Biografie

Manlio Sgalambro

Manlio Sgalambro
Manlio Sgalambro nelle opere letterarie Discografia

Biografia Note di filosofia

Manlio Sgalambro nasce a Lentini (Siracusa), il 9 dicembre del 1924. Filosofo e autore italiano molto apprezzato anche all'estero, punto di riferimento per anni della nota casa editrice Adelphi, dal 1994, dopo l'incontro con Franco Battiato, si è affacciato con ottimi riscontri anche nel mondo della musica, scrivendo e componendo per il famoso cantautore oltre che per altri artisti importanti del panorama nazionale. Il risultato di questa apertura al mondo canoro è un disco interamente a suo nome.

Tra i suoi interessi c'è sin dalla giovane età quello per la scienza filosofica. L'amore per i testi di Hegel e Heidegger sboccia subito e si mescola ad altre letture filosofiche, che il giovane Manlio coltiva nel periodo scolastico, per poi incrementarlo durante gli anni universitari.

Nel 1945, prende parte alla rivista di Catania "Prisma", sotto la direzione di Leonardo Grassi. La sua prima pubblicazione si intitola "Paralipomeni all'irrazionalismo". Due anni dopo, nel 1947, si iscrive all'Ateneo di Catania. Tuttavia, avendo già raggiunto un buon livello di studi in modo autonomo per quanto concerne l'ambito filosofico, decide di arricchirsi con gli studi giuridici, frequentando i corsi di giurisprudenza. Al contempo però, e in modo più che assiduo, prosegue in modo indipendente ad ampliare il suo sapere filosofico, accostandolo all'interesse crescente per il diritto penale.

La formazione accademica dura quasi un decennio e vede Sgalambro progredire sempre di più nelle proprie acquisizioni. Comincia però a farsi impellente il desiderio di farsi strada mediante le proprie opere e già nel 1959 il giovane e precoce filosofo pubblica il saggio "Crepuscolo e notte", che viene pubblicato sul periodico culturale "Incidenze", foglio di spicco fondato da Antonio Corsano e che ha il merito di aver aperto le porte della pubblicistica al filosofo di Lentini.

Più o meno nello stesso periodo prende parte come collaboratore alle pubblicazioni della celebre rivista romana "Tempo presente", a quei tempi diretta dalla prestigiosa coppia di intellettuali formata da Ignazio Silone e Nicola Chiaramonte. Scrive per tutti gli anni '60 sul foglio romano, pubblicando interventi filosofici e critici di varia natura, insieme con saggi di pregevole fattura e articoli culturali. Dopo aver conosciuto Sebastiano Addamo, continua i suoi interventi per "Incidenze", arricchendo la rivesta sempre di più e contribuendo alla sua rapida diffusione.

Se fino a questi anni riesce a mantenersi pubblicando e gestendo l'agrumeto di famiglia, ereditato alla morte del padre, dal 1963, anno in cui si sposa all'età di 39 anni, Manlio Sgalambro deve per forza di cose integrare le proprie finanze con altre attività. Così comincia a compilare tesi di laurea e insegna come supplente nelle scuole.

Il 1982 è un anno importante per lui, in quanto segna l'inizio della sua vera e propria attività di autore di filosofia. In realtà l'invio di un corpus unico contenente tutti suoi scritti, e contenente un proprio pensiero filosofico preciso, risale a qualche anno prima, quando decide di mandare alla casa Adelphi una risma di fogli che si intitola "La morte del sole". Quando si decide per questo passo, Sgalambro ha 55 anni e ad accompagnare il volume c'è un biglietto di due righe soltanto. Solo sei anni dopo, nel 1988, il suo primo libro viene già tradotto in tedesco, presso una casa specializzata di Monaco.

Nel 1987 è la volta del "Trattato dell'empietà", altro punto importante del filosofo di Lentini, che trova spazio sempre nelle pagine di Adelphi. Da questo momento è un susseguirsi di apprezzate pubblicazioni, per varie case editrici italiane, come il libro "Del metodo ipocondriaco", "Anatol", entrambi del 1990, e "Del pensare breve" e "Dialogo teologico", tutti e due per Adelphi e pubblicati nel 1991 e nel 1993. Quest'ultimo lavoro viene anche tradotto in francese.

Nel 1994, quando scrive "Contro la musica" e "Dell'indifferenza in materia di società", avviene anche l'incontro più importante dell'ultima parte di esistenza del filosofo Sgalambro, quello con il famoso cantante Franco Battiato. L'occasione del loro incontro è data dalla scrittura, da parte del filosofo, del libretto dell'opera lirica "Il Cavaliere dell'Intelletto", pubblicato da Sonzogno, nel 1995. Le rappresentazioni si moltiplicano sin da subito nei teatri, con rappresentazioni in tutta Italia. Da quel momento Manlio Sgalambro diventa a tutti gli effetti il punto di riferimento di Battiato, firmando per lui i testi degli album "L'ombrello e la macchina da cucire" e "L'imboscata", rispettivamente del 1995 e del 1996.

L'anno dopo Sgalambro è autore unico della commedia "gli Schopenhauer", che debutta a Catania e ha per regista, ancora una volta, il suo compagno di viaggio Franco Battiato. Nel 1998 poi l'autore torna tra gli scaffali delle librerie con un'opera di stampo filosofico, per quanto atipica per certi versi, dal titolo "Nietzsche (Frammenti di una biografia per versi e voce)". A questo lavoro seguono "Il trattato dell'età" e, nel giugno del 2000 l'opera "Campi magnetici", di Battiato, nella quale il filosofo di Lentini figura come interprete delle musiche.

Il 2001 segna l'esordio in tour di Sgalambro, sempre al fianco di Franco Battiato, in occasione del "Ferro Battuto Tour", dall'album omonimo. Sempre nello stesso anno il filosofo reinterpreta grandi e vecchie ballate del '900, in un divertissement che si chiama "Fun Club", album prodotto anche dal suo cantautore. È, in pratica, il suo debutto discografico da solista.

Dopo "De mundo pessimo", scritto nel 2002, Sgalambro fa parlare di sé nel corso del 2005 per alcune interviste non proprio ortodosse, nelle quali si lascia andare a certe dichiarazioni su mafia e su alcuni personaggi dell'antimafia, come Sciascia e Fava, a dir poco azzardate, per giunta molto criticate non solo dal pubblico.

È del 2010 la sua ultima opera di rilievo, dal titolo "L'impiegato di filosofia", l'ennesimo divertissement dall'afflato giocoso e dissacrante. Manlio Sgalambro muore a Catania il 6 marzo 2014 all'età di 89 anni.

Frasi di Manlio Sgalambro

3 fotografie

Foto e immagini di Manlio Sgalambro

Loading...

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Manlio Sgalambro ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Manlio Sgalambro nelle opere letterarie Discografia

12 biografie

Nati lo stesso giorno di Manlio Sgalambro

Davy Crockett

Davy Crockett

Militare, cacciatore, avventuriero ed eroe popolare del Far West statunitense
α 17 agosto 1786
ω 6 marzo 1836
Jean Baudrillard

Jean Baudrillard

Filosofo e sociologo francese
α 20 giugno 1929
ω 6 marzo 2007
Louisa May Alcott

Louisa May Alcott

Scrittrice statunitense
α 29 novembre 1832
ω 6 marzo 1888
Alberto Manzi

Alberto Manzi

Insegnante italiano
α 3 novembre 1924
ω 4 dicembre 1997
Antonio Maccanico

Antonio Maccanico

Politico italiano
α 4 agosto 1924
ω 23 aprile 2013
Benny Hill

Benny Hill

Comico inglese
α 21 gennaio 1924
ω 20 aprile 1992
Charles Aznavour

Charles Aznavour

Cantautore e attore francese
α 22 maggio 1924
Charlton Heston

Charlton Heston

Attore statunitense
α 4 ottobre 1924
ω 5 aprile 2008
Christopher Tolkien

Christopher Tolkien

Scrittore inglese
α 21 novembre 1924
Corrado Mantoni

Corrado Mantoni

Conduttore TV italiano
α 2 agosto 1924
ω 8 giugno 1999
Doris Day

Doris Day

Attrice e cantante statunitense
α 3 aprile 1924
Ed Wood

Ed Wood

Regista e attore statunitense
α 10 ottobre 1924
ω 10 dicembre 1978
Eugenio Scalfari

Eugenio Scalfari

Giornalista e scrittore italiano
α 6 aprile 1924
Franco Basaglia

Franco Basaglia

Psichiatra e neurologo italiano
α 11 marzo 1924
ω 29 agosto 1980
George Brecht

George Brecht

Artista statunitense
α 7 marzo 1924
ω 5 dicembre 2008
George H.W. Bush

George H.W. Bush

41° Presidente degli Stati Uniti d'America
α 12 giugno 1924
Giovanni Sartori

Giovanni Sartori

Politologo italiano
α 13 maggio 1924
ω 4 aprile 2017
Jimmy Carter

Jimmy Carter

39° Presidente degli Stati Uniti d'America, Premio Nobel
α 1 ottobre 1924
Lauren Bacall

Lauren Bacall

Attrice statunitense
α 16 settembre 1924
ω 13 agosto 2014
Leo Buscaglia

Leo Buscaglia

Scrittore e docente statunitense
α 31 marzo 1924
ω 12 giugno 1998
Marcello Mastroianni

Marcello Mastroianni

Attore italiano
α 28 settembre 1924
ω 19 dicembre 1996
Marlon Brando

Marlon Brando

Attore statunitense
α 3 aprile 1924
ω 2 luglio 2004
Mike Bongiorno

Mike Bongiorno

Conduttore TV italiano
α 26 maggio 1924
ω 8 settembre 2009
Paul K. Feyerabend

Paul K. Feyerabend

Filosofo della scienza austriaco
α 13 gennaio 1924
ω 11 febbraio 1994
Rosamunde Pilcher

Rosamunde Pilcher

Scrittrice inglese
α 22 settembre 1924
Sergio Anselmi

Sergio Anselmi

Scrittore e storico italiano
α 11 novembre 1924
ω 7 novembre 2003
Sidney Lumet

Sidney Lumet

Regista cinematografico statunitense
α 25 giugno 1924
ω 9 aprile 2011
Truman Capote

Truman Capote

Scrittore e sceneggiatore statunitense
α 30 settembre 1924
ω 25 agosto 1984
Walter Chiari

Walter Chiari

Attore italiano
α 8 marzo 1924
ω 20 dicembre 1991
Mango

Mango

Cantautore italiano
α 6 novembre 1954
ω 7 dicembre 2014
Alfredo Di Stefano

Alfredo Di Stefano

Calciatore argentino e spagnolo
α 4 luglio 1926
ω 7 luglio 2014
Ariel Sharon

Ariel Sharon

Leader politico israeliano
α 27 febbraio 1928
ω 11 gennaio 2014
Cesare Segre

Cesare Segre

Filologo, semiologo e critico letterario italiano
α 4 aprile 1928
ω 16 marzo 2014
Claudio Abbado

Claudio Abbado

Direttore d'orchestra italiano
α 26 giugno 1933
ω 20 gennaio 2014
Eli Wallach

Eli Wallach

Attore statunitense
α 7 dicembre 1915
ω 24 giugno 2014
Gabriel Garcia Marquez

Gabriel Garcia Marquez

Scrittore colombiano
α 6 marzo 1927
ω 17 aprile 2014
Giorgio Faletti

Giorgio Faletti

Artista e scrittore italiano
α 25 novembre 1950
ω 4 luglio 2014
Joe Cocker

Joe Cocker

Cantante inglese
α 20 maggio 1944
ω 22 dicembre 2014
Lauren Bacall

Lauren Bacall

Attrice statunitense
α 16 settembre 1924
ω 13 agosto 2014
Lorin Maazel

Lorin Maazel

Direttore d'orchestra statunitense
α 6 marzo 1930
ω 13 luglio 2014
Louis Zamperini

Louis Zamperini

Atleta, militare ed eroe di guerra statunitense
α 26 gennaio 1917
ω 2 luglio 2014
Magda Olivero

Magda Olivero

Cantante lirica italiana, soprano
α 25 marzo 1910
ω 8 settembre 2014
Maria Luisa Spaziani

Maria Luisa Spaziani

Poetessa italiana
α 7 dicembre 1922
ω 30 giugno 2014
Nadine Gordimer

Nadine Gordimer

Scrittrice sudafricana, premio Nobel
α 20 novembre 1923
ω 13 luglio 2014
Paolo Salvati

Paolo Salvati

Pittore e artista italiano
α 22 febbraio 1939
ω 24 giugno 2014
Philip Seymour Hoffman

Philip Seymour Hoffman

Attore statunitense
α 23 luglio 1967
ω 2 febbraio 2014
Robin Williams

Robin Williams

Attore statunitense
α 21 luglio 1951
ω 11 agosto 2014
Rubin Carter

Rubin Carter

Ex pugile statunitense
α 6 maggio 1937
ω 20 aprile 2014
Virna Lisi

Virna Lisi

Attrice italiana
α 8 novembre 1936
ω 18 dicembre 2014
Vujadin Boskov

Vujadin Boskov

Ex calciatore e allenatore serbo
α 16 maggio 1931
ω 27 aprile 2014