Chiara Lubich

Chiara Lubich

Chiara Lubich

Chiara Lubich nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia

Il vero nome di Chiara Lubich è Silvia Lubich. Nasce a Trento il 22 gennaio 1920. E' stata saggista e docente, fondatrice del Movimento dei Focolari, che ha come obiettivo l'unità tra i popoli e la fraternità universale. Di fede cattolica, Chiara Lubich è considerata una figura simbolica e rappresentativa del dialogo ecumenico tra religioni e culture. Grazie alla ispirazione evangelica che l'ha accompagnata e contraddistinta per tutta la sua vita è ricordata storicamente come una figura importante della spiritualità contemporanea, annoverata fra i maestri e mistici. Il suo carisma, la sua energia, la sua spiritualità, insieme al suo pensiero e alla sua opera sono testimonianze concrete che rimangono di lei.

Chiara Lubich

Chiara Lubich

Il suo impegno nel costruire ponti di pace e di unità tra le persone, le culture, le generazioni, e i ceti sociali sono stati per lei una costante di vita: a riconoscimento della sua opera l'Unesco nel 1996 ha conferito a Chiara Lubich il Premio per l'Educazione alla pace; il Consiglio d'Europa l'ha insignita nel 1998 del Premio Diritti Umani.

All'inizio del 2021 la Rai ha mandato in onda un film tv biografico sulla sua vita, intitolato "Chiara Lubich. L'amore vince tutto", firmato dal regista Giacomo Campiotti e interpretata da Cristiana Capotondi.

Chiara Lubich: infanzia e studi

Seconda di quattro figli, la madre Luigia Marinconz è fervente cattolica mentre il padre Luigi Lubich è socialista e convinto antifascista. Battezzata come Silvia, assume il nome di Chiara quando entra nel Terz'Ordine Francescano, oggi chiamato Ordine francescano secolare. Il padre è tipografo al quotidiano dei socialisti trentini Il Popolo diretto da Cesare Battisti. Dopo la soppressione del giornale da parte del regime fascista, apre un'attività di esportazione di vini italiani in Germania. La grande depressione economica del 1929 lo costringe a chiudere. Rifiuta la tessera del Partito Nazionale Fascista ed è costretto a lavori saltuari. La famiglia per anni vive di stenti. Per contribuire al bilancio familiare, sin da giovanissima, Silvia dà lezioni private. Educata dalla madre alla fede cristiana, dal padre, dal fratello Gino e dalla vita di povertà, eredita una spiccata sensibilità sociale. Educata dalla madre alla fede cristiana, a 15 anni entra nelle file dell'Azione Cattolica all'interno della quale diviene presto dirigente giovanile diocesana.

Chiara Lubich giovane

Frequenta le scuole magistrali e si appassiona alla filosofia. Appena diplomata, sogna di accedere all'Università Cattolica di Milano. Per un punto non vince il concorso per una borsa di studio. Appena diplomata si dedica all'insegnamento in scuole elementari delle valli del Trentino (1938-39) e poi a Cognola (Trento) nella scuola dell'orfanotrofio gestito dai Frati Minori Cappuccini (1940-1943). Nell'autunno 1943 lascia l'insegnamento e si iscrive Università Ca' Foscari di Venezia, continuando a dare lezioni private. Interrompe però gli studi a causa della guerra.

Gli anni della guerra

Nell'autunno del 1942 su invito del frate minore cappuccino Casimiro Bonetti Silvia entra nel Terz'Ordine francescano con l'obiettivo di rianimarlo e ringiovanirlo. Attirata dalla scelta radicale di Dio di Santa Chiara d'Assisi, prende il suo nome. Vive così un periodo di nuova esperienza spirituale.

Il 2 settembre 1943 un primo bombardamento delle forze anglo-americane coglie di sorpresa Trento sino ad allora risparmiata dalla guerra. Nei giorni seguenti il territorio viene occupato dalle forze naziste. Nel frattempo il fratello Gino Lubich entra tra le file partigiane comuniste che combattono il regime nazifascista. Nell'estate del 1944 viene arrestato e torturato.

La nascita del Movimento dei Focolari

Alla fine di novembre del 1943 la vocazione di Chiara Lubich è scossa da una decisa chiamata interiore che la porta a scegliere Dio come unico ideale della sua vita. Il 7 dicembre, nella cappella del collegio dei Frati Minori Cappuccini, fa voto di castità. Questo atto è l'inizio di una nuova opera: il Movimento dei Focolari.

Nei rifugi antiaerei ad ogni allarme si ritrova con le sue prime compagne, che la seguono nella sua missione spirituale: il movimento segue il Vangelo. Il gruppo guidato da Chiara è spinto a metterlo subito in pratica. Le parole del Vangelo diventano un codice di vita.

Quando cominciamo a vivere il Vangelo. Dapprima siamo trasportati anche dall'entusiasmo, oltre che dalla convinzione, in questa rivoluzione che il Vangelo propone. Ma a un dato momento il Signore, attraverso un discorso o uno scritto o un colloquio, ci fa capire quale sia la condizione indispensabile perché la scelta di Dio come ideale sia autentica. Ci viene parlato allora del dolore, della croce, di Gesù crocifisso e abbandonato.

Chiara Lubich

Gli anni successivi alla guerra

L'azione di Chiara Lubich è capillare ed organizzata: il suo programma ha l'obiettivo di risolvere il problema sociale di Trento, colpita dalla guerra. Nel 1947 prende forma il piano "Fraternità in atto". Nel febbraio 1948 in un editoriale firmato Silvia Lubich apparso su L'Amico Serafico, il periodico dei Padri Cappuccini, lancia la comunione dei beni sull'esempio dei primi cristiani oltre la piccola cerchia che le gravitava attorno. Dopo pochi mesi sono 500 le persone coinvolte in questa comunione spontanea di beni materiali e spirituali.

Ed è proprio la sfera spirituale che fa nascere una nuova corrente: questa nuova spiritualità assumer la definizione di "spiritualità dell'unità" o "di comunione". Chiara esprime e approfondisce questi principi nei suoi scritti e nella continua sua animazione del Movimento dei Focolari.

Nell'autunno 1948 un giovane operaio, Marco Tecilla, e un commerciante, Livio Fauri, decidono di seguire la strada disegnata dalla filosofia di Chiara: danno così inizio al primo focolare maschile. Nel 1953, il "focolare" acquista una nuova forma, quando diventano parte integrante anche persone sposate, primo fra tutti, Igino Giordani.

L'incontro di Chiara Lubich con Igino Giordani e Pasquale Foresi

Varie circostanze portano Chiara a trasferirsi da Trento a Roma. Il 17 settembre 1948 incontra nella sede del Parlamento italiano Igino Giordani. Egli è deputato, scrittore, giornalista, pioniere dell'ecumenismo, padre di quattro figli. Studioso ed esperto della storia della Chiesa, coglie in Chiara e nel suo pensiero una novità: decide così di seguirla. Igino Giordani diventa un sostegno a Chiara per il contributo allo sviluppo dell'ecumenismo che professa: lei arriverà a riconoscerlo come un co-fondatore del Movimento dei Focolari.

Prima della fine del 1950 incontra anche un giovane pistoiese, Pasquale Foresi. Questi si è formato in ambienti cattolici ed è travagliato da una profonda ricerca interiore. Diventa in breve uno dei più stretti collaboratori di Chiara: quest'ultima considererà anche Foresi un co-fondatore, assieme a Giordani.

Chiara Lubich

Chiara Lubich

La diffusione del movimento

Nei giorni della sanguinosa rivoluzione ungherese del 1956, Chiara si imbatte a Vienna con un giovanissimo profugo ancora in possesso dell'arma con cui aveva combattuto. Da questo episodio che la pone di fronte alla mancanza di Dio nella società, lancia un appello umanitario a cui rispondono operai e professionisti, medici e contadini, politici e artisti. Nascono così i "volontari di Dio", a cui seguono poi 18 diramazioni. Chiara dà il via a Centri specifici: per la politica, l'economia, la medicina e l'arte. Questi centri anticipano lo sviluppo di un ampio movimento che nel 1968 verrà denominato "Per una Società Nuova", e più tardi: "Umanità Nuova".

Dalle pagine del nascente periodico "GEN" (Generazione nuova) nell'aprile 1967, Chiara lancia "la rivoluzione dell'amore" codificata dal Vangelo, con l'appello: «Giovani di tutto il mondo unitevi». Nasce così il Movimento Gen (Generazione nuova). Nel 1972 Chiara Lubich prevede che l'incontro fra popoli e civiltà del mondo intero «sarà irreversibile» e segnerà «una svolta nell'umanità». In un discorso al V Congresso internazionale del Movimento Gen, indica ai giovani un nuovo modello di uomo: l'Uomo-mondo. Si svilupperà in seguito un più vasto movimento giovanile: Giovani per un mondo unito (1985) e per adolescenti, Ragazzi per l'unità (1984). Nel 1967 prende forma anche il movimento Famiglie Nuove. Il Movimento dei Focolari, dapprima diffusosi in tutta Italia, si fa strada negli altri Paesi d'Europa e oltre. A partire dal 1967 è presente nei cinque continenti.

Chiara Lubich

Chiara Lubich in India nel 2001

Chiara Lubich negli anni 2000

Dopo incessanti anni di lavoro di divulgazione del suo pensiero, di opere ecumeniche e di spiritualità cattolica, nel 2001 compie il suo primo viaggio in India. Il suo dialogo con il mondo diventa interreligioso. Nel 2002, alla Giornata di preghiera per la pace di Assisi, tra le testimonianze ufficiali offerte dai rappresentanti delle varie Chiese e religioni presieduta da Giovanni Paolo II, gli incaricati a intervenire in rappresentanza della Chiesa Cattolica sono Andrea Riccardi e Chiara Lubich.

All'inizio di febbraio 2008 Chiara viene ricoverata al Policlinico Gemelli , a Roma. Durante la degenza, riceve la visita del Patriarca Ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo I e una lettera di Papa Benedetto XVI. Il 13 marzo 2008, non essendovi più nessuna possibilità di intervento da parte dei medici, ottiene di essere dimessa. Chiara Lubich si spegne serenamente il giorno dopo, il 14 marzo 2008, nella sua casa di Rocca di Papa, all'età di 88 anni.

Le esequie vengono celebrate a Roma nella Basilica di San Paolo fuori le mura, pochi giorni dopo: oltre alle migliaia di persone, vi sono numerose personalità civili e religiose, sia della Chiesa cattolica che delle diverse Chiese cristiane, e rappresentanti di altre religioni.

Chiara Lubich

I riconoscimenti ricevuti in vita da Chiara Lubich sono innumerevoli, così come le cittadinanze onorarie, le lauree honoris causa, le biografie scritte.

Il 27 gennaio 2015, nella cattedrale di Frascati, si apre la Causa di beatificazione e canonizzazione di Chiara Lubich. Il messaggio di Papa Francesco sottolinea così le motivazioni:

"far conoscere la vita e le opere di colei che, accogliendo l'invito del Signore, ha acceso per la Chiesa una nuova luce sul cammino verso l'unità".

Frasi di Chiara Lubich

12 fotografie

Foto e immagini di Chiara Lubich

Video Chiara Lubich

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Chiara Lubich nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

15 biografie

Nati lo stesso giorno di Chiara Lubich

Akira Yoshizawa

Akira Yoshizawa

Artista giapponese, maestro dell'origami
α 14 marzo 1911
ω 14 marzo 2005
Giangiacomo Feltrinelli

Giangiacomo Feltrinelli

Editore e attivista italiano
α 19 giugno 1926
ω 14 marzo 1972
Hans Georg Gadamer

Hans Georg Gadamer

Filosofo tedesco
α 11 febbraio 1900
ω 14 marzo 2002
Howard Hathaway Aiken

Howard Hathaway Aiken

Matematico e informatico statunitense
α 9 marzo 1900
ω 14 marzo 1976
Karl Marx

Karl Marx

Filosofo tedesco
α 5 maggio 1818
ω 14 marzo 1883
Roberto Murolo

Roberto Murolo

Cantante napoletano
α 19 gennaio 1912
ω 14 marzo 2003
Stephen Hawking

Stephen Hawking

Matematico e astrofisico inglese
α 8 gennaio 1942
ω 14 marzo 2018
Alberto Sordi

Alberto Sordi

Attore e comico italiano
α 15 giugno 1920
ω 24 febbraio 2003
Amalia Rodrigues

Amalia Rodrigues

Cantante e attrice portoghese
α 23 luglio 1920
ω 6 ottobre 1999
Carlo Alberto Dalla Chiesa

Carlo Alberto Dalla Chiesa

Generale italiano dei Carabinieri, vittima di mafia
α 27 settembre 1920
ω 3 settembre 1982
Carlo Azeglio Ciampi

Carlo Azeglio Ciampi

Decimo Presidente della Repubblica Italiana
α 9 dicembre 1920
ω 16 settembre 2016
Charles Bukowski

Charles Bukowski

Poeta e scrittore statunitense
α 16 agosto 1920
ω 9 marzo 1994
Charlie Parker

Charlie Parker

Sassofonista e jazzista statunitense
α 29 agosto 1920
ω 12 marzo 1955
Enzo Biagi

Enzo Biagi

Giornalista italiano
α 9 agosto 1920
ω 6 novembre 2007
Eric Rohmer

Eric Rohmer

Regista francese
α 4 aprile 1920
ω 11 gennaio 2010
Federico Fellini

Federico Fellini

Regista italiano
α 20 gennaio 1920
ω 31 ottobre 1993
Franca Valeri

Franca Valeri

Attrice italiana
α 31 luglio 1920
ω 9 agosto 2020
Frank Herbert

Frank Herbert

Scrittore statunitense, fantascienza, Dune
α 8 ottobre 1920
ω 11 febbraio 1986
Gesualdo Bufalino

Gesualdo Bufalino

Scrittore italiano
α 15 novembre 1920
ω 14 giugno 1996
Gianni Rodari

Gianni Rodari

Scrittore italiano
α 23 ottobre 1920
ω 14 aprile 1980
Giorgio Bocca

Giorgio Bocca

Giornalista e scrittore italiano
α 28 agosto 1920
ω 25 dicembre 2011
Helmut Newton

Helmut Newton

Fotografo tedesco
α 31 ottobre 1920
ω 23 gennaio 2004
Henry Heimlich

Henry Heimlich

Medico statunitense, noto per la Manovra di Heimlich
α 3 febbraio 1920
ω 17 dicembre 2016
Isaac Asimov

Isaac Asimov

Scrittore e scienziato russo, naturalizzato statunitense
α 2 gennaio 1920
ω 6 aprile 1992
Javier Pérez de Cuéllar

Javier Pérez de Cuéllar

Politico e diplomatico peruviano
α 19 gennaio 1920
ω 4 marzo 2020
Luciano Barca

Luciano Barca

Giornalista, scrittore, partigiano e politico italiano
α 21 novembre 1920
ω 7 novembre 2012
Luigi Maria Verzé

Luigi Maria Verzé

Sacerdote e professore italiano
α 14 marzo 1920
ω 31 dicembre 2011
Mario Puzo

Mario Puzo

Scrittore e sceneggiatore statunitense
α 15 ottobre 1920
ω 2 luglio 1999
Michele Sindona

Michele Sindona

Banchiere e criminale italiano
α 8 maggio 1920
ω 22 marzo 1986
Osvaldo Cavandoli

Osvaldo Cavandoli

Disegnatore, animatore e regista italiano
α 1 gennaio 1920
ω 3 marzo 2007
Papa Giovanni Paolo II

Papa Giovanni Paolo II

Pontefice della Chiesa cattolica polacco
α 18 maggio 1920
ω 2 aprile 2005
Ray Bradbury

Ray Bradbury

Scrittore di fantascienza statunitense
α 22 agosto 1920
ω 5 giugno 2012
Renato Carosone

Renato Carosone

Cantautore italiano
α 3 gennaio 1920
ω 20 maggio 2001
Salvo D'Acquisto

Salvo D'Acquisto

Carabiniere italiano, eroe durante la Seconda guerra mondiale per il suo sacrificio
α 15 ottobre 1920
ω 23 settembre 1943
Saul Bass

Saul Bass

Designer e regista statunitense
α 8 maggio 1920
ω 25 aprile 1996
Tonino Guerra

Tonino Guerra

Poeta, scrittore e sceneggiatore italiano
α 16 marzo 1920
ω 21 marzo 2012
Toshiro Mifune

Toshiro Mifune

Attore giapponese
α 1 aprile 1920
ω 24 dicembre 1997
Walter Matthau

Walter Matthau

Attore statunitense
α 1 ottobre 1920
ω 1 luglio 2000
Aimé Césaire

Aimé Césaire

Poeta, scrittore e politico francese
α 26 giugno 1913
ω 17 aprile 2008
Aleksandr Solgenitsin

Aleksandr Solgenitsin

Scrittore russo, premio Nobel
α 11 dicembre 1918
ω 3 agosto 2008
Andrea Pininfarina

Andrea Pininfarina

Imprenditore ed ingegnere italiano
α 26 giugno 1957
ω 7 agosto 2008
Bettie Page

Bettie Page

Modella, pin-up statunitense
α 22 aprile 1923
ω 12 dicembre 2008
Bobby Fischer

Bobby Fischer

Campione di scacchi statunitense
α 9 marzo 1943
ω 17 gennaio 2008
Charlton Heston

Charlton Heston

Attore statunitense
α 4 ottobre 1924
ω 5 aprile 2008
David Foster Wallace

David Foster Wallace

Scrittore statunitense
α 21 febbraio 1962
ω 12 settembre 2008
Dino Risi

Dino Risi

Regista italiano
α 23 dicembre 1916
ω 7 giugno 2008
George Brecht

George Brecht

Artista statunitense
α 7 marzo 1924
ω 5 dicembre 2008
Gianfranco Funari

Gianfranco Funari

Conduttore TV italiano
α 21 marzo 1932
ω 12 luglio 2008
Giuseppe Di Stefano

Giuseppe Di Stefano

Tenore italiano
α 24 luglio 1921
ω 3 marzo 2008
Harold Pinter

Harold Pinter

Drammaturgo inglese, premio Nobel
α 10 ottobre 1930
ω 24 dicembre 2008
Heath Ledger

Heath Ledger

Attore australiano
α 4 aprile 1979
ω 22 gennaio 2008
Mario Rigoni Stern

Mario Rigoni Stern

Scrittore italiano
α 1 novembre 1921
ω 16 giugno 2008
Michael Crichton

Michael Crichton

Scrittore, regista e sceneggiatore statunitense
α 23 ottobre 1942
ω 4 novembre 2008
Miriam Makeba

Miriam Makeba

Cantante sudafricana
α 4 marzo 1932
ω 9 novembre 2008
Paul Newman

Paul Newman

Attore e regista statunitense
α 26 gennaio 1925
ω 26 settembre 2008
Pietro Cascella

Pietro Cascella

Scultore e pittore italiano
α 2 febbraio 1921
ω 18 maggio 2008
Sydney Pollack

Sydney Pollack

Regista statunitense
α 1 luglio 1934
ω 26 maggio 2008
Yves Saint Laurent

Yves Saint Laurent

Stilista francese
α 1 agosto 1936
ω 1 giugno 2008