Oggi: martedì 2 settembre 2014 » S. Elpidio
Giorno per giorno i profili di miti e personaggi famosi che si sono meritati un posto nella storia

Riccardo Montolivo

Commenta
Riccardo Montolivo

Riccardo Montolivo nasce a Caravaggio (BG) il giorno 18 gennaio 1985. Cresce nel suo paese natale, luogo dove tira i primi calci nella "Scuola calcio Caravaggio". In breve tempo arriva a Bergamo, militando nell'Atalanta. La madre, di origini tedesche, insegna a Riccardo la lingua teutonica.

Cresciuto calcisticamente nell'Atalanta, esordisce nella stagione 2003-2004 in prima squadra, in Serie B. A soli 18 anni Montolivo colleziona 41 presenze e 4 gol, ottenendo con il suo team la promozione nella massima serie.

Nella stagione 2004-2005 arriva l'esordio in Serie A (il 12 settembre in Atalanta-Lecce 2-2); durante la stagione totalizza 32 presenze e 3 reti, partecipando all'ultimo posto della sua squadra.

Nell'agosto 2005 il centrocampista viene ceduto in comproprietà alla Fiorentina. Realizza venti presenze ed un solo gol. Nell'estate 2006 i viola riscattano anche l'altra metà del suo cartellino.

Nella stagione 2006-2007 ottiene il posto da titolare, segnando in totale 2 gol.

Nel 2007-2008 esordisce a livello internazionale in Coppa UEFA.

Nella stagione 2009-2010, dopo le partenze di Dario Dainelli e Martin Jørgensen, Riccardo Montolivo diventa il capitano della squadra toscana.

La sua carriera con la Nazionale Under-21 conta 20 presenze e 3 reti. Sotto le gestioni dei selezionatori Claudio Gentile e Pierluigi Casiraghi, disputa gli Europei Under-21 del 2006 e del 2007.

Convocato dal CT Roberto Donadoni, il 17 ottobre 2007, a 22 anni, Montolivo esordisce nella Nazionale maggiore giocando titolare nella partita amichevole Italia-Sudafrica (2-0), disputata a Siena.

Viene inizialmente inserito nella lista dei 24 pre-convocati per Euro 2008 ma, successivamente, viene escluso dalla lista ufficiale dei 23 convocati. Pierluigi Casiraghi lo convoca nella Nazionale Olimpica, per partecipare alle Olimpiadi di Pechino, in cui gioca da titolare e segna un gol nella seconda gara del girone contro la Corea del Sud.

La sua seconda presenza in Nazionale arriva solo a un anno di distanza dalla prima, quando viene impiegato dal CT Marcello Lippi in Bulgaria-Italia (0-0), valida per le qualificazioni mondiali. Viene poi convocato per la Confederations Cup 2009 e per il Mondiale 2010 in Sudafrica.

Cerca nelle biografie:

Ultimo aggiornamento: 14/06/2010

Accadde oggi

2 settembre 1973
Felice Gimondi diventa Campione del mondo di ciclismo su strada: a Barcellona batte allo sprint finale Freddy Maertens e Luis Ocana.
Leggi l'articolo:
Felice Gimondi

Ha detto:

«Anche per i più grandi uomini di stato fare politica vuol dire improvvisare e sperare nella fortuna.»
Friedrich_Nietzsche
Testo di Stefano Moraschini