interventi pubblici. All'inizio degli anni Venti comincia a lavorare per i costumi e le scenografie dei "Balletti Russi", e nello stesso periodo espone i propri dipinti in occasione di mostre tenute a Berlino, Parigi e Dusseldorf.

Juan Gris muore, a soli quaranta anni di età, l'11 maggio 1927 a Boulogne-sur-Seine, a causa di una crisi renale conseguenza di problemi cardiaci. Lascia la moglie Josette, da cui aveva avuto un figlio, Georges.

Gris ha sempre considerato Picasso un suo maestro, e al tempo stesso Picasso ha sempre apprezzato la bravura di Gris. Tra di loro si era instaurato un rapporto di amicizia (così come con Georges Braque) e di solidarietà: il loro sodalizio, tuttavia, era più personale che artistico.

I quadri dell'artista madrileno attualmente possono raggiungere cifre straordinarie: "Violete et guitare", per esempio, nel 2010 è stato venduto per ventotto milioni di dollari.

Citazioni di Juan Gris

3 fotografie

Foto e immagini di Juan Gris

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Juan Gris ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Juan Gris nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

14 biografie

Nati lo stesso giorno di Juan Gris

Alvar Aalto

Alvar Aalto

Architetto finlandese
α 3 febbraio 1898
ω 11 maggio 1976
Bob Marley

Bob Marley

Cantante giamaicano
α 6 febbraio 1945
ω 11 maggio 1981
Douglas Adams

Douglas Adams

Scrittore di fantascienza, sceneggiatore e umorista inglese
α 11 marzo 1952
ω 11 maggio 2001
Henri-Frédéric Amiel

Henri-Frédéric Amiel

Scrittore svizzero
α 27 settembre 1821
ω 11 maggio 1881
Matteo Ricci

Matteo Ricci

Religioso e sinologo italiano
α 6 ottobre 1552
ω 11 maggio 1610
Turi Ferro

Turi Ferro

Attore teatrale siciliano
α 21 gennaio 1921
ω 11 maggio 2001
Padre Pio

Padre Pio

Santo e frate cattolico italiano
α 25 maggio 1887
ω 23 settembre 1968
Le Corbusier

Le Corbusier

Architetto svizzero
α 6 ottobre 1887
ω 27 agosto 1965
Achille Lauro

Achille Lauro

Armatore, politico e dirigente sportivo italiano
α 16 giugno 1887
ω 15 novembre 1982
Anselmo Bucci

Anselmo Bucci

Incisore e pittore italiano
α 25 maggio 1887
ω 19 novembre 1955
Erwin Schrödinger

Erwin Schrödinger

Matematico e fisico austriaco, premio Nobel
α 12 agosto 1887
ω 4 gennaio 1961
Giovanni Gronchi

Giovanni Gronchi

Terzo Presidente della Repubblica Italiana
α 10 settembre 1887
ω 17 ottobre 1978
Marc Chagall

Marc Chagall

Pittore bielorusso di origine ebraica
α 7 luglio 1887
ω 28 marzo 1985
Marcel Duchamp

Marcel Duchamp

Artista francese
α 28 luglio 1887
ω 2 ottobre 1968
Paavo Nurmi

Paavo Nurmi

Atleta finlandese, leggenda olimpica
α 13 giugno 1887
ω 2 ottobre 1973
Vincenzo Cardarelli

Vincenzo Cardarelli

Poeta italiano
α 1 maggio 1887
ω 18 giugno 1959
Giuseppe Moscati

Giuseppe Moscati

Medico italiano e Santo cattolico
α 25 luglio 1880
ω 12 aprile 1927
Jerome Klapka Jerome

Jerome Klapka Jerome

Scrittore inglese
α 2 maggio 1859
ω 14 giugno 1927
Luigi Luzzatti

Luigi Luzzatti

Giurista, economista e politico italiano
α 1 marzo 1841
ω 29 marzo 1927
Matilde Serao

Matilde Serao

Giornalista e scrittrice italiana
α 7 marzo 1856
ω 25 luglio 1927