Biografie

Gene Wilder

Gene Wilder
Gene Wilder nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Gene Wilder

Biografia Fabbriche di sorrisi

Jerome Silberman, meglio conosciuto con il nome d'arte di Gene Wilder, nasce a Milwaukee, negli States, l'11 giugno del 1933. Attore, sceneggiatore, regista e scrittore americano, è noto al grande pubblico soprattutto per la sua celebre interpretazione di Willy Wonka nel primo, storico film diretto da Mel Stuart e tratto dal quasi omonimo libro di Roald Dahl, "Charlie e la fabbrica di cioccolato".

Il giovane Jerome, prima di scegliersi il nome per cui è diventato famoso, cresce in una famiglia di ebrei di origine russa. Suo padre si chiama William J. Silberman e sua madre Jeanne Baer. Ed è forse proprio alla donna che il futuro Gene Wilder deve la sua vocazione per la recitazione e, in modo particolare, per il genere comico. Quando ha solo otto anni infatti, intorno al 1941, alla madre viene diagnosticata una febbre reumatica. Stando al racconto del celebre attore statunitense, sarebbe stato il medico ad avergli consigliato di tenere compagnia alla madre cercando in tutti i modi di farla ridere.

Ad ogni modo, dopo un breve periodo passato in una scuola militare, la Black-Foxe, nella quale il piccolo Silberman sarebbe stato vittima di episodi di bullismo e aggressioni a sfondo sessuale a causa della sua origine ebrea, la prima esibizione davanti ad un pubblico pagante del futuro Gene Wilder arriva intorno al 1948, all'età di quindici anni. È Balthasar, il cameriere di Romeo, in un adattamento della celebre opera di William Shakespeare.

Circa undici anni più tardi, nel 1959, quando ha pressappoco ventisei anni, il giovane Jerome Silberman sceglie il nome e cognome con cui diventa famoso nell'ambito artistico, tributando il suo debito di ammirazione allo scrittore Thornton Wilder. Intanto, nel 1951 prima si diploma presso la Washington High School di Milwaukee, nel Wisconsin e poi, nel 1955, consegue la laurea all'Università dello Iowa, dove ha modo di studiare per la prima volta le tecniche attoriali e la storia del teatro. Subito dopo, decide di trasferirsi in Inghilterra, per intraprendere degli studi artistici più specifici. Viene ammesso alla "Old Vic Theatre" della scuola di Bristol, dove studia recitazione e comincia ad esibirsi con regolarità nei teatri di periferia, facendosi le ossa. Contemporaneamente, impara a tirare di scherma, scoprendosi un atleta di talento.

Il 10 settembre del 1956 viene arruolato nell'esercito. Torna negli USA e, nel novembre del 1957, apprende della morte di sua madre, causata da un cancro alle ovaie. Nello stesso periodo però, desideroso di apprendere il metodo Stanislavskij del lavoro dell'attore su se stesso, consapevole di poter raggiungere ottimi risultati in campo artistico, Wilder si scrive alla HB Studio, una scuola di recitazione. Qui apprende da didatti come Berghof e Uta Hagen e, soprattutto, lavora nella classe privata di Lee Strasberg. Inoltre, conosce l'attrice Mary Marcier, che diventa sua moglie il 22 luglio del 1960. Qualche mese dopo, viene ammesso alla Actor's Studio, la celebre scuola di arte drammatica americana.

È in questi anni che Gene Wilder fa l'incontro più importante della sua carriera professionale, quello con l'attore Mel Brooks. Nel 1963 infatti, viene scritturato come protagonista nello spettacolo teatrale "Madre Coraggio e i suoi figli", al fianco di Anne Bancroft, la quale è la fidanzata e futura moglie proprio di Mel Brooks. Questi è al lavoro su una sceneggiatura importante e promette a Wilder di considerarlo in un futuro lavoro cinematografico. Dopo alcuni anni di silenzio tra i due, Brooks mantiene la promessa e nel 1968 lo scrittura per il film "Per favore, non toccate le vecchiette" (il cui titolo originale è "The producers"), nel quale Wilder rivela tutte le sue doti comiche al fianco di Zero Mostel. L'interpretazione inoltre, gli vale la nomination all'Oscar come "miglior attore non protagonista", mentre il film si aggiudica la statuetta per la miglior sceneggiatura originale ed è considerato ormai un cult movie del cinema a stelle e strisce.

Intanto, dopo aver divorziato dalla Marcier nel 1965, due anni dopo contrae le nozze per la seconda volta, sposando Mary Schutz, esattamente il 27 ottobre del 1967. La donna ha già una figlia, Katherine, di cui Wilder si occupa come fosse il padre naturale.

Dopo un paio di pellicole non esaltanti, una delle quali, "Fate la rivoluzione senza di noi", girata a Parigi nel 1969, Gene Wilder incontra il personaggio di Willy Wonka nel celeberrimo film tratto dal racconto del grande scrittore gallese Roald Dahl. È il 1971 infatti, quando l'attore di origine russa ricopre il ruolo del protagonista nel film "Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato", di Mel Stuart.

Tuttavia, nonostante dopo alcuni anni sia diventato un film di culto, inizialmente l'adattamento cinematografico della favola di Dahl non riscuote un buon successo al botteghino. Destinato alle famiglie, il film rivela una certa crudeltà che non viene apprezzata e non ha il successo che avrebbe invece meritato. Nonostante ciò, Wilder viene notato da Woody Allen il quale, l'anno dopo, lo vuole nel suo esilarante film "Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso (ma non avete mai osato chiedere)".

È il momento più interessante della sua carriera cinematografica. Nel 1974 infatti, l'attore di Milwaukee mette a segno altre due importanti performance, entrambe per la regia di Mel Brooks. La prima è "Mezzogiorno e mezzo di fuoco", in cui sostituisce l'attore malato Gig Young nel ruolo di Waco Kid, la seconda è quella in "Frankenstein Junior", il quale regala a Wilder e Brooks una nomination all'Oscar per la miglior sceneggiatura non originale. I due film inoltre, escono a distanza di pochi mesi tra loro e si rivelano due successi commerciali.

In questo periodo però, l'attore si separa anche dalla sua seconda moglie, la Schutz, la quale si convince che suo marito abbia una relazione con una delle attrici del film "Frankenstein Junior", Madeline Kahn.

L'anno dopo, Gene Wilder debutta alla macchina da presa, con la commedia romantica "Il fratello di Sherlock Holmes". Nel 1976 invece, nasce la coppia comica con Richard Pryor, nel film "Wagons lits con omicidi". L'anno dopo, attratto dalla cabina di regia, prova a mettere la firma su un film d'autore, "Il più grande amatore del mondo", ispirata a "Lo sceicco bianco" di Federico Fellini. Il lavoro però, si rivela un insuccesso. Nel 1979 si rifà lavorando per il regista Robert Aldrich nella commedia "Scusi, dov'è il West?", recitando al fianco dell'emergente Harrison Ford.

Gli anni '80 sono altalenanti per l'attore di Milwaukee, caratterizzati da grandi successi di pubblico come quelli ottenuti in coppia con Pryor e alcuni flop clamorosi, bocciati soprattutto dalla critica. In questo periodo inoltre, lavorando al film "Hanky Panky", Wilder si innamora della sua terza moglie, Gilda Radner, che sposa il 14 settembre del 1984. La donna muore nel maggio del 1989, anche lei di cancro, come la madre dell'attore.

Per quanto riguarda la sua vita artistica, è importante l'incontro con il regista Sidney Poitier, il quale convince Wilder e Pryor a fare un nuovo film insieme. Esce "Nessuno ci può fermare", che si rivela un successo, a cui segue "Hanky Panky - Fuga per due", del 1982. Due anni dopo, l'attore di origine russa dirige il suo terzo film, "La signora in rosso": un successo di pubblico ma non di critica. Con "Luna di miele stregata", del 1986, arriva anche la sua quarta e ultima regia, che resta di fatto un insuccesso sotto ogni punto di vista.

Tre anni dopo, nel 1989, la casa di produzione TriStar Pictures vuole riportare in auge la coppia Wilder-Pryor. Il risultato è "Non guardarmi non ti sento", l'ultimo grande successo commerciale dell'ex Willy Wonka. Dopo il deludente sequel "Non dirmelo… non ci credo", negli anni '90 Wilder si dedica al teatro e ad alcune serie televisive, come quella pluripremiata di "Alice's in wonderland", del 1999. Vince un Emmy infine, comparendo nella sit-com "Will e Grace", rivestendo i panni di Mr. Stein.

Gli ultimi anni della sua vita artistica sono dedicati alla scrittura. Dopo le sue memorie, raccolte sotto il titolo di "Baciami come uno sconosciuto", del 2005, scrive due romanzi, "La mia puttana francese" e "The woman who wouldn't", rispettivamente del 2007 e del 2008. Nel 2010 pubblica una raccolta di storie intitolata "What is This Thing Called Love?".

Gene Wilder muore all'età di 83 anni il 29 agosto 2016 a Stamford (Connecticut) a causa di complicanze dovute all'Alzheimer.

Frasi di Gene Wilder

8 fotografie

Foto e immagini di Gene Wilder

Video Gene Wilder

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Gene Wilder ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Gene Wilder nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Gene Wilder

8 biografie

Nati lo stesso giorno di Gene Wilder

Franco Basaglia

Franco Basaglia

Psichiatra e neurologo italiano
α 11 marzo 1924
ω 29 agosto 1980
Ingrid Bergman

Ingrid Bergman

Attrice svedese
α 29 agosto 1915
ω 29 agosto 1982
Dalida

Dalida

Cantante e attrice italiana naturalizzata francese
α 17 gennaio 1933
ω 3 maggio 1987
Montserrat Caballé

Montserrat Caballé

Soprano spagnola
α 12 aprile 1933
Akihito

Akihito

Monarca giapponese
α 23 dicembre 1933
Alberto Asor Rosa

Alberto Asor Rosa

Critico letterario italiano
α 23 settembre 1933
Amartya Sen

Amartya Sen

Economista indiano, premio Nobel
α 3 novembre 1933
Azeglio Vicini

Azeglio Vicini

Allenatore di calcio italiano
α 20 marzo 1933
Bernardo Provenzano

Bernardo Provenzano

Boss mafioso italiano
α 31 gennaio 1933
ω 13 luglio 2016
Brigitte Reimann

Brigitte Reimann

Scrittrice tedesca
α 21 luglio 1933
ω 20 febbraio 1973
Charles Wilson

Charles Wilson

Politico statunitense
α 1 giugno 1933
Claudio Abbado

Claudio Abbado

Direttore d'orchestra italiano
α 26 giugno 1933
ω 20 gennaio 2014
Danilo Mainardi

Danilo Mainardi

Etologo e divulgatore scientifico italiano
α 25 novembre 1933
ω 8 marzo 2017
Franco Marini

Franco Marini

Sindacalista e politico italiano
α 9 aprile 1933
Gianni Amico

Gianni Amico

Regista italiano
α 27 dicembre 1933
ω 2 novembre 1990
Giorgio Ambrosoli

Giorgio Ambrosoli

Avvocato italiano, vittima di mafia
α 17 ottobre 1933
ω 11 luglio 1979
Guido Crepax

Guido Crepax

Fumettista italiano
α 15 luglio 1933
ω 31 luglio 2003
James Brown

James Brown

Cantante statunitense
α 3 maggio 1933
ω 25 dicembre 2006
Jean Paul Belmondo

Jean Paul Belmondo

Attore francese
α 9 aprile 1933
Jerzy Grotowski

Jerzy Grotowski

Regista polacco
α 11 agosto 1933
ω 14 gennaio 1999
John Mayall

John Mayall

Musicista blues inglese
α 29 novembre 1933
Karl Lagerfeld

Karl Lagerfeld

Stilista, fotografo e regista tedesco
α 10 settembre 1933
Larry King

Larry King

Giornalista e conduttore tv statunitense
α 19 novembre 1933
Lou Rawls

Lou Rawls

Cantante statunitense
α 1 dicembre 1933
ω 6 gennaio 2006
Luca Ronconi

Luca Ronconi

Regista teatrale italiano
α 8 marzo 1933
ω 21 febbraio 2015
Marty Feldman

Marty Feldman

Comico inglese
α 8 luglio 1933
ω 2 dicembre 1982
Michael Caine

Michael Caine

Attore inglese
α 14 marzo 1933
Nicola Pietrangeli

Nicola Pietrangeli

Tennista italiano
α 11 settembre 1933
Nina Simone

Nina Simone

Cantante statunitense
α 21 febbraio 1933
ω 20 aprile 2003
Piero Manzoni

Piero Manzoni

Artista italiano
α 13 luglio 1933
ω 6 febbraio 1963
Quincy Jones

Quincy Jones

Produttore discografico e musicista statunitense
α 14 marzo 1933
Roman Polanski

Roman Polanski

Regista polacco naturalizzato francese
α 18 agosto 1933
Sandra Milo

Sandra Milo

Attrice italiana
α 11 marzo 1933
Sergio Endrigo

Sergio Endrigo

Cantautore italiano
α 15 giugno 1933
ω 7 settembre 2005
Stefano Rodotà

Stefano Rodotà

Giurista e politico italiano
α 30 maggio 1933
ω 23 giugno 2017
Tinto Brass

Tinto Brass

Regista italiano
α 26 marzo 1933
Tomas Milian

Tomas Milian

Attore cubano naturalizzato italiano
α 3 marzo 1933
ω 22 marzo 2017
Wilbur Smith

Wilbur Smith

Scrittore zambiano
α 9 gennaio 1933
Yoko Ono

Yoko Ono

Artista e musicista giapponese
α 18 febbraio 1933
Prince

Prince

Cantante e musicista statunitense
α 7 giugno 1959
ω 21 aprile 2016
Anna Marchesini

Anna Marchesini

Attrice e comica italiana
α 18 novembre 1953
ω 30 luglio 2016
Bernardo Provenzano

Bernardo Provenzano

Boss mafioso italiano
α 31 gennaio 1933
ω 13 luglio 2016
Bernardo Caprotti

Bernardo Caprotti

Imprenditore italiano, Esselunga
α 7 ottobre 1925
ω 30 settembre 2016
Bud Spencer

Bud Spencer

Attore italiano
α 31 ottobre 1929
ω 27 giugno 2016
Carlo Azeglio Ciampi

Carlo Azeglio Ciampi

Decimo Presidente della Repubblica Italiana
α 9 dicembre 1920
ω 16 settembre 2016
Carrie Fisher

Carrie Fisher

Attrice statunitense
α 21 ottobre 1956
ω 27 dicembre 2016
Cesare Maldini

Cesare Maldini

Ex calciatore ed allenatore italiano
α 5 febbraio 1932
ω 3 aprile 2016
Dario Fo

Dario Fo

Drammaturgo italiano, premio Nobel
α 24 marzo 1926
ω 13 ottobre 2016
David Bowie

David Bowie

Cantante inglese
α 8 gennaio 1947
ω 10 gennaio 2016
Debbie Reynolds

Debbie Reynolds

Attrice statunitense
α 1 aprile 1932
ω 28 dicembre 2016
Enzo Maiorca

Enzo Maiorca

Atleta italiano, apnea
α 21 giugno 1931
ω 13 novembre 2016
Ettore Scola

Ettore Scola

Regista italiano
α 10 maggio 1931
ω 20 gennaio 2016
Fidel Castro

Fidel Castro

Rivoluzionario e politico cubano
α 13 agosto 1926
ω 26 novembre 2016
George Michael

George Michael

Cantante inglese
α 25 giugno 1963
ω 25 dicembre 2016
Gianroberto Casaleggio

Gianroberto Casaleggio

Imprenditore italiano, co-fondatore del MoVimento 5 Stelle
α 14 agosto 1954
ω 12 aprile 2016
Giorgio Albertazzi

Giorgio Albertazzi

Attore e regista italiano
α 20 agosto 1923
ω 28 maggio 2016
Henry Heimlich

Henry Heimlich

Medico statunitense, noto per la Manovra di Heimlich
α 3 febbraio 1920
ω 17 dicembre 2016
Ida Magli

Ida Magli

Antropologa e filosofa italiana
α Anno 1925
ω 21 febbraio 2016
Johan Cruijff

Johan Cruijff

Ex calciatore olandese
α 25 aprile 1947
ω 24 marzo 2016
Leonard Cohen

Leonard Cohen

Cantautore, poeta e scrittore canadese
α 21 settembre 1934
ω 10 novembre 2016
Luciano Rispoli

Luciano Rispoli

Giornalista e conduttore TV italiano
α 12 luglio 1932
ω 26 ottobre 2016
Marco Pannella

Marco Pannella

Politico italiano
α 2 maggio 1930
ω 19 maggio 2016
Marta Marzotto

Marta Marzotto

Stilista italiana
α 24 febbraio 1931
ω 29 luglio 2016
Muhammad Ali

Muhammad Ali

Pugile statunitense
α 17 gennaio 1942
ω 3 giugno 2016
Paolo Poli

Paolo Poli

Attore teatrale italiano
α 23 maggio 1929
ω 25 marzo 2016
Shimon Peres

Shimon Peres

Politico israeliano di origini polacche
α 2 agosto 1923
ω 28 settembre 2016
Silvana Pampanini

Silvana Pampanini

Attrice italiana
α 25 settembre 1925
ω 6 gennaio 2016
Tina Anselmi

Tina Anselmi

Politica e partigiana italiana
α 25 marzo 1927
ω 1 novembre 2016
Umberto Eco

Umberto Eco

Scrittore italiano
α 5 gennaio 1932
ω 19 febbraio 2016
Umberto Veronesi

Umberto Veronesi

Oncologo italiano
α 28 novembre 1925
ω 8 novembre 2016
Zsa Zsa Gabor

Zsa Zsa Gabor

Attrice ungherese naturalizzata statunitense
α 6 febbraio 1917
ω 18 dicembre 2016