Oggi: sabato 19 aprile 2014 » S. Emma
Giorno per giorno i profili di miti e personaggi famosi che si sono meritati un posto nella storia

Wes Craven

L'incubo migliore

Commenta
Wes Craven

Pochi registi sono diventati così famosi in un arco temporale così breve come Wes Craven, al secolo Westley Earl Craven. Re incontrastato dell'horror, a cui ha apportato una vena comica e grottesca di personalissima marca, questo funambolico giocoliere della macchina da presa è nato il 2 agosto del 1939 a Cleveland nell'Ohio.

Cresciuto in una rigida famiglia battista, da adolescente inizia naturalmente a frequentare il college ma a causa di una malattia che gli colpisce la colonna vertebrale é costretto a interrompere gli studi per un anno ma, malgrado queste difficoltà di ordine fisico, riesce a laurearsi in lettere e filosofia nel 1963 alla John Hopkins University di Baltimora.

I suoi inizi sono un po' imbarazzanti, dato che, pur di tenere una cinepresa in mano e smettere di fare i lavori più svariati (per qualche anno fa l'insegnante ma per pagarsi il materiale si ritrova a fare anche il tassista), è disposto a girare film a luci rosse; ma grazie a questi ingaggi si fa comunque le ossa. La sua vera attrazione però è per il genere horror e dunque eccolo nel 1972 dirigere e montare il suo primo film del genere, il macabro e raccapricciante "L'ultima casa a sinistra", in cui già rivela una mano non comune.

Fra il 1975 e 1980 seguiranno altri titoli segnati dalla sua forte personalità, come "Le colline hanno gli occhi" (grande successo al botteghino). Nel 1981 gira altri due film: "Benedizione mortale" e "Il mostro della palude", omaggio al desiderio del pubblico di consumare soggetti sempre più astrusi. Ma il colpo di genio di Craven è quello di aver inventato il bizzarro quanto terrificante personaggio di Freddy Krueger, protagonista della fortunata serie "Nightmare", con cui Craven ha di fatto inventato un nuovo genere di cinema horror (anche se in realtà dalla sua mano sono usciti solo il primo e l'ultimo titolo della sestina che comprende la serie). Grazie a Freddy Krueger, il mostro protagonista del film, Wes vince il Festival di Avoriaz, il premio della critica e il premio per la migliore attrice.

Tra i film diretti negli anni '80 e i primi del '90 da Craven ricordiamo "Dovevi essere morta" (1986), "Sotto Shock" (1989), "La Casa Nera" (1991), "Vampiro a Brooklin" (1995) e "Scream", il suo tredicesimo film che ha ottenuto un fenomenale successo sia negli USA che in Europa (il film si è anche aggiudicato l'MTV Awards come miglior film del 1996).

I suoi successivi film sono stati la realizzazione del secondo (nel cui cast ricordiamo l'attrice Courtney Cox) e terzo capitolo della trilogia di Scream e "La musica del cuore" con Meryl Streep, presentato alla mostra Cinematografica di Venezia del 1999 nel quale il regista si è confrontato con un genere per lui inusuale, il film drammatico.

Il suo ultimo film "Dracula's legacy - Il fascino del male", di cui Craven è anche produttore esecutivo, è uscito nelle sale nel 2000.

Per quanto riguarda la televisione Craven ha collaborato alla creazione della serie "Nightmare Cafe", ed ha diretto i telefilm "Night Visions" e "A Stranger in Our House".

Ha curato inoltre la regia di sette episodi di Twilight Zone nel 1980.

Cerca nelle biografie:

Ultimo aggiornamento: 11/07/2003

Accadde oggi

19 aprile 1956
Il principe Ranieri III di Monaco e l'attrice Grace Kelly si uniscono in matrimonio.
Leggi la biografia:
Grace Kelly

Ha detto:

«Il non fare nulla è la cosa più difficile del mondo, la più difficile e la più intellettuale.»
Oscar_Wilde
Testo di Stefano Moraschini