Oggi: sabato 20 settembre 2014 » S. Filippa
Giorno per giorno i profili di miti e personaggi famosi che si sono meritati un posto nella storia

Angelina Jolie

Eroina ribelle

Commenta

Angelina Jolie Voight, figlia del Jon Voight premio Oscar per "Tornando a casa" e dell'attrice Marcheline Bertrand, nasce il 4 giugno del 1975 a Los Angeles. Fratello di Angelina è il regista-attore James Heaven Voight, che ha recitato con la giovane attrice nel film "Original Sin". Numerose le voci che la vedono legata al fratello da un rapporto al limite dell'incesto, voci prontamente smentite da Jamie, che ha imputato il forte attaccamento al trauma della separazione dei genitori vissuto quando i due erano bambini.

Ma la prima comparsata in un film risale alla tenera età di sette anni in un film prodotto dal padre, mentre a soli dodici anni entra nel prestigioso Actor's Studio, la Mecca di tutti gli attori, americani e non. Spirito bizzarro e tendente alla ribellione, a diciassette anni lascia l'America per lavorare in Europa come modella (narra la leggenda, d'altronde avvalorata da lei stessa, che il suo primo tatuaggio, il primo di una lunga serie, risalga proprio a questo periodo). Provocatrice e apparentemente indifferente all'opinione che la gente si possa fare sul suo conto, è famosa per le sue dichiarazioni in controtendenza.

Dopo aver approfondito ulteriormente i suoi studi di attrice prima al Lee Strasberg Istitute poi con Jan Tarrant a New York e Silvana Gallardo a Los Angeles, partecipa a qualche film universitario del giovane fratello e si fa notare in alcuni video musicali, fra cui spuntano i nomi dei Rolling Stones, Meatloaf, Lenny Kravitz e altri ancora.

Adora essere definita una "bad girl" e ha fatto scalpore l'outing sulla sua bisessualità e l'ammissione di aver provato ogni tipo di droga, anche se ora si definisce una vera e prorpia stakanovista del set. E' stata sposata per appena un anno e mezzo all'attore inglese Johnny Lee Miller (Sickboy in "Trainspotting") conosciuto sul set di "Hackers" film culto del 1995 che la fa conoscere al pubblico nelle vesti di Acid Burn.

Nel 1996 gira "Foxfire" una storia d'amore tra due adolescenti, dove conosce la modella giapponese Jenny Shimizu con la quale ha un flirt. Del 1996 è anche "Playing God" nel quale conosce Timoty Hutton: un altro breve flirt. Ma la vera scoperta arriva nel 1997, quando Angelina Jolie gira il chiaccheratissimo "Gia", film per la tv americana, nel quale interpreta Gia Carangi, topmodel eroinomane e lesbica, morta nel 1986 a soli 26 anni di Aids.

L'attrice dichiara: "Nelle insicurezze di questa donna bellissima ma vulnerabile ho visto me stessa. Vivere il suo dramma mi ha costretta ad affrontare le mie stesse paure. Gia mi ha salvato dalla droga e dall'autodistruzione".

Pare che dopo la fine delle riprese si sia trasferita a Manhattan e dopo aver passato il Natale in compagnia di una bottiglia di Vodka, sia tornata a Los Angeles, pronta a continuare la sua carriera di attrice, che, in un momento di sconforto, avrebbe voluto abbandonare.

Nel 1999 gira i film che l'hanno fatta conoscere al pubblico internazionale: "The Bone Collector"(Il collezionista di ossa, tratto dal romanzo di Jeffery Deaver) con Denzel Washington e "Girl Interrupted" dove interpreta Lisa, giovane schizofrenica internata in un centro per malati mentali, a fianco di una altrettanto brava Winona Ryder. Il ruolo di Lisa in "Girl Interrupted" le vale l'Oscar 2000 come miglior attrice non protagonista e da questo momento Angelina Jolie è una della attrici più richieste.

Sarà poi l'eroina virtuale Lara Croft nella mega produzione, densa di effetti spettacolari, "Tomb Raider", oltre che co-protagonista accanto ad Antonio Banderas in "Original Sin" film diretto dallo stesso regista di "Gia".

Tomb Raider le ha portato così fortuna che ormai la Jolie viene definitivamente identificata come l'incarnazione "ufficiale" della celebre eroina virtuale, la prima attrice che ha davvero "vampirizzato" un personaggio di invenzione. In breve, è diventata lei stessa un'eroina per tutti gli appassionati di videogiochi e un'icona del mondo che ruota intorno ai videogame. Ma è anche stata chiamata da Oliver Stone per il nuovo film da lui diretto: "Beyond the Borders".

L'altra storia d'amore che l'ha proiettata su tutti i giornali è stata quella con l'allora 44enne Billy Bob Thornton, attore sceneggiatore e regista già vincitore di un Oscar nel 1996, conosciuto durante le riprese del film "Pushing Tin". Dopo essersi sposati, essersi tatuati i rispettivi nomi sul corpo e aver vissuto la solita storia travolgente piena zeppa di alti e bassi (con tanto di boccettina con il prezioso sangue dell'altro al collo), i due si sono lasciati.

Dopo i film datati 2004 "Sky Captain and the World of Tomorrow" (con Jude Law e Gwyneth Paltrow), "Identità violate" e "Alexander" (di Oliver Stone, con Colin Farrell e Anthony Hopkins) arriva nel 2005 "Mr. and Mrs Smith" (di Doug Liman); è sul set di quest'ultimo film che incontra Brad Pitt (protagonista maschile). Tra i due nasce una chiacchierata relazione: inizialmente sembra che Angelina Jolie aspetti una bambina da lui. Poi l'attrice smentisce precisando che si tratta dell'adozione di un altro bambino, una bimba etiope di meno di un anno, resa orfana dall'Aids. Ma all'inizio del 2006 la notizia dell'"attesa" viene confermata dal settimanale britannico "News of the World", citando come fonte un anonimo amico della coppia. La figlia Shiloh Nouvel Pitt nasce il 27 Maggio 2006.

Eletta più volte la donna più sexy del mondo, Angelina rimane incinta nuovamente, questa volta di due gemelle. Intanto gira un film d'azione, dal titolo "Wanted - Scegli il tuo destino" (di Timur Bekmambetov, con James McAvoy e Morgan Freeman) che esce nel 2008.

Ultimo aggiornamento: 02/07/2008
Altre frasi di Angelina Jolie Foto di Angelina Jolie

Accadde oggi

20 settembre 1870
Durante il Risorgimento italiano avviene la "Presa di Roma", ricordata anche come Breccia di Porta Pia: Roma viene annessa al Regno d'Italia decretando la fine dello Stato Pontificio e del potere temporale dei Papi.
Leggi l'articolo:
La Breccia di Porta Pia

Ha detto:

«Presta a tutti il tuo orecchio, a pochi la tua voce.»
William_Shakespeare
Testo di Stefano Moraschini