Biografie

Barbra Streisand

Barbra Streisand
Barbra Streisand nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Barbra Streisand Discografia

Biografia Semplicemente Barbra

Quella che diventerà il simbolo delle cantanti raffinate e di classe non solo del suo Paese ma del mondo intero nasce a Brooklyn il 24 aprile 1942. Fin da piccola, mostra delle doti non comuni nei confronti delle attività artistiche, non solo quindi della musica. E' portata alle fantasticherie e spesso si assenta con la mente per seguire suoi pensieri nascosti e privati. Sorella minore di sette anni di Sheldon, suo padre, uno stimato professore, muore poco più che trentenne quando lei ha solo 15 mesi.

Chiusa nella sua solitudine, si diletta ad imitare i divi che vede in televisione, che consuma voracemente, anche a causa di una precoce ipocondria che la affligge da quando è bambina. In famiglia, queste "stranezze" non sono viste decisamente di buon occhio. Madre e zii tentano di dissuaderla dall'esibirsi o dal cantare. In particolare, il suo aspetto non è ritenuto particolarmente gradevole, attributo che agli occhi della madre sembra imprescindibile per intraprendere la carriera nel mondo dello spettacolo. Ovviamente, doveva ancora esplodere la singolarissima carica sensuale che Barbra saprà sprigionare da adulta, fino a diventare un vero e proprio "sex symbol" sebbene del tutto "sui generis".

La madre, dunque, rimasta sola e non potendo più sopportare quella condizione, comincia a frequentare diversi uomini, tutti immancabilmente antipatici alla piccola Barbra. Uno di questi è Luis Kind che inizialmente si sforza di piacerle ma poi, anche a causa di gravi dissapori con la madre, butta entrambi fuori di casa. Madre e figlia, a quel punto, sono costrette a cercarsi un appartamento coi pochi soldi rimasti. Fortunatamente, a Brooklyn trovano un misero sottotetto in affitto. Non è certo il massimo dell'abitare ma sempre meglio che niente, soprattutto in considerazione della modica cifra a cui riescono a strapparlo.

Intanto, Barbra Streisand inizia a cantare sul serio. Vince una gara di talento alla Metro Goldwyn Mayer e comincia a pensare anche di perfezionarsi, frequentando corsi e lezioni. Anche in questo caso, la madre si oppone, perché troppo costosi. Si riduce allora a cantare nei night club di New York. Siamo all'inizio degli anni 60. Dopo qualche anno di gavetta, ottiene finalmente la sua prima parte a Broadway in un musical. Subito dopo ottiene un contratto con la Columbia e pubblica il suo primo disco, "The Barbra Streisand Album", nel 1963. Il disco vende un gran numero di copie, e nel giro di pochi mesi la Streisand ne incide altri tre; ma anziché approfittare della sua popolarità come cantante decide di recitare ancora a Broadway, nello spettacolo "Funny girl", da cui viene tratta la canzone "People", che entra in Top Ten.

Nel 1965 la Streisand conduce il suo primo programma in tivù, "My name is Barbra", e nel 1967 va a Hollywood per girare il film tratto da "Funny girl", per cui vince un Academy Award. Sicura, appagata, economicamente e artisticamente soddisfatta, sembra che il successo non possa più sfuggirle di mano. Purtroppo, invece, negli anni successivi andrà incontro ad una serie di flop. I film successivi sono dei clamorosi insuccessi; il suo nome non sembra più sufficiente per indurre la gente a strappare biglietti al botteghino. Ancora una volta, è la musica che salva l'artista. L'incisione di "Stoney end" (una cover di Laura Nyro), balza a sorpresa nella Top Ten, rilanciando il nome della Streisand a tutti i livelli. Recita quindi nella commedia "The owl and the pussycat" a cui segue il film "Come eravamo", il cui tema va al numero uno in classifica; subito dopo è il momento di "E' nata una stella", film che contiene "Evergreen", altro singolo da numero uno. Da quel momento in poi, ogni album della Streisand vende almeno un milione di copie.

Di recente, ha stabilito un record personale di vendite con "Guilty" (1980), scritto e prodotto da Berry Gibb (uno dei componenti dei "Bee Gees"); ma anche il cinema ha continuato a darle soddisfazioni, ad esempio con il pregevole "Yentl", dalla colonna sonora fine e sofisticata.

Nel 1985, altro successo musicale con "The Broadway Album". Dello stesso anno il film "Il principe delle maree". Nel 1994, invece, vede la luce un'incisione di alcune sue esibizioni dal vivo, "The Concert" che vende milioni di copie; nel 1999 è il turno di "A love lik ours" mentre alla fine del 2001 la Streisand incide il suo secondo album di canzoni natalizie, "Christmas memories".

Da sottolineare il fatto che questa straordinaria cantante e attrice è riuscita a raggiungere il successo ignorando di fatto il genere musicale più di massa e popolare del secolo, ossia il rock and roll.

Interrogata tempo fa da Vincenzo Mollica sulla possibilità di incidere un disco in italiano ha dichiarato:

Credo di aver cantato due volte in Italiano la prima con People e la seconda con Evergreen, scritta da me. Mi piace cantare in questa lingua. Amo molto Puccini, il disco con le arie di Puccini cantate dalla Callas è sicuramente uno dei miei preferiti.

A testimonianza, ce ne fosse bisogno, del suo eclettismo e del suo infallibile gusto.

Frasi di Barbra Streisand

5 fotografie

Foto e immagini di Barbra Streisand

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Barbra Streisand ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Barbra Streisand nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Barbra Streisand Discografia

9 biografie

Nati lo stesso giorno di Barbra Streisand

Altan

Altan

Fumettista italiano
α 30 settembre 1942
Adriano Sofri

Adriano Sofri

Saggista italiano, ex leader di Lotta Continua
α 1 agosto 1942
Andy Summers

Andy Summers

Musicista inglese, The Police
α 31 dicembre 1942
Aretha Franklin

Aretha Franklin

Cantante statunitense
α 25 marzo 1942
Caetano Veloso

Caetano Veloso

Cantante brasiliano
α 7 agosto 1942
Calvin Klein

Calvin Klein

Stilista statunitense
α 19 novembre 1942
Daniel Barenboim

Daniel Barenboim

Pianista e direttore d'orchestra argentino-israeliano
α 15 novembre 1942
Dino Zoff

Dino Zoff

Calciatore e allenatore italiano
α 28 febbraio 1942
Fabrizio Saccomanni

Fabrizio Saccomanni

Economista e politico italiano
α 22 novembre 1942
Felice Gimondi

Felice Gimondi

Atleta italiano, campione di ciclismo
α 29 settembre 1942
George Jung

George Jung

Criminale statunitense
α 6 agosto 1942
Giacinto Facchetti

Giacinto Facchetti

Calciatore italiano, dirigente dell'Inter
α 18 luglio 1942
ω 4 settembre 2006
Giacomo Agostini

Giacomo Agostini

Campione di motociclismo italiano
α 16 giugno 1942
Giancarlo Giannini

Giancarlo Giannini

Attore e doppiatore italiano
α 1 agosto 1942
Gianfranco Ravasi

Gianfranco Ravasi

Cardinale e arcivescovo cattolico italiano
α 18 ottobre 1942
Harrison Ford

Harrison Ford

Attore e produttore statunitense
α 13 luglio 1942
Isabel Allende

Isabel Allende

Scrittrice cilena
α 2 agosto 1942
Jean-Claude Trichet

Jean-Claude Trichet

Banchiere ed economista francese
α 20 dicembre 1942
Jimi Hendrix

Jimi Hendrix

Chitarrista statunitense
α 27 novembre 1942
ω 18 settembre 1970
John Irving

John Irving

Scrittore e sceneggiatore statunitense
α 2 marzo 1942
Kim Jong Il

Kim Jong Il

Leader politico e dittatore nordcoreano
α 16 febbraio 1942
ω 17 dicembre 2011
Larry Flynt

Larry Flynt

Editore statunitense
α 1 novembre 1942
Leo Nucci

Leo Nucci

Baritono italiano
α 16 aprile 1942
Lou Reed

Lou Reed

Cantautore statunitense
α 2 marzo 1942
ω 27 ottobre 2013
Mario Bochi

Mario Bochi

Esperto consulente assicurativo italiano
α 22 ottobre 1942
Martin Scorsese

Martin Scorsese

Regista statunitense
α 17 novembre 1942
Mauro Rostagno

Mauro Rostagno

Giornalista, sociologo e attivista italiano, vittima di mafia
α 6 marzo 1942
ω 26 settembre 1988
Michael Crichton

Michael Crichton

Scrittore, regista e sceneggiatore statunitense
α 23 ottobre 1942
ω 4 novembre 2008
Muammar Gheddafi

Muammar Gheddafi

Dittatore libico
α 7 giugno 1942
ω 20 ottobre 2011
Muhammad Ali

Muhammad Ali

Pugile statunitense
α 17 gennaio 1942
ω 3 giugno 2016
Oliviero Toscani

Oliviero Toscani

Fotografo italiano
α 28 febbraio 1942
Paul McCartney

Paul McCartney

Cantante e musicista inglese, Beatles
α 18 giugno 1942
Penny Marshall

Penny Marshall

Regista, produttrice e attrice statunitense
α 15 ottobre 1942
Pierangelo Bertoli

Pierangelo Bertoli

Cantautore italiano
α 5 novembre 1942
ω 7 ottobre 2002
Ronnie James Dio

Ronnie James Dio

Cantante heavy metal statunitense
α 10 luglio 1942
ω 16 maggio 2010
Sandro Mazzola

Sandro Mazzola

Ex calciatore italiano
α 8 novembre 1942
Stephen Hawking

Stephen Hawking

Matematico e astrofisico inglese
α 8 gennaio 1942
Theodore Kaczynski

Theodore Kaczynski

Serial killer statunitense noto come Unabomber
α 22 maggio 1942
Umberto Galimberti

Umberto Galimberti

Filosofo italiano
α 3 maggio 1942
Vanna Marchi

Vanna Marchi

Personaggio televisivo italiano
α 2 settembre 1942
Vittorio Cecchi Gori

Vittorio Cecchi Gori

Imprenditore e politico italiano
α 27 aprile 1942
Werner Herzog

Werner Herzog

Regista tedesco
α 5 settembre 1942