Amedeo Minghi

Amedeo Minghi
Amedeo Minghi nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Amedeo Minghi Discografia

Biografia

Amedeo Minghi nasce il 12 agosto del 1947 a Roma, ultimo di sei figli. Cresciuto nel rione Prati, si avvicina alla musica con I Noemi, un complesso beat formato con gli amici, in cui Amedeo è voce solista. La sua prima canzone, "Una cosa stupida", viene rifiutata dalla RCA Italiana, ma nonostante questa delusione decide di passare comunque alla carriera da solista. La decisione arriva complice un provino sostenuto in presenza del direttore artistico della sede di Roma della Ricordi, Gianni Sanjust, e dei maestri Alberto Durante e Stelvio Cipriani.

Così sottoscrive un contratto con la Dischi Ricordi e nel 1966 realizza un 45 giri che contiene due brani il cui testo è scritto da Mogol, "Ma per fortuna" e "Alla fine", proposti anche nel corso del programma tv "Scala reale".

Nel 1967 Amedeo Minghi registra una cover del brano di Sergio Endrigo "Dove credi di andare", che fa parte di una compilation di canzoni di Sanremo della Dischi Ricordi. Tre anni più tardi passa all'Apollo, la casa discografica di Edoardo Vianello. Minghi comincia a scrivere pezzi per I Vianella - duo composto da Edoardo e Wilma Goich. Tra i suoi brani vi sono "Fijo mio", "Canto d'amore di Homeide" e "Vojo er canto de 'na canzone". Amedeo Pubblica anche un 45 giri, che include le canzoni "T'amerei" e "Denise".

Gli anni '70: i primi album

Nel 1973 riesce a incidere il suo primo album, intitolato "Amedeo Minghi". I testi sono scritti da Carla Vistarini, Francesco De Gregori e Edoardo De Angelis. Nello stesso anno, il 13 ottobre, si sposa con Elena Paladino, conosciuta alla Apollo Records (la coppia avrà due figlie, Annesa e Alma).

Ero uno degli artisti della cosiddetta scuola romana. Ricordo con affetto quegli anni: fra colleghi c'era tantissima collaborazione. Ci si mescolava, si scriveva assieme. C'era il cenacolo della RCA, il luogo dove gli artisti venivano ad ascoltare i nuovi prodotti prima che venissero pubblicati. Eravamo l'uno il pubblico dell'altro.

Nel 1975 Minghi entra a far parte dei Pandemonium. Mentre l'anno seguente registra "L'immenso", canzone che gli permette di conquistare le classifiche internazionali con più di due milioni di copie vendute in tutto il mondo.

"L'immenso", nel 1976 è la mia canzone più importante, quella che mi ha dato la patente di cantautore. Il successo internazionale convinse i discografici che potevo avere una carriera tutta mia, e non solo come autore per altri. Che era un'attività gratificante, ma anche un modo per mantenere la mia famiglia.

Dopo aver contribuito alla realizzazione dell'album di Gabriella Ferri "…E adesso andiamo a incominciare", compone "La fantasia" per la Schola Cantorum, "Il mio mondo, il mio giardino" per Marisa Sannia, "Camminando e cantando" per Marcella Bella e "Ti perdo e non vorrei" per Rita Pavone. Nel 1978 lascia il gruppo dei Pandemonium e firma un accordo per la CBS, casa per la quale due anni più tardi pubblica "Minghi", il suo secondo disco, realizzato con la collaborazione del paroliere Adelio Cogliati.

Tuttavia ben presto lascia la CBS, non contento della promozione ricevuta anche per il 45 giri "Qualcuno", e si accorda con la It, intraprendendo una collaborazione con il paroliere Gaio Chiocchio.

Amedeo Minghi negli anni '80

Dopo avere iniziato a produrre il cantautore Mario Castelnuovo, nel 1983 esordisce al "Festival di Sanremo" con il brano "1950", che tuttavia non raggiunge la serata finale e si classifica ultimo. Successivamente il cantante romano passa alla RCA Italiana.

Dopo aver realizzato il Q disc "Quando l'estate verrò", canta con Katia Ricciarelli "Il profumo del tempo" al "Festival di Sanremo". Nel 1986 registra per la Durium l'album "Cuori di pace", che anticipa "Serenata". Poco dopo inizia a collaborare con Pasquale Panella e incide per la Fonit-Cetra l'album "Le nuvole e la rosa", seguito da "La vita mia", che vende mezzo milione di copie.

I successi degli anni '90

Nel 1990 porta a Sanremo "Vattene amore", che Amedeo Minghi canta al fianco di Mietta: il brano arriva sul terzo gradino del podio della manifestazione canora, si aggiudica un Telegatto e conquista dieci dischi di platino.

Amedeo Minghi e Mietta

Amedeo Minghi e Mietta

Poco dopo esce il disco live "Amedeo Minghi in concerto", mentre nel 1991 l'interprete romano torna a Sanremo con la canzone "Nenè", che dà anche il titolo al doppio album in cui è inserita. Nel frattempo si dedica alla scrittura della colonna sonora della serie tv "Fantaghirò", con il brano "Mio nemico amatissimo" interpretato da Rossana Casale. Ma contribuisce anche alle colonne sonore di "Desideria e l'anello del drago" e "Sorellina e il principe del sogno".

Per la soap opera "Edera", in onda su Canale 5, scrive e canta "I ricordi del cuore", che fa parte dell'omonimo album, il quale vende più di 600mila copie. Nel 1993 partecipa di nuovo a Sanremo. Presenta la canzone "Notte bella, magnifica", classificandosi al nono posto. Nel 1996 è ancora sul palco dell'Ariston con "Cantare è d'amore". L'anno successivo, in America del Sud, Minghi pubblica la versione spagnola di "Cantare è d'amore", intitolata "Cantar es de amor", che include anche la versione spagnola di "La vita mia".

Due anni più tardi, nel 1998 è la volta di "Decenni", che ottiene quattro dischi d'oro e che precede il singolo dedicato a papa Giovanni Paolo II "Un uomo venuto da lontano", scritto con la collaborazione di Marcello Marrocchi ed eseguito di fronte al pontefice in occasione del Giubileo del 2000.

Gli anni 2000

Sempre nel 2000 Amedeo Minghi affianca Mariella Nava a Sanremo con la canzone "Futuro come te", che non va più in là del quattordicesimo posto. Pubblica poi l'album "Anita". Due anni più tardi è la volta di "L'altra faccia della luna", realizzato con la collaborazione di Paolo Audino.

Ho un rapporto di odio e amore con il Festival di Sanremo. Forse qualche brano meritava di più. Ho dato un po' troppo a questa manifestazione rispetto a quanto ricevuto in cambio.

Nel 2005 Minghi viene coinvolto dall'attore Lino Banfi in un progetto dell'Unicef con la realizzazione dell'album "Sotto l'ombrellone". Realizza anche la colonna sonora della commedia "L'allenatore nel pallone 2", con protagonista lo stesso Banfi. Nel 2006 il cantante romano pubblica con Rai-Eri la sua autobiografia, intitolata "L'ascolteranno gli americani". L'anno seguente produce "La ballata di Gino", il primo album dei Khorakhanè.

Amedeo Minghi

Amedeo Minghi

Gli anni 2010

Nel 2010 con Lando Fiorini registra il brano "Fijo mio", che fa parte del disco "Ti presento Roma mia", prima di dedicarsi alla realizzazione della colonna sonora di "Anita Garibaldi", fiction proposta da Raiuno. Sulla stessa rete Rai nel settembre del 2012 presenta lo show "Cantare è d'amore", in cui è affiancato da Serena Autieri. Il programma tv però non ottiene grandi ascolti: non riesce ad arrivare al 15% di share.

Amedeo Minghi con la moglie Elena Paladino

Amedeo Minghi con la moglie Elena Paladino

All'inizio del 2014 dopo quarant'anni di matrimonio la moglie muore e Minghi rimane vedovo. Due anni dopo per festeggiare i suoi 50 anni di carriera esce l'album "La bussola e il cuore". Si tratta di un cofanetto composto da tre dischi: "La bussola" con dieci brani nuovi, "Il cuore" con cinque brani classici del suo repertorio rivisitati, e "Mappe" con venti brani inediti ma registrati fra gli anni settanta e ottanta. Nel 2018 torna protagonista in tv come uno dei concorrenti della tredicesima edizione di "Ballando con le stelle", il talent show dedicato alla danza presentato su Raiuno da Milly Carlucci, in cui sfida - tra gli altri - Giovanni Ciacci e Cesare Bocci.

Frasi di Amedeo Minghi

12 fotografie

Foto e immagini di Amedeo Minghi

Video Amedeo Minghi

Loading...

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Amedeo Minghi ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Amedeo Minghi nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Amedeo Minghi Discografia

15 biografie

Nati lo stesso giorno di Amedeo Minghi

Orlan

Orlan

Artista francese
α 30 maggio 1947
Alessandro Haber

Alessandro Haber

Attore italiano
α 19 gennaio 1947
Alfredo Castelli

Alfredo Castelli

Fumettista italiano
α 26 giugno 1947
Antonio Bassolino

Antonio Bassolino

Politico italiano
α 20 marzo 1947
Arnold Schwarzenegger

Arnold Schwarzenegger

Attore e politico statunitense
α 30 luglio 1947
Augusto Daolio

Augusto Daolio

Cantante italiano e leader storico dei Nomadi
α 18 febbraio 1947
ω 7 ottobre 1992
Bice Biagi

Bice Biagi

Giornalista italiana
α 5 maggio 1947
Brian May

Brian May

Musicista inglese, Queen
α 19 luglio 1947
Brian Johnson

Brian Johnson

Cantante inglese, AC/DC
α 5 ottobre 1947
Camilla Parker Bowles

Camilla Parker Bowles

Reale inglese
α 17 luglio 1947
Carlos Santana

Carlos Santana

Chitarrista messicano
α 20 luglio 1947
Cat Stevens

Cat Stevens

Cantante folk inglese
α 21 luglio 1947
Clemente Mastella

Clemente Mastella

Politico italiano
α 5 febbraio 1947
David Bowie

David Bowie

Cantante inglese
α 8 gennaio 1947
ω 10 gennaio 2016
David Letterman

David Letterman

Presentatore tv statunitense
α 12 aprile 1947
Dick Fosbury

Dick Fosbury

Atleta statunitense
α 6 marzo 1947
Dilma Rousseff

Dilma Rousseff

Presidente del Brasile
α 14 dicembre 1947
Elton John

Elton John

Cantante e musicista inglese
α 25 marzo 1947
Farrah Fawcett

Farrah Fawcett

Attrice statunitense
α 2 febbraio 1947
ω 25 giugno 2009
Franco Mussida

Franco Mussida

Chitarrista e compositore italiano, PFM
α 21 marzo 1947
Giancarlo Magalli

Giancarlo Magalli

Autore e conduttore tv italiano
α 5 luglio 1947
Gigliola Cinquetti

Gigliola Cinquetti

Cantante italiana
α 20 dicembre 1947
Giulio Tremonti

Giulio Tremonti

Politico e giurista italiano
α 18 agosto 1947
Glenn Close

Glenn Close

Attrice statunitense
α 19 marzo 1947
Hillary Clinton

Hillary Clinton

Politica statunitense
α 26 ottobre 1947
Iggy Pop

Iggy Pop

Cantante rock statunitense
α 21 aprile 1947
Ignazio La Russa

Ignazio La Russa

Politico italiano
α 18 luglio 1947
James Woods

James Woods

Attore statunitense
α 18 aprile 1947
James Hunt

James Hunt

Pilota inglese di F1
α 29 agosto 1947
ω 15 giugno 1993
Johan Cruijff

Johan Cruijff

Ex calciatore olandese
α 25 aprile 1947
ω 24 marzo 2016
L' Ufologia

L' Ufologia

Disciplina
α 24 giugno 1947
Leoluca Orlando

Leoluca Orlando

Politico italiano
α 1 agosto 1947
Luca di Montezemolo

Luca di Montezemolo

Imprenditore e industriale italiano
α 31 agosto 1947
Mario Draghi

Mario Draghi

Economista italiano
α 3 settembre 1947
Mario Borghezio

Mario Borghezio

Politico italiano
α 3 dicembre 1947
Mia Martini

Mia Martini

Cantante italiana
α 20 settembre 1947
ω 12 maggio 1995
Mitt Romney

Mitt Romney

Politico statunitense
α 12 marzo 1947
O. J. Simpson

O. J. Simpson

Ex giocatore di football americano e attore statunitense
α 9 luglio 1947
Paolo Romani

Paolo Romani

Politico italiano
α 18 settembre 1947
Paul Auster

Paul Auster

Scrittore statunitense
α 3 febbraio 1947
Paulo Coelho

Paulo Coelho

Scrittore brasiliano
α 24 agosto 1947
Riccardo Fogli

Riccardo Fogli

Cantante italiano
α 21 ottobre 1947
Roberto Formigoni

Roberto Formigoni

Politico italiano
α 30 marzo 1947
Ronnie Wood

Ronnie Wood

Musicista inglese, Rolling Stones
α 1 giugno 1947
Salman Rushdie

Salman Rushdie

Scrittore indiano
α 19 giugno 1947
Sam Neill

Sam Neill

Attore neozelandese
α 14 settembre 1947
Sandro Petraglia

Sandro Petraglia

Sceneggiatore e regista italiano
α 19 aprile 1947
Stefano Benni

Stefano Benni

Scrittore italiano
α 12 agosto 1947
Stephen King

Stephen King

Scrittore statunitense
α 21 settembre 1947
Tom Clancy

Tom Clancy

Scrittore statunitense
α 12 aprile 1947
ω 2 ottobre 2013
Walter Tobagi

Walter Tobagi

Giornalista italiano
α 18 marzo 1947
ω 28 maggio 1980
Zdenek Zeman

Zdenek Zeman

Allenatore ceco
α 12 maggio 1947