Biografie

Danny Boyle

Danny Boyle
Danny Boyle nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Danny Boyle

Biografia

Il celebre regista Danny Boyle nasce il 20 ottobre 1956 a Radcliffe, nel Lancashire, figlio di genitori irlandesi. Cresciuto secondo un'educazione cattolica, fa il chierichetto per otto anni, anche perché sua mamma vorrebbe che diventasse un prete; a quattordici anni, tuttavia, viene convinto proprio da un prete a non trasferirsi dalla scuola al seminario. Dopo aver studiato a Bolton al Thornleigh Salesian College, frequenta la Bangor University, dove segue lezioni di inglese e recitazione: in questo periodo, frequenta l'attrice Frances Barber. Una volta lasciata la scuola, intraprende la carriera di attore e regista alla Joint Stock Theatre Company, per poi spostarsi al Royal Court Theatre nel 1982 per dirigere "The genius", di Howard Brenton, e "Saved", di Edward Bond. Nel frattempo ha anche l'opportunità di lavorare in televisione: per BBC Northern Ireland è produttore di diversi film tv, tra i quali il controverso "Elephant", di Alan Clarke; quindi è regista di spettacoli come "Arise and go now", "For the greater good", "Not even God is wise enough" e "Scout", oltre a due episodi di "Inspector Morse".

Divenuto responsabile della serie "Mr. Wroe's Virgins", in onda sulla BBC2, si dedica poi anche al cinema: nel 1995 il suo primo film diretto è "Shallow grave" (conosciuto in Italia come "Piccoli omicidi tra amici"), uno dei maggiori successi commerciali di quell'anno in Gran Bretagna. Realizzato insieme con il produttore Andrew Macdonald e lo scrittore John Hodge (autore del romanzo da cui il film prende spunto), "Shallow grave", che annovera nel cast Christopher Eccleston, Ewan McGregor e Kerry Fox, permette a Boyle di ottenere il premio di "Best newcomer" assegnato nel 1996 dal London Film Critics Circle. Grazie ai riscontri positivi ottenuti da quella pellicola, egli ha la possibilità di dare vita a "Trainspotting", basato su un racconto di Irvine Welsh. La pellicola affronta il problema della droga con uno sguardo ironico, al limite del grottesco, e tra gli attori vede ancora la presenza di McGregor: nel giro di breve tempo diventa un vero e proprio cult.

Trasferitosi a Hollywood, Danny Boyle rifiuta una proposta di dirigere il quarto episodio della saga di "Alien", "Alien: la clonazione" (partecipa solo alla realizzazione di alcune scene), dedicandosi invece, nel 1997, a "A life less ordinary" (in Italia uscito con il titolo "Una vita esagerata"), sempre con Ewan McGregor, affiancato da Cameron Diaz: i risultati al botteghino, però, sono poco incoraggianti. In seguito realizza il film "The beach": girato in Thailandia, vede come protagonista Leonardo DiCaprio, imposto dalla produzione invece di McGregor, che tra l'altro era stato colui che aveva fatto conoscere il romanzo di Alex Garland (da cui è tratto il film) a Boyle. Da quel momento, complice una situazione di tensione alimentata dai media e dalla stampa, il regista britannico e il suo attore feticcio non lavoreranno più insieme. La pellicola ottiene uno scarso riscontro, sia presso il pubblico che presso la critica: nel corso degli anni, comunque, verrà rivalutata, soprattutto dai viaggiatori Backpackers.

Tornato alla televisione con "Don't tell Mùm" e "The bad Sheppard", due documentari musicali, Boyle collabora nuovamente con Alex Garland per la pellicola post-apocalittica "28 days later" (in Italia, "28 giorni dopo"); quindi dirige Kenneth Branagh nel cortometraggio "Alien love triangle". Nel 2004 il regista britannico torna dietro la macchina da presa per "Millions", sceneggiato da Frank Cottrell Boyce, prima di collaborare con Alex Garland per il fantascientifico "Sunshine", nei cinema nel 2007. Ricco di riferimenti a "2001: Odissea nello spazio", ma anche ad "Alien" e a "Solaris", il film racconta le vicende di un team di otto astronauti su una gigantesca astronave, impegnati in una missione sul Sole: il loro scopo è quello di alimentare la stella utilizzando un ordigno nucleare grande quanto l'isola di Manhattan, una bomba stellare finalizzata a rigenerare le reazioni termonucleari del sole.

L'anno successivo il regista inglese dirige a Bollywood "Slumdog millionaire" (titolo in Italia: "The Millionaire"), la storia di un bambino povero (interpretato da Dey Patel) che partecipa all'edizione indiana di "Chi vuol essere milionario?"; la protagonista femminile è Freida Pinto. La pellicola si rivela un successo di critica, regalando a Boyle anche l'Oscar per la migliore regia (ma in totale sono ben otto le statuette conquistate agli Academy Awards). Dopo il trionfo di "The millionaire", Danny Boyle dirige nel 2010 il film "127 hours", con Kate Mara, Amber Tamblyn e James Franco, basato sull'autobiografia di Aron Ralston "Between a rock and a hard place". Uscito il 5 novembre del 2010, il film ottiene sei candidature agli Oscar, tra cui quella di migliore attore per Franco e quella di miglior sceneggiatura non originale per lo stesso Boyle.

Danny Boyle negli anni 2010

Nel 2011, Danny Boyle si dedica al teatro portando in scena a Londra Benedict Cumberbatch e Jonny Lee Miller nello spettacolo "Frankenstein", liberamente ispirato al romanzo omonimo di Mary Shelley. Nell'estate del 2012, invece, l'artista inglese ha l'opportunità di dirigere la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Londra, in occasione della quale gira anche un cortometraggio che vede protagonisti la Regina Elisabetta II e l'interprete di James Bond Daniel Craig.

Film successivi sono "In trance" (2013), il biografico "Steve Jobs" (2015) e l'attesissimo sequel "Trainspotting 2" (T2: Trainspotting) (2017).

Frasi di Danny Boyle

5 fotografie

Foto e immagini di Danny Boyle

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Danny Boyle ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Danny Boyle nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Danny Boyle

11 biografie

Nati lo stesso giorno di Danny Boyle

Alain Ducasse

Alain Ducasse

Chef francese
α 13 settembre 1956
Alan Friedman

Alan Friedman

Giornalista economico e conduttore tv statunitense
α 30 aprile 1956
Andrea Pazienza

Andrea Pazienza

Fumettista italiano
α 23 maggio 1956
ω 17 giugno 1988
Andy Garcia

Andy Garcia

Attore cubano
α 12 aprile 1956
Antonello Colonna

Antonello Colonna

Chef italiano
α 1 gennaio 1956
Beppe Severgnini

Beppe Severgnini

Giornalista e scrittore italiano
α 26 dicembre 1956
Bjorn Borg

Bjorn Borg

Tennista svedese
α 6 giugno 1956
Carlo Urbani

Carlo Urbani

Medico italiano
α 19 ottobre 1956
ω 29 marzo 2003
Carrie Fisher

Carrie Fisher

Attrice statunitense
α 21 ottobre 1956
ω 27 dicembre 2016
Cristina Comencini

Cristina Comencini

Regista, sceneggiatrice e scrittrice italiana
α 8 maggio 1956
David Copperfield

David Copperfield

Illusionista statunitense
α 16 settembre 1956
Eric Roberts

Eric Roberts

Attore statunitense
α 18 aprile 1956
Gerry Scotti

Gerry Scotti

Presentatore TV e attore italiano
α 7 agosto 1956
Giacomo Poretti

Giacomo Poretti

Attore e comico italiano
α 26 aprile 1956
Gianna Nannini

Gianna Nannini

Cantante italiana
α 14 giugno 1956
Giobbe Covatta

Giobbe Covatta

Attore e comico italiano
α 11 giugno 1956
Giuliana De Sio

Giuliana De Sio

Attrice italiana
α 2 aprile 1956
Giuseppe Tornatore

Giuseppe Tornatore

Regista italiano
α 27 maggio 1956
Ivana Spagna

Ivana Spagna

Cantante italiana
α 16 dicembre 1956
Joe Satriani

Joe Satriani

Chitarrista statunitense
α 15 luglio 1956
Larry Bird

Larry Bird

Atleta statunitense, basket
α 7 dicembre 1956
Lars von Trier

Lars von Trier

Regista danese
α 30 aprile 1956
Laura Morante

Laura Morante

Attrice italiana
α 21 agosto 1956
Liam Brady

Liam Brady

Ex calciatore irlandese
α 13 febbraio 1956
Lorenzo Bini Smaghi

Lorenzo Bini Smaghi

Economista e manager italiano
α 29 novembre 1956
Luca Barbareschi

Luca Barbareschi

Attore, presentatore tv e politico italiano
α 28 luglio 1956
Mahmoud Ahmadinejad

Mahmoud Ahmadinejad

Leader politico iraniano
α 28 ottobre 1956
Marina Fiordaliso

Marina Fiordaliso

Cantante italiana
α 19 febbraio 1956
Martina Navratilova

Martina Navratilova

Tennista ceca
α 18 ottobre 1956
Massimo Carlotto

Massimo Carlotto

Scrittore italiano
α 22 luglio 1956
Maurizio Gasparri

Maurizio Gasparri

Politico italiano
α 18 luglio 1956
Mel Gibson

Mel Gibson

Attore e regista statunitense naturalizzato australiano
α 3 gennaio 1956
Michael Connelly

Michael Connelly

Giornalista e scrittore statunitense
α 21 luglio 1956
Michele Alboreto

Michele Alboreto

Pilota F1 italiano
α 23 dicembre 1956
ω 25 aprile 2001
Miguel Bosé

Miguel Bosé

Cantante, attore, compositore ed ex ballerino spagnolo naturalizzato italiano
α 3 aprile 1956
Paolo Rossi

Paolo Rossi

Calciatore italiano
α 23 settembre 1956
Patricia Cornwell

Patricia Cornwell

Scrittrice statunitense
α 9 giugno 1956
Piero Chiambretti

Piero Chiambretti

Presentatore tv italiano
α 30 maggio 1956
Roberto Calderoli

Roberto Calderoli

Politico italiano
α 18 aprile 1956
Stefano Parisi

Stefano Parisi

Politico italiano
α 12 novembre 1956
Sugar Ray Leonard

Sugar Ray Leonard

Pugile statunitense
α 17 maggio 1956
Theresa May

Theresa May

Politica inglese
α 1 ottobre 1956
Tom Hanks

Tom Hanks

Attore statunitense
α 9 luglio 1956
Veronica Lario

Veronica Lario

Attrice italiana
α 19 luglio 1956