Biografie

Marcello Dudovich

Marcello Dudovich
Marcello Dudovich nelle opere letterarie

Biografia L'arte di manifestare

Cartellonista, illustratore, decoratore e pittore Marcello Dudovich nasce il 21 marzo 1878 a Trieste e si forma nel clima artistico triestino e mitteleuropeo. Dopo aver frequentato le scuole "Reali" ed essere stato introdotto dal cugino Guido Grimani negli ambienti artistici della sua città natale, si trasferisce attorno al 1898 a Milano (luogo deputato allo sviluppo dell'istruzione professionale, dell'arte applicata all'industria e quindi della moderna pubblicità), dove viene assunto alle Officine Ricordi come litografo, dal conterraneo e all'epoca già affermato cartellonista Leopoldo Metlicovitz. Questi avverte l'eccezionale talento del giovane cui affida, oltre al lavoro di cromista, quello di pittore incaricandolo di eseguire dei bozzetti.

Nel 1899 il litografo Edmondo Chappuis lo invita a Bologna dove inizia a produrre cartelloni pubblicitari e, in seguito, copertine, illustrazioni e schizzi per varie riviste - tra cui "Italia Ride" (1900) - ed è tra i fondatori di "Fantasio" (1902), svelando un altro aspetto della sua poliedrica personalità artistica.

Nel capoluogo emiliano conosce la sua futura moglie, Elisa Bucchi.

Nel 1900 è premiato all'Esposizione Universale di Parigi con la medaglia d'oro e negli anni successivi collabora alle illustrazioni degli albi strenna di "Novissima" (Milano e Roma, 1901-1913) e dal 1906 a "Il Giornalino della Domenica" di Firenze. Tra gli altri periodici che recano la sua firma ricordiamo "Varietas", "Ars et Labor", "Secolo XX" (Milano, 1907-1933) e le copertine a colori de "La Lettura" e "Rapiditas".

Dopo una breve parentesi genovese, nel 1905 è nuovamente a Milano presso le Officine Grafiche Ricordi ove continua la produzione di manifesti, tra i quali restano famosi quelli per i magazzini Mele di Napoli (1907-1914) e per Borsalino, premiato nel 1911.

Nel 1906 vince il concorso per il manifesto celebrativo del Traforo del Sempione, che però non verrà mai dato alle stampe.

Nel 1911 è chiamato a Monaco di Baviera dove sostituisce Reznicek come disegnatore nella redazione di "Simplicissimus" per illustrare la moda e la mondanità. Resta fino al 1914 nella città bavarese (dove sposa Elisa Bucchi e nasce la figlia Adriana) pur proseguendo l'attività per Ricordi e viaggiando per la Francia e l'Europa cercando spunti per le sue tavole.

Questa felice stagione si interrompe con lo scoppio della prima guerra mondiale; Dudovich collabora ai fascicoli antiaustriaci "Gli Unni... e gli altri!" (1915), di G. Antona Traversi, a "Pasquino", a "Satana Beffa" (1919) e quindi a "Illustrazione Italiana" (1922).

Tra il 1917 e il 1919 lavora a Torino per varie aziende (Fiat, Alfa Romeo, Pirelli, Carpano e Assicurazioni Generali) producendo anche molti cartelloni per il cinema.

Tra il 1920 e il 1929 realizza i manifesti per "La Rinascente" di Milano, stampati dalle Officine d'Arti Grafiche Gabriele Chiattone, e nel 1922 diventa direttore artistico dell'Igap. Nel 1920 e 1922 partecipa anche alla Biennale di Venezia. Nel 1930 esegue il famoso manifesto per i copertoni Pirelli. Nel 1925 è presente a Monza alla II Biennale di Arti Decorative e a Parigi all'Esposizione Internazionale delle Arti Decorative e Industriali Moderne, dove espone cartelloni eseguiti per Chappuis nella sezione italiana di "Arte della via", meritando la medaglia d'oro.

Dalla fine degli anni '20 prevale l'attività di illustratore dove Dudovich accoglie alcuni assunti novecentisti nella resa delle masse con un accennato chiaroscuro, pur senza abbandonare la tradizionale eleganza del suo segno grafico.

Negli anni '30 collabora a "Dea" (1933), a "Mammina" (1937), a "Le Grandi Firme" e a "Il Milione" (1938). Tra il 1931 e il 1932 realizza la decorazione a fresco della sala mensa del Ministero dell'Aeronautica a Roma.

Nel 1936 e nel 1937 soggiorna in Libia, dove torna nel 1951.

Nel 1945 muore la moglie.

Marcello Dudovich muore a causa di un emorragia cerebrale il 31 marzo 1962 a Milano.

(Fotografia: 'Autoritratto a tempera', Archivio Dudovich di Milano,

www.marcellodudovich.it)

Aforismi di Marcello Dudovich

3 fotografie

Foto e immagini di Marcello Dudovich

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Marcello Dudovich ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Marcello Dudovich nelle opere letterarie

11 biografie

Nati lo stesso giorno di Marcello Dudovich

Alberto Sughi

Alberto Sughi

Pittore italiano
α 5 ottobre 1928
ω 31 marzo 2012
Charlotte Brontë

Charlotte Brontë

Scrittrice inglese
α 21 aprile 1816
ω 31 marzo 1855
Francesco I di Valois

Francesco I di Valois

Monarca francese
α 12 settembre 1494
ω 31 marzo 1547
Giuseppe Giusti

Giuseppe Giusti

Scrittore e poeta italiano
α 12 maggio 1809
ω 31 marzo 1850
Isaac Newton

Isaac Newton

Fisico e matematico inglese
α 4 gennaio 1643
ω 31 marzo 1727
Ivan I di Russia

Ivan I di Russia

Monarca russo
α Anno 1288
ω 31 marzo 1340
Jesse Owens

Jesse Owens

Atleta statunitense
α 12 settembre 1913
ω 31 marzo 1980
John Constable

John Constable

Pittore inglese
α 11 giugno 1776
ω 31 marzo 1837
Elizabeth Arden

Elizabeth Arden

Imprenditrice canadese
α 31 dicembre 1878
ω 19 ottobre 1966
Kazimir Malevich

Kazimir Malevich

Pittore russo
α 26 febbraio 1878
ω 15 maggio 1935
Martin Buber

Martin Buber

Filosofo austriaco
α 8 febbraio 1878
ω 13 giugno 1965
Pancho Villa

Pancho Villa

Rivoluzionario e guerrigliero messicano
α 5 giugno 1878
ω 20 luglio 1923
Adolf Eichmann

Adolf Eichmann

Gerarca nazista
α 19 marzo 1906
ω 31 maggio 1962
Alberto Bergamini

Alberto Bergamini

Giornalista e politico italiano
α 1 giugno 1871
ω 22 dicembre 1962
Edward Estlin Cummings

Edward Estlin Cummings

Poeta, scrittore e drammaturgo statunitense
α 14 ottobre 1894
ω 3 settembre 1962
Eleanor Roosevelt

Eleanor Roosevelt

First lady statunitense
α 11 ottobre 1884
ω 7 novembre 1962
Enrico Mattei

Enrico Mattei

Industriale italiano, fondatore dell'Eni
α 29 aprile 1906
ω 27 ottobre 1962
Gaston Bachelard

Gaston Bachelard

Filosofo ed epistemologo francese
α 27 giugno 1884
ω 6 ottobre 1962
Georges Bataille

Georges Bataille

Scrittore francese
α 10 settembre 1897
ω 8 luglio 1962
Hermann Hesse

Hermann Hesse

Scrittore tedesco, premio Nobel
α 2 luglio 1877
ω 9 agosto 1962
Karen Blixen

Karen Blixen

Scrittrice e pittrice danese
α 17 aprile 1885
ω 7 settembre 1962
Marilyn Monroe

Marilyn Monroe

Attrice statunitense
α 1 giugno 1926
ω 5 agosto 1962
Niels Bohr

Niels Bohr

Fisico danese, premio Nobel
α 7 ottobre 1885
ω 18 novembre 1962
William Faulkner

William Faulkner

Scrittore statunitense, premio Nobel
α 25 settembre 1897
ω 6 luglio 1962