Oggi: sabato 30 agosto 2014 » S. Merio
Giorno per giorno i profili di miti e personaggi famosi che si sono meritati un posto nella storia

Bruno Vespa

Informazione porta a porta

Commenta

Nato a L'Aquila il 27 maggio 1944, Bruno Vespa ha cominciato a sedici anni il mestiere di giornalista nella redazione aquilana del "Tempo" e a diciotto ha iniziato a collaborare con la RAI.

Dopo la laurea in legge a Roma (tesi sul diritto di cronaca), nel 1968 si è classificato primo in un concorso nazionale per radiotelecronisti bandito dalla RAI, ed è stato assegnato al telegiornale. È stato dal 1990 al 1993 direttore del TG1, dove è rimasto come inviato per i grandi avvenimenti.

Da diversi anni la sua trasmissione "Porta a porta" è il programma politico di maggior successo. Tra i suoi molti libri (ne sforna almeno uno all'anno ma talvolta anche due), che si sforzano in qualche modo di riassumere gli avvenimenti del Paese e il suo panorama politico, rappresentano un valido termometro per capire l'evoluzione della società in cui viviamo e i cambiamenti in corso, cambiamenti talvolta così minimi e impercettibili da non essere recepiti.

Fra i suoi titoli di maggior successo, sempre ai vertici delle classifiche, citiamo: "E anche Leone votò Pertini", "Intervista sul socialismo in Europa", "Telecamera con vista", "Il cambio", "Il duello", "La svolta", "La sfida".

A Bruno Vespa e al suo "Porta a Porta" è stata affidato il compito di dirigire il "dopofestival", approfondendo le tematiche degli eventi legati all'edizione 2004 del Festival di Sanremo.

Cerca nelle biografie:

Ultimo aggiornamento: 01/03/2004
Altre frasi di Bruno Vespa Foto di Bruno Vespa

Accadde oggi

30 agosto 1963
Durante la Guerra Fredda entra in funzione la cosiddetta "linea rossa", il primo collegamento telefonico tra Washington e Mosca.

Ha detto:

«È difficile scrivere un paradiso quando tutte le indicazioni superficiali indicano che si dovrebbe scrivere un'apocalisse. Risulta ovvio trovare abitanti per l'inferno o per il purgatorio.»
Ezra_Pound
Testo di Stefano Moraschini