Oggi: lunedì 21 aprile 2014 » S. Corrado
Giorno per giorno i profili di miti e personaggi famosi che si sono meritati un posto nella storia

Saul Bass

Commenta

Saul Bass nasce l'8 maggio del 1920 nel quartiere del Bronx di New York, figlio di un pellicciaio emigrato. Conquistata, nel 1938, la borsa di studio presso l'Art Students College con sede a Manhattan, diventa assistente al dipartimento artistico alla "Warner Bros", nella sede della Grande Mela. Nel 1944, anno in cui collabora con Blaine Thompson, agenzia pubblicitaria, si immatricola al Brooklyn College: tra i suoi insegnanti c'è Gyorgy Kepes, famoso designer grafico di origini ungheresi, allievo di Laszlo Moholy-Nagy, che fa sì che Saul possa avvicinarsi alle opere del Bauhaus e al Costruttivismo.

Più tardi Saul Bass intraprende un percorso di apprendistato in diversi studi di design di New York, prima di essere nominato art director della "Buchanan & Co.", agenzia pubblicitaria della California.

È il 1946: Bass si trasferisce a Los Angeles, dove sei anni più tardi aprirà il suo studio, denominato "Saul Bass & Associates". È a lui che si rivolge il regista Otto Preminger nel 1954 per commissionargli la realizzazione del poster del film "Carmen Jones": la produzione di Saul lo entusiasma a tal punto che a Bass vengono affidati anche i titoli di testa della pellicola. Quella con Preminger è solo la prima di una lunga serie di collaborazioni nel mondo del cinema: per Billy Wilder crea i titoli di testa del celeberrimo "Quando la moglie è in vacanza", film del 1955 con Marilyn Monroe; nello stesso anno collabora con Robert Aldrich per la pellicola "Il grande coltello" e ancora con Preminger per il film che lo farà conoscere in tutto il mondo, "L'uomo dal braccio d'oro".

L'anno successivo accoglie nel suo studio Elaine Makatura, destinata a diventare sua moglie, mentre nel 1959 si occupa della sequenza introduttiva di "Anatomia di un omicidio", opera tra le più famose di Otto Preminger. Si tratta della sagoma di un cadavere (richiamata dal cartellone della pellicola, disegnato sempre da Saul Bass) suddivisa in più parti, che solo per un istante rimane intera prima che i diversi pezzi che la costituiscono comincino a scivolare fuori e dentro lo schermo in maniera indipendente, sulla base della colonna sonora scritta dal jazzista Duke Ellington.

E' così che Bass viene chiamato dai più grandi maestri del grande schermo, affascinati dalla sua capacità di riassumere e compendiare in pochi minuti un film intero: è il caso di Alfred Hitchcock, che dopo averlo chiamato per "La donna che visse due volte" (nel 1958) gli commissiona anche le sequenze introduttive di "Intrigo Internazionale" e "Psyco". Ma anche Stanley Kubrick rimane attratto dalle sue capacità, al punto da pretendere la sua collaborazione per i titoli e la realizzazione di alcune scene di massa di "Spartacus" (uscito nel 1960) e per un poster di "Shining".

Siamo già nel 1980: nel frattempo, Saul Bass si era dedicato in prima persona alla regia, dirigendo il film fantascientifico "Fase IV: distruzione Terra", che pur venendo apprezzato dalla critica non aveva riscosso un buon successo al botteghino. Visto il fallimento dietro la macchina da presa, quindi, il designer newyorchese ritorna alla sua vecchia attività, dedicandosi al design grafico commerciale e collaborando con Minolta, Bell, United Airlines e At&T per la creazione di numerose brand images.

In seguito a una fase di stanca, Bass torna al cinema (oltre che come regista del cortometraggio "Quest") operando per le sequenze introduttive di "Dentro la notizia", nel 1987, e "Big", l'anno successivo. A partire dall'inizio degli anni Novanta intraprende un legame professionale di alto livello con Martin Scorsese, che gli affida i titoli di testa di "Quei bravi ragazzi" nel 1990, il poster di "Cape Fear - Il promontorio della paura" nel 1991, e i titoli di testa de "L'età dell'innocenza" e "Casinò". Nel frattempo, Bass realizza anche i poster pubblicitari relativi alle cerimonie degli Oscar, e crea il poster del film di Steven Spielberg "Schindler's List".

Saul Bass muore a Los Angeles (California) il 25 aprile del 1996, all'età di 75 anni.

Ultimo aggiornamento: 08/05/2013
Altre frasi di Saul Bass Foto di Saul Bass

Accadde oggi

21 aprile 1509
Enrico VIII viene proclamato Re d'Inghilterra.
Leggi la biografia:
Enrico VIII Tudor

Ha detto:

«Il vero amore è come una finestra illuminata in una notte buia. Il vero amore è una quiete accesa.»
Giuseppe_Ungaretti
Testo di Stefano Moraschini