Biografie

Joseph Blatter

Joseph Blatter
Joseph Blatter nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia Con le mani sul pallone

Joseph Benjamin Blatter nasce il 10 marzo del 1936 a Visp, nel Canton Vallese, in Svizzera. Dopo avere studiato a Saint Moritz, si laurea in economia all'HEC Lausanne, cioè la scuola di business direttamente affiliata con l'Università di Losanna, nel 1959. In seguito entra nel mondo del lavoro, dapprima come capo delle relazioni pubbliche dell'Ufficio Turistico Vallese, e poi come segretario generale della federazione di hockey su ghiaccio svizzera.

Assunto alla Longines con ruoli dirigenziali, è coinvolto nell'organizzazione delle Olimpiadi del 1972 a Monaco di Baviera, in Germania (quelle tristemente ricordate per il cosiddetto "Massacro di Monaco"), e delle Olimpiadi del 1976 a Montreal, in Canada.

Blatter alla FIFA

Nel 1977 entra nella Fifa (Federation Internationale de Football Association), la federazione calcistica mondiale: fino al 1981 è direttore tecnico, mentre in seguito riceve l'incarico di segretario. In questo periodo, spinge alla modifica di diverse regole relative al gioco del calcio: per esempio, l'abolizione della possibilità per i portieri di ricevere con le mani il pallone a seguito di un retropassaggio da parte di un calciatore della propria squadra (soluzione che viene adottata a partire dal luglio del 1992); oppure, l'introduzione dell'assegnazione dei tre punti per vittoria, con la novità che debutta ai Mondiali di calcio statunitensi del 1994 e viene successivamente estesa a tutte le competizioni.

Entrambe queste misure hanno l'obiettivo di rendere le partite più spettacolari e di portare le squadre a essere più offensive: con l'assegnazione di due punti per ogni vittoria, infatti, la differenza tra successo e pareggio era di un solo punto, e questo induceva molto spesso le squadre ad accontentarsi del pareggio.

Joseph Blatter mantiene il ruolo di segretario fino al 1998, anno in cui viene eletto presidente della Fifa succedendo al brasiliano Joao Havelange: la sua nomina, che lo vede sconfiggere il presidente della Uefa Lennart Johansson, viene tuttavia accolta tra molte polemiche.

Nel 1999 Sepp (questo è il suo soprannome) entra a far parte del Comitato Olimpico Internazionale, mentre nella Fifa dà il la a numerose novità: per esempio, l'introduzione del Golden Goal durante i tempi supplementari delle partite, in base al quale nell'extra time la squadra che segna per prima vince, senza che sia necessario aspettare la conclusione dei due tempi; e, più tardi, la sostituzione del Golden Goal con il Silver Goal, in base al quale nel caso in cui all'intervallo dell'extra time una delle due squadre sia in vantaggio, la partita si conclude.

Le nuove elezioni e i sospetti di magheggi politici

Nel 2002 il dirigente elvetico si ricandida alla presidenza della Fifa, e anche questa volta la sua figura è circondata da voci relative a brogli nei voti e irregolarità finanziarie, con Farra Ado - presidente della federazione della Somalia e vicepresidente della Confederazione Africana del Calcio - che rivela di avere ricevuto una proposta di 100mila dollari pur di dare il suo voto a Blatter in occasione delle elezioni del 1998.

Nello stesso periodo il presidente in carica finisce nell'occhio del ciclone anche per colpa di Jack Warner, ex segretario della Concacaf ed ex vicepresidente della Fifa, che sostiene di avere favorito in passato la nomina di Joseph Blatter ricevendo in cambio i diritti tv per i Mondiali di Francia '98 pagando un dollaro.

Nonostante queste accuse incrociate, il dirigente svizzero viene riconfermato alla guida della Fifa.

Dopo essere stato nominato - nel 2004 - Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore in Francia e - nel 2005 - Commendatore dell'Ordine Nazionale del 27 Giugno in Gibuti, nel 2006 egli riceve la tessera di socio onorario del Real Madrid. A partire da quell'anno, tra l'altro, la Fifa stabilisce l'entrata in vigore della regola della non qualificazione automatica all'edizione successiva dei Mondiali per la nazionale che vince la rassegna iridata.

Sempre nel 2006, anno in cui riceve la Gran Croce dell'Ordine al Merito di Germania, Blatter è oggetto di accuse per non avere partecipato alle premiazioni delle due finali del Mondiale (quella per il terzo posto e quella per il primo posto) in Germania.

Poco dopo, dichiara che l'Italia, vincitrice della rassegna iridata, non ha meritato il successo perché si è qualificata solo in virtù di un rigore molto dubbio concessole durante la partita contro l'Australia.

Nel 2008 riceve la Gran Decorazione d'Onore in Argento dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca, mentre un anno più tardi è nominato Cavaliere di I Classe dell'Ordine del Sol Levante in Giappone.

Nel giugno del 2011 viene eletto per la quarta volta presidente della Fifa.

Nella primavera del 2015, pochi giorni prima delle nuove elezioni che - secondo le previsioni - dovrebbero sancire la sua quinta presidenza della federazione, viene travolto da un'inchiesta giudiziaria che, pur non vedendolo direttamente indagato, porta all'arresto di numerosi suoi collaboratori in seno alla Fifa. Lo scandalo è di livello mondiale, anche perché nell'inchiesta è coinvolta direttamente l'FBI, e nel mirino finiscono le assegnazioni dei Mondiali di calcio del 2018 alla Russia e dei Mondiali di calcio del 2022 al Qatar. Blatter viene comunque rieletto. Pochi giorni più tardi, tuttavia, con il proseguimento delle indagini, decide di dimettersi.

Frasi di Joseph Blatter

3 fotografie

Foto e immagini di Joseph Blatter

Video Joseph Blatter

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Joseph Blatter ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Joseph Blatter nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

9 biografie

Nati lo stesso giorno di Joseph Blatter

Mogol

Mogol

Autore italiano
α 17 agosto 1936
Aga Khan IV

Aga Khan IV

Principe arabo, autorità religiosa e imprenditore
α 13 dicembre 1936
Papa Francesco

Papa Francesco

Pontefice della chiesa cattolica argentino
α 17 dicembre 1936
Abraham Yehoshua

Abraham Yehoshua

Scrittore e drammaturgo israeliano
α 19 dicembre 1936
Achille Occhetto

Achille Occhetto

Politico italiano
α 3 marzo 1936
Alice Kessler

Alice Kessler

Ballerina e cantante tedesca
α 20 agosto 1936
Andrei Chikatilo

Andrei Chikatilo

Serial killer russo
α 16 ottobre 1936
ω 16 febbraio 1994
Antonia S. Byatt

Antonia S. Byatt

Scrittrice inglese
α 24 agosto 1936
Burt Reynolds

Burt Reynolds

Attore statunitense
α 11 febbraio 1936
Carla Fracci

Carla Fracci

Ballerina italiana, danza classica
α 20 agosto 1936
Dacia Maraini

Dacia Maraini

Scrittrice italiana
α 13 novembre 1936
Dan Peterson

Dan Peterson

Allenatore di pallacanestro e telecronista sportivo statunitense
α 9 gennaio 1936
Dave Van Ronk

Dave Van Ronk

Cantautore folk statunitense
α 30 giugno 1936
ω 10 febbraio 2002
David Carradine

David Carradine

Attore statunitense
α 8 dicembre 1936
ω 3 giugno 2009
Ellen Kessler

Ellen Kessler

Ballerina e cantante tedesca
α 20 agosto 1936
Ferdinando Imposimato

Ferdinando Imposimato

Magistrato e politico italiano
α 9 aprile 1936
Georges Perec

Georges Perec

Scrittore francese
α 7 marzo 1936
ω 3 marzo 1982
Gerhard Ertl

Gerhard Ertl

Chimico e fisico tedesco, premio Nobel
α 10 ottobre 1936
Gianfranco D'Angelo

Gianfranco D'Angelo

Attore teatrale e cinematografico
α 19 agosto 1936
Gianni Vattimo

Gianni Vattimo

Filosofo italiano
α 4 gennaio 1936
James Lee Burke

James Lee Burke

Scrittore statunitense
α 5 dicembre 1936
Jim Henson

Jim Henson

Inventore dei Muppets, produttore e regista statunitense
α 24 settembre 1936
ω 16 maggio 1990
Joaquin Navarro Valls

Joaquin Navarro Valls

Giornalista e medico spagnolo
α 16 novembre 1936
John McCain

John McCain

Politico, senatore USA
α 29 agosto 1936
La Televisione

La Televisione

Elettrodomestico
α Anno 1936
Lino Banfi

Lino Banfi

Attore italiano
α 11 luglio 1936
Mario Vargas Llosa

Mario Vargas Llosa

Scrittore peruviano, premio Nobel
α 28 marzo 1936
Pippo Baudo

Pippo Baudo

Presentatore TV italiano
α 7 giugno 1936
Richard Bach

Richard Bach

Scrittore statunitense
α 23 giugno 1936
Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

Politico e imprenditore italiano
α 29 settembre 1936
Tony Dallara

Tony Dallara

Cantante italiano
α 30 giugno 1936
Virna Lisi

Virna Lisi

Attrice italiana
α 8 novembre 1936
ω 18 dicembre 2014
Yves Saint Laurent

Yves Saint Laurent

Stilista francese
α 1 agosto 1936
ω 1 giugno 2008