Biografie

Allen Ginsberg

Allen Ginsberg
Allen Ginsberg nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia Beato beat

Allen Ginsberg nasce il 3 giugno 1926 a Newark nel New Jersey, oggi ormai a tutti gli effetti un sobborgo di New York. La sua infanzia è privilegiata essendo il primogenito di una ricca coppia della borghesia ebraica. Il padre è un affermato docente di letteratura mentre la madre, di origine russa, è un'impegnata attivista filocomunista, usa a portare il figlio con sé alle riunioni di partito. Questo tipo di vissuto segna Allen non poco e anzi gli offre una prospettiva politica attraverso la quale guarderà il mondo. Dal punto di vista delle inclinazioni, il piccolo Allen mostra di interessarsi alla sorte degli operai e della classe sfruttata di tutto il mondo, per aiutare la quale sogna di diventare avvocato.

Studia, si impegna e finalmente nel 1943 ottiene una borsa di studio alla Columbia University. Qui studiano personaggi allora sconosciuti ma che incideranno profondamente sul tessuto artistico americano. Il gruppo a cui si unisce comprende nomi come Jack Kerouac, Neal Cassady, Lucien Carr e William Burroughs (in verità di una decina di anni più grande e che non frequentava).

Ginsberg aveva già scoperto la poesia al liceo, attraverso soprattutto la lettura di Walt Whitman, ma l'incontro con delle personalità così forti, pazze e curiose lo introduce anche a letture alternative, oltre a instillargli il desiderio di espandere le sue percezioni e così la sua creatività.

In tale contesto ben presto si sviluppa da parte dei giovani intellettuali una forte attrazione per le droghe che per molti di essi diventano una vera a e propria ossessione. Oltre a ciò, sono anche attratti dal crimine e dal sesso e in generale da tutto ciò che rappresenta, ai loro occhi, la trasgressione dai rigidi codici imposti dalla società borghese. Ginsberg tutto sommato, in mezzo a questo clima di "delirio" psicologico, è quello che riesce a mantenersi più lucido, utilizzando le sue energie per cavare il meglio - letterariamente parlando - dai sui folli amici.

Intanto il risultato di tutti quegli eccessi era che molti non riescono a finire gli studi, mentre lo stesso Ginsberg viene sospeso dall'università. Comincia allora a venire a contatto con la variegata umanità che frequentava Times Square a New York, composta spesso da derelitti e ladri (la maggior parte amici di Burroughs). La droga non manca di certo, così come le frequentazioni di bar per omosessuali. In particolare l'uso di sostanze stupefacenti li convince ad andare incontro ogni volta a grandi visioni poetiche, che lui e Kerouac chiameranno "New Vision" ("Nuove Visioni").

Una di queste Visioni è rimasta leggendaria. In una giornata estiva del 1948, leggendo William Blake in un appartamento di Harlem, il ventiseienne poeta ha una tremenda e pazza visione nella quale Blake gli appare di persona, choccandolo per i giorni successivi. Anzi, comincia a raccontare alla sua famiglia e ai suoi amici che aveva finalmente trovato addirittura Dio.

A quel tempo Ginsberg ha già scritto moltissime poesie, mai pubblicate. La svolta decisiva si ha quando legge il suo poema "Howl" ("L'urlo", a tutt'oggi il suo più famoso), nell'allora leggendaria "Six Gallery poetry reading". La fama arriva rapida e travolgente. I suoi versi cominciano a circolare e nel 1956 la casa editrice di Lawrence Ferlinghetti, la "City Lights Books", pubblica "Howl and Other Poems", causa di processi e bollato di oscenità per la sua esplicita presa di posizione a favore dell'omosessualità. Nessun processo e nessuna denuncia avrebbero però impedito a "Howl" di diventare uno dei poemi più celebri della letteratura contemporanea. "Ho visto le migliori menti della mia generazione rovinate dalla follia" è l'indimenticabile attacco. Ginsberg è il primo scrittore beat, di fatto, ad aver raggiunto un così vasto pubblico.

Insieme alla sua affermazione personale cresce di pari passo tutto il movimento Beat nel suo complesso. Nello stesso tempo l'America del periodo è attraversata dal clima di paura determinato della guerra fredda e da quello di sospetto innescato dalla Commissione per le attività antiamericane, presieduta dal senatore McCarthy. In tale contesto di chiusura sociale e culturale esplodono gli autori beat, ormai "sdoganati" proprio da Ginsberg e dalla sua irrispettosa poesia.

Nei primi anni '60 l'avventura di Ginsberg non si esaurisce. E' ancora avido di sperimentazioni e di nuove esperienze. La sua vena creativa è ancora forte e copiosa. Sulla scena hippie irrompe uno strano personaggio, una sorta di alchimista moderno, Timothy Leary, a cui si deve la scoperta della LSD, la droga psichedelica che Ginsberg accoglie con entusiasmo, contribuendo a decantarla e a diffonderla.

Parallelamente si fa sempre più intenso l'interesse per le religioni provenienti dall'Oriente, per certi versi abbastanza affini al misticismo generico tipico di quell'epoca. Anche in questo caso Ginsberg è un adepto entusiasta e devoto del "nuovo" culto buddista, fino alla frequentazione del controverso guru tibetano Chogyam Trungpa Rinpoche. Lo studio del "Libro Tibetano dei Morti" e delle filosofie orientali diventano un punto centrale della riflessione di Allen Ginsberg, e lasceranno tracce profonde nella sua poesia.

Ginsberg poi ha fatto del "reading" (la lettura in pubblico) un evento popolare e di grande attrattiva che riusciva a coinvolgere migliaia di giovani (in Italia si ricorda ancora l'enorme platea che accolse il suo intervento al Festival dei poeti di Castelporziano). Infine, insieme ad Anne Waldman crea una scuola di poesia, la "Jack Kerouac School of Disembodied Poetics", al Naropa Institute in Boulder, Colorado.

Dopo numerose altre peripezie, iniziative, letture, polemiche e quant'altro (celebri le sue invettive alle riunioni dei Democratici), Ginsberg muore il 5 aprile 1997 nell'East Village di New York City a causa di un attacco di cuore e del cancro che da tempo lo affliggeva.

Pubblicazioni italiane di Allen Ginsberg:

Facile come respirare. Appunti, lezioni, conversazioni, minimum fax, 1998

Da New York a San Francisco. Poetica dell'improvvisazione, minimum fax, 1997

Jukebox all'idrogeno. Testo originale a fronte, Guanda, 2001

Parigi Roma Tangeri. Diari degli anni '50, Il Saggiatore, 2000

Urlo & Kaddish. Con cd, Il Saggiatore, 1999

Primi blues. Rags, ballate e canti con l'armonium (1971-1975). Testo originale a fronte, TEA, 1999

Diario indiano, Guanda, 1999

Papà respiro addio. Poesie scelte (1947-1995), Il Saggiatore, 1997

Urlo & Kaddish, Il Saggiatore, 1997

La caduta dell'America, Mondadori, 1996

Saluti cosmopoliti, Il Saggiatore, 1996

Testimonianza a Chicago, Il Saggiatore, 1996

Di Allen Ginsberg, Bob Dylan e Jack Kerouac

Battuti & beati. I beat raccontati dai beat, Einaudi, 1996

Su Allen Ginsberg:

Thomas Clark, Intervista con Allen Ginsberg. Introduzione di Emanuele Bevilacqua, minimum fax, 1996

Aforismi di Allen Ginsberg

2 fotografie

Foto e immagini di Allen Ginsberg

Commenti

Non ci sono commenti per Allen Ginsberg.

Argomenti e biografie correlate

Allen Ginsberg nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

7 biografie

Nati lo stesso giorno di Allen Ginsberg

Charlton Heston

Charlton Heston

Attore statunitense
α 4 ottobre 1924
ω 5 aprile 2008
Douglas MacArthur

Douglas MacArthur

Militare statunitense
α 26 gennaio 1880
ω 5 aprile 1964
Georges Jacques Danton

Georges Jacques Danton

Politico e rivoluzionario francese
α 26 ottobre 1759
ω 5 aprile 1794
Howard Hughes

Howard Hughes

Imprenditore, regista, produttore cinematografico e aviatore statunitense
α 24 dicembre 1905
ω 5 aprile 1976
Kurt Cobain

Kurt Cobain

Cantante e musicista statunitense
α 20 febbraio 1967
ω 5 aprile 1994
Saul Bellow

Saul Bellow

Scrittore statunitense, premio Nobel
α 10 giugno 1915
ω 5 aprile 2005
Elisabetta II

Elisabetta II

Regina britannica
α 21 aprile 1926
Kriyananda

Kriyananda

Maestro spirituale
α 19 maggio 1926
ω 21 aprile 2013
Alan Greenspan

Alan Greenspan

Economista statunitense
α 6 marzo 1926
Alfredo Di Stefano

Alfredo Di Stefano

Calciatore argentino e spagnolo
α 4 luglio 1926
ω 7 luglio 2014
Arnaldo Pomodoro

Arnaldo Pomodoro

Scultore italiano
α 23 giugno 1926
Carlo Fruttero

Carlo Fruttero

Scrittore italiano
α 19 settembre 1926
ω 15 gennaio 2012
Chuck Berry

Chuck Berry

Cantante e chitarrista rock statunitense
α 18 ottobre 1926
Claudio Villa

Claudio Villa

Cantante e attore italiano
α 1 gennaio 1926
ω 7 febbraio 1987
Dario Fo

Dario Fo

Drammaturgo italiano, premio Nobel
α 24 marzo 1926
ω 13 ottobre 2016
Fidel Castro

Fidel Castro

Rivoluzionario e politico cubano
α 13 agosto 1926
ω 26 novembre 2016
Giangiacomo Feltrinelli

Giangiacomo Feltrinelli

Editore e attivista italiano
α 19 giugno 1926
ω 14 marzo 1972
Hugh Hefner

Hugh Hefner

Editore statunitense, fondatore di Playboy
α 9 aprile 1926
Ingvar Kamprad

Ingvar Kamprad

Imprenditore svedese, fondatore di Ikea
α 30 marzo 1926
Ivan Illich

Ivan Illich

Sociologo e filosofo austriaco
α 4 settembre 1926
ω 2 dicembre 2002
Jerry Lewis

Jerry Lewis

Comico statunitense
α 16 marzo 1926
John Coltrane

John Coltrane

Musicista jazz statunitense
α 23 settembre 1926
ω 17 luglio 1967
Luigi Veronelli

Luigi Veronelli

Gastronomo, enologo e scrittore italiano
α 2 febbraio 1926
ω 29 novembre 2004
Marilyn Monroe

Marilyn Monroe

Attrice statunitense
α 1 giugno 1926
ω 5 agosto 1962
Mel Brooks

Mel Brooks

Regista e attore statunitense
α 28 giugno 1926
Michel Foucault

Michel Foucault

Filosofo e storico francese
α 15 ottobre 1926
ω 26 giugno 1984
Miles Davis

Miles Davis

Trombettista jazz statunitense
α 26 maggio 1926
ω 28 settembre 1991
Mirko Tremaglia

Mirko Tremaglia

Politico italiano
α 17 novembre 1926
ω 30 dicembre 2011
Roger Corman

Roger Corman

Regista e produttore cinematografico statunitense
α 5 aprile 1926
Sathya Sai Baba

Sathya Sai Baba

Maestro spirituale indiano
α 23 novembre 1926
ω 24 aprile 2011
Tiberio Mitri

Tiberio Mitri

Pugile e attore italiano
α 12 luglio 1926
ω 12 febbraio 2001
Tony Bennett

Tony Bennett

Cantante statunitense
α 3 agosto 1926
Valéry Giscard d'Estaing

Valéry Giscard d'Estaing

20° Presidente della Repubblica francese
α 2 febbraio 1926
Vittorio Bachelet

Vittorio Bachelet

Giurista e politico italiano
α 20 febbraio 1926
ω 12 febbraio 1980
Madre Teresa di Calcutta

Madre Teresa di Calcutta

Missionaria albanese, beata cattolica, premio Nobel
α 26 agosto 1910
ω 5 settembre 1997
Alberto Manzi

Alberto Manzi

Insegnante italiano
α 3 novembre 1924
ω 4 dicembre 1997
Benito Jacovitti

Benito Jacovitti

Fumettista italiano
α 19 marzo 1923
ω 3 dicembre 1997
Deng Xiaoping

Deng Xiaoping

Leader politico cinese
α 22 agosto 1904
ω 19 febbraio 1997
Diana Spencer

Diana Spencer

Principessa inglese
α 1 luglio 1961
ω 31 agosto 1997
Gianni Versace

Gianni Versace

Stilista italiano
α 2 dicembre 1946
ω 15 luglio 1997
Giorgio Strehler

Giorgio Strehler

Regista teatrale
α 14 agosto 1921
ω 25 dicembre 1997
Helenio Herrera

Helenio Herrera

Allenatore di calcio argentino
α 10 aprile 1910
ω 9 novembre 1997
Ivan Graziani

Ivan Graziani

Cantautore italiano
α 6 ottobre 1945
ω 1 gennaio 1997
Jacques Cousteau

Jacques Cousteau

Oceanografo francese
α 11 giugno 1910
ω 25 giugno 1997
James Stewart

James Stewart

Attore statunitense
α 20 maggio 1908
ω 2 luglio 1997
Jeff Buckley

Jeff Buckley

Cantautore e chitarrista statunitense
α 17 novembre 1966
ω 29 maggio 1997
Toshiro Mifune

Toshiro Mifune

Attore giapponese
α 1 aprile 1920
ω 24 dicembre 1997
William Burroughs

William Burroughs

Scrittore statunitense
α 5 febbraio 1914
ω 4 agosto 1997