Carlo Freccero

Carlo Freccero

Carlo Freccero

Carlo Freccero nelle opere letterarie

Biografia

Carlo Freccero nasce a Savona il 5 agosto del 1947. E' giornalista e autore televisivo che ha ricoperto nella propria carriera importanti ruoli ai vertici delle televisioni sia pubbliche che private nazionali. Considerato un intellettuale, è sovente salito agli onori delle cronache dopo lo scoppio della pandemia per le sue posizioni controverse. Vediamo di seguito quali sono i momenti salienti della sua vita privata e professionale.

Carlo Freccero

Carlo Freccero

Gli studi, gli esordi a Fininvest e in Francia

Dopo una laurea in Filosofia all'Università di Genova, conseguita grazie a una tesi su Michel Foucault, Freccero sceglie di dare sbocco alle proprie doti di buon comunicatore quando gli viene data l'opportunità di dirigere i palinsesti della neonata televisione commerciale Fininvest.

Contribuisce a definire in maniera netta i primi periodi di Canale 5 e Italia 1. Nel 1984 si occupa sempre di curare la programmazione per il terzo canale della futura Mediaset, ovvero Rete 4.

Dal momento che l'impero mediatico di Silvio Berlusconi si espande anche in Francia, Carlo Freccero accede alla nomina di direttore dei programmi di La Cinq; detiene tale carica dal 1986 fino al 1990.

Carlo Freccero

Torna per un breve periodo in Italia dove ricopre la carica di direttore di Italia 1 dal giugno 1991 al settembre 1992, succedendo a Giorgio Gori.

Sulla fine dell'esperienza di Freccero a Italia 1, Gianfranco Funari racconta nel suo libro "Il potere in mutande":

Nel maggio del 1992 la Fininvest decise di sostituire il direttore di rete Carlo Freccero con Carlo Vetrugno. Freccero aveva portato a Italia 1 "Mezzogiorno italiano" e altri programmi innovativi come "Lezioni d'amore" di Giuliano Ferrara e Anselma Dall'Olio, "Scherzi a parte", "Pressing", "Mai dire Tv", "L'Istruttoria". Secondo alcuni la sua linea era troppo creativa rispetto al tipo di programmi richiesti dai dirigenti Fininvest che cominciavano, a detta loro, a incontrare difficoltà a vendere gli spazi pubblicitari. Non credo a questa tesi perché nel mercato televisivo sono sempre stati gli ascolti a determinare la raccolta pubblicitaria. Credo invece che il motivo della cacciata di Freccero sia di natura politica come nel mio caso.

Carlo Freccero

Poi inizia a collaborare con le rivali di Mediaset, ovvero i canali pubblici, diventando consulente di Rai 1.

In seguito, grazie alla sua conoscenza del mercato televisivo francese, Carlo Freccero viene chiamato nel 1993 a gestire la programmazione dei canali France 2 e France 3.

Carlo Freccero e la rivoluzione di Rai 2

Fa nuovamente ritorno in Italia dove nel 1996 viene nominato direttore di Rai 2. L'intenzione durante il suo mandato è molto chiara: ovvero quella di trasformare la rete in un contenitore in grado di attirare un pubblico giovane, grazie a linguaggi provocatori e a contenuti multimediali alternativi.

Carlo Freccero

Nascono dunque programmi come Satyricon e L'ottavo nano, che vedono diventare famosi Piero Chiambretti, Daniele Luttazzi e soprattutto i fratelli Corrado Guzzanti e Sabina Guzzanti con la loro comicità irriverente.

Gli anni 2000

La vittoria del centrodestra alle elezioni nel 2001 porta all'allontanamento di numerosi volti considerati scomodi, compresi quelli portati in televisione proprio da Freccero.

Nella primavera del 2002, in seguito alla distribuzione dei pesi politici, Carlo Freccero stesso viene allontanato da Rai 2. Pochi mesi più tardi viene allontanato anche da qualsiasi altra funzione di responsabilità nell'azienda.

Carlo Freccero

Nonostante questo trattamento sceglie di tornare comunque per la trasmissione Rockpolitik (condotta da Adriano Celentano) nell'ottobre del 2005 in qualità di autore.

Una parentesi di tre anni a RaiSat in veste di presidente gli consente di avvicinarsi sempre più alle nuove tecnologie, sperimentando linguaggi che nei canali generalisti della Rai difficilmente può avvicinare.

Parallelamente alla presidenza di RaiSat, Carlo Freccero viene nominato direttore anche del canale televisivo Rai 4 a partire dal luglio del 2008. In questa veste scatena notevoli polemiche a causa di una scenetta che molti giudicano provocatoria in maniera gratuita nell'ambito della promozione di un programma.

Si tratta di Sugo - sessanta minuti di gusto e disgusto: Freccero insieme a due trans è protagonista di una scenetta irriverente. Ciò avviene nel pieno dello scandalo che colpisce l'ex conduttore del TG2 Piero Marrazzo, al tempo Presidente della Regione Lazio (sarebbe stato ricattato per un video che l'avrebbe mostrato assieme a una transessuale e con sostanze stupefacenti).

Le posizioni politiche e le controversie a Rai 2

Nell'agosto del 2015 Freccero diventa membro del consiglio di amministrazione della Rai grazie al supporto del MoVimento 5 Stelle, partito al quale si avvicina sempre di più soprattutto all'area più radicale. A seguito della grande vittoria elettorale ottenuta proprio del M5S nelle elezioni del marzo 2018, nel novembre dello stesso anno il consiglio di amministrazione della televisione pubblica italiana lo mette nuovamente a capo di Rai 2.

Se il primo periodo alla guida del secondo canale della Rai si era dimostrato fortemente innovativo e legato a temi scanzonati e di satira, la seconda parentesi come direttore della rete di Freccero si caratterizza per l'ideazione di programmi particolarmente controversi, che in molti casi supportano posizioni apertamente nazionaliste e toni cospirazionisti.

Alcuni di questi contenitori televisivi, come ad esempio Povera Patria e Popolo Sovrano registrano pochi ascolti, ma riescono comunque a far accusare la gestione di Carlo Freccero di imparzialità manifesta. Noncurante delle critiche, egli rimane in carica fino alla fine di novembre 2019, quando sceglie di annunciare la propria decisione di andare in pensione.

Libri di Carlo Freccero

E' autore di alcune pubblicazioni, tra cui:

Carlo Freccero

Vita privata e curiosità

Della vita privata di Carlo Freccero si conoscono pochissimi dettagli, tra cui solo il nome della moglie: Daniela Strumia. La coppia è riuscita a mantenere il completo riserbo sulla propria relazione tenendosi molto lontano dai social network.

A causa di alcune dichiarazioni in trasmissioni televisive nell'autunno del 2021, seguite da un clamore che ha avuto particolare eco sulla carta stampata, è emerso chiaramente il supporto di Carlo Freccero rispetto alla teoria complottista del Grande Reset (Great Reset): una proposta del World Economic Forum (WEF) per ricostruire l'economia in modo sostenibile dopo la pandemia Covid-19 che introdurrebbe un cosiddetto Nuovo Ordine Mondiale.

Frasi di Carlo Freccero

8 fotografie

Foto e immagini di Carlo Freccero

Video Carlo Freccero

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Carlo Freccero nelle opere letterarie

11 biografie

Nati lo stesso giorno di Carlo Freccero

Orlan

Orlan

Artista francese
α 30 maggio 1947
Alessandro Haber

Alessandro Haber

Attore italiano
α 19 gennaio 1947
Alfredo Castelli

Alfredo Castelli

Fumettista italiano
α 26 giugno 1947
Amedeo Minghi

Amedeo Minghi

Cantautore italiano
α 12 agosto 1947
Antonio Bassolino

Antonio Bassolino

Politico italiano
α 20 marzo 1947
Arnold Schwarzenegger

Arnold Schwarzenegger

Attore e politico statunitense
α 30 luglio 1947
Augusto Daolio

Augusto Daolio

Cantante italiano e leader storico dei Nomadi
α 18 febbraio 1947
ω 7 ottobre 1992
Bice Biagi

Bice Biagi

Giornalista italiana
α 5 maggio 1947
Brian May

Brian May

Musicista inglese, Queen
α 19 luglio 1947
Brian Johnson

Brian Johnson

Cantante inglese, AC/DC
α 5 ottobre 1947
Camilla Parker Bowles

Camilla Parker Bowles

Reale inglese
α 17 luglio 1947
Carlos Santana

Carlos Santana

Chitarrista messicano
α 20 luglio 1947
Cat Stevens

Cat Stevens

Cantante folk inglese
α 21 luglio 1947
Clemente Mastella

Clemente Mastella

Politico italiano
α 5 febbraio 1947
David Bowie

David Bowie

Cantante inglese
α 8 gennaio 1947
ω 10 gennaio 2016
David Letterman

David Letterman

Presentatore tv statunitense
α 12 aprile 1947
Dick Fosbury

Dick Fosbury

Atleta statunitense
α 6 marzo 1947
Dilma Rousseff

Dilma Rousseff

Presidente del Brasile
α 14 dicembre 1947
Elton John

Elton John

Cantante e musicista inglese
α 25 marzo 1947
Farrah Fawcett

Farrah Fawcett

Attrice statunitense
α 2 febbraio 1947
ω 25 giugno 2009
Franco Mussida

Franco Mussida

Chitarrista e compositore italiano, PFM
α 21 marzo 1947
Giancarlo Magalli

Giancarlo Magalli

Autore e conduttore tv italiano
α 5 luglio 1947
Gigliola Cinquetti

Gigliola Cinquetti

Cantante italiana
α 20 dicembre 1947
Giulio Tremonti

Giulio Tremonti

Politico e giurista italiano
α 18 agosto 1947
Glenn Close

Glenn Close

Attrice statunitense
α 19 marzo 1947
Hillary Clinton

Hillary Clinton

Politica statunitense
α 26 ottobre 1947
Iggy Pop

Iggy Pop

Cantante rock statunitense
α 21 aprile 1947
Ignazio La Russa

Ignazio La Russa

Politico italiano
α 18 luglio 1947
James Woods

James Woods

Attore statunitense
α 18 aprile 1947
James Hunt

James Hunt

Pilota inglese di F1
α 29 agosto 1947
ω 15 giugno 1993
Johan Cruijff

Johan Cruijff

Ex calciatore olandese
α 25 aprile 1947
ω 24 marzo 2016
L' Ufologia

L' Ufologia

Disciplina
α 24 giugno 1947
Leoluca Orlando

Leoluca Orlando

Politico italiano
α 1 agosto 1947
Luca di Montezemolo

Luca di Montezemolo

Imprenditore e industriale italiano
α 31 agosto 1947
Mario Draghi

Mario Draghi

Economista e accademico italiano
α 3 settembre 1947
Mario Borghezio

Mario Borghezio

Politico italiano
α 3 dicembre 1947
Mia Martini

Mia Martini

Cantante italiana
α 20 settembre 1947
ω 12 maggio 1995
Mitt Romney

Mitt Romney

Politico statunitense
α 12 marzo 1947
O. J. Simpson

O. J. Simpson

Ex giocatore di football americano e attore statunitense
α 9 luglio 1947
Paolo Romani

Paolo Romani

Politico italiano
α 18 settembre 1947
Paul Auster

Paul Auster

Scrittore statunitense
α 3 febbraio 1947
Paulo Coelho

Paulo Coelho

Scrittore brasiliano
α 24 agosto 1947
Riccardo Fogli

Riccardo Fogli

Cantante italiano
α 21 ottobre 1947
Roberto Formigoni

Roberto Formigoni

Politico italiano
α 30 marzo 1947
Ronnie Wood

Ronnie Wood

Musicista inglese, Rolling Stones
α 1 giugno 1947
Salman Rushdie

Salman Rushdie

Scrittore indiano
α 19 giugno 1947
Sam Neill

Sam Neill

Attore neozelandese
α 14 settembre 1947
Sandro Petraglia

Sandro Petraglia

Sceneggiatore e regista italiano
α 19 aprile 1947
Stefano Benni

Stefano Benni

Scrittore italiano
α 12 agosto 1947
Stephen King

Stephen King

Scrittore statunitense
α 21 settembre 1947
Tom Clancy

Tom Clancy

Scrittore statunitense
α 12 aprile 1947
ω 2 ottobre 2013
Walter Tobagi

Walter Tobagi

Giornalista italiano
α 18 marzo 1947
ω 28 maggio 1980
Zdenek Zeman

Zdenek Zeman

Allenatore ceco
α 12 maggio 1947