Biografie

David Sylvian

David Sylvian
Discografia

Biografia Raffinatezze sonore

Strano ma vero: al mondo esiste ancora qualche musicista che non appare quasi mai, non rilascia interviste, non si presta alle logiche di mercato, eppure continua imperturbabile a vendere dischi. E' ovvio che qui non si discetta di fenomeni da milioni copie, ma questa debole strategia di marketing sembra comunque essere molto apprezzata da un certo pubblico, più attento alla sostanza che all'apparenza.

Questo è proprio il caso di David Sylvian (al secolo David Batt), introverso musicista londinese nato a Beckenham (Inghilterra) il 23 febbraio 1958. La sua vita artistica, dopo un'infanzia difficile, non è sempre stata segnata dalla voglia di scomparire ma è indubbiamente un'attitudine che è cresciuta nel tempo, fino ad arrivare alle soluzioni iper-minimaliste in termini di sound e di look che vediamo oggi.

Nel suo caso però è bene chiarire che il termine "minimalismo" non deve far pensare alle tecniche ripetitive dell'avanguardia americana che si è imposta a partire dagli anni '50 (incarnata da nomi quali Glass, Riley, Reich, per intenderci), ma solo ad un approccio che, pur mantenendosi nell'alveo della musica pop, scarnifica il tessuto strumentale e melodico per approdare ad una neo-semplicità.

La musica di David Sylvian talvolta è molto vicina all'ambient, e basterebbe una scorsa alla collaborazioni (su cui spicca quella con Brian Eno) per corroborare queste impressioni.

L'esordio artistico di Sylvian avviene con il gruppo (oggi cult) dei Japan, un'esperienza durata pressappoco fino alla prima metà degli anni '80 e segnato da quella tipica sete di incontro fra oriente e occidente che era un po' il marchio di quell'ansia di internazionalismo che ha distinto i gruppi di quegli anni.

Dopo alcuni album pregevoli, diventati per gli specialisti degli incunaboli da ricercare sulle bancarelle (ma recentemente ristampati), il capolinea dell'esperienza artistica dei Japan è rappresentato dal doppio live "Oil on canvas", datato maggio 1983.

Lasciato solo, la creatività di Sylvian affina le sue armi e i singoli "Bamboo houses" e "Forbidden colours", supportati dall'importante sodalizio con il genio di Ryuichi Sakamoto, sono lì a testimoniarlo.

I due consolidano definitivamente il loro legame spirituale e artistico con "Brilliant trees" (1984), album capolavoro che è considerato uno dei migliori esordi di tutti i tempi.

Appendice alla prima uscita da solista è il successivo "Alchemy an index of possibilities", episodio strumentale di suggestiva intuizione che non trascura la lezione di Jon Hassel e Brian Eno (due campioni dello sperimentalismo pop); "Gone to hearth" (1986) è invece un monumentale doppio album dalle atmosfere cosmiche ed eteree. Qui esplode il Sylvian più intimista che si circonda dei pensatori più accreditati della musica "leggera" (o per meglio dire, "di confine"), come Bill Nelson o Robert Fripp (testa d'uovo fondatore dei King Crimson) e che da lì a poco darà alla luce un altro gioiello, quel "Secrets of the beehive" dai motivi letterari spiccatamente antropologici.

Questi testi così raffinati, sono narrati su incantati fondali musicali arrangiati dall'onnipresente Sakamoto e fanno brillare la natura essenzialmente acustica e meno "elettrica" del lavoro rispetto al precedente.

Per il tormentato David Sylvian gli anni '80 si chiudono con due album, "Plight and premonition" (1988) e "Flux and mutability" (1989) ed un singolo dalla strutturazione sperimentale e insolitamente ironico, "Pop Song".

Gli album, di genere ambient, sono scritti in collaborazione con Holger Czukay (ex Can) e denotano una fascinazione (a tratti fine a se stessa) in un andirivieni sonoro sospeso tra rifrazioni etniche e cultura da villaggi globali new age.

Dopo un reunion con Karn, Jansen e Barbieri (Japan nei ricordi) chiamata per l'occasione come l'omonimo album prodotto "Rain, tree, crow" (1991) e il tempo necessario alle promozioni commerciali di routine, l'artista è subito al lavoro.

"First day" (1993) è scritto in collaborazione con Robert Fripp ed avrà un ulteriore seguito con "Damage" (1994), CD live del tour "Road to Graceland". Tali lavori sono la perfetta documentazione del definitivo incontro, dopo una quasi decennale collaborazione, tra due diversi, ma affini musicisti. All'eleganza degli album solisti si sostituisce una scrittura musicale dura, nervosa che disegna asprezze sonore che magnetizzano la musica verso i modi di essere tipicamente convulsi della società moderna.

Seguono una collaborazione con il musicista franco algerino Hector Zazou in "Sahara blue" (1992), quella con alcuni artisti italiani tra cui Andrea Chimenti ("L'albero pazzo") e un tour, "Slow Fire" (1995), con solo chitarra e tastiera.

Per un nuovo lavoro da solista bisognerà attendere il 1999, anno del suo rientro dopo circa dodici anni da "Secrets of the beehive".

"Dead bees on a cake" è il titolo del CD i cui temi spaziano dalla devozione religiosa all'interesse verso per la nuova dimensione familiare (la sua relazione felice con l'attuale compagna Ingrid Chavez).

"Approaching silence", lavoro che raccoglie materiale pubblicato per installazioni multimediali, completa il suo rientro.

Dopo un lungo silenzio David Sylvian è tornato sulle scene con "Blemish", un album che per molti aspetti rappresenta un punto di rottura rispetto al passato (niente collaborazioni prestigiose e uso ultra-parsimonioso del sound), ma ci consegna l'anima del David Sylvian di sempre.

3 fotografie

Foto e immagini di David Sylvian

Commenti

Dopo aver letto la biografia di David Sylvian ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Discografia

3 biografie

Nati lo stesso giorno di David Sylvian

Madonna

Madonna

Attrice e cantante, pop star statunitense
α 16 agosto 1958
Alberto di Monaco

Alberto di Monaco

Principe di Monaco
α 14 marzo 1958
Aldo Baglio

Aldo Baglio

Attore e comico italiano
α 28 settembre 1958
Alec Baldwin

Alec Baldwin

Attore statunitense
α 3 aprile 1958
Alessandro Baricco

Alessandro Baricco

Scrittore italiano
α 25 gennaio 1958
Alessandro Bergonzoni

Alessandro Bergonzoni

Attore e comico italiano
α 21 luglio 1958
Andie MacDowell

Andie MacDowell

Attrice statunitense
α 21 aprile 1958
Andrea Bocelli

Andrea Bocelli

Cantante e tenore italiano
α 22 settembre 1958
Anna Politkovskaja

Anna Politkovskaja

Giornalista russa
α 30 agosto 1958
ω 7 ottobre 2006
Bill Watterson

Bill Watterson

Fumettista statunitense
α 5 luglio 1958
Bruce Dickinson

Bruce Dickinson

Cantante inglese, Iron Maiden
α 7 agosto 1958
Dario Franceschini

Dario Franceschini

Politico italiano
α 19 ottobre 1958
Domenico Dolce

Domenico Dolce

Stilista e imprenditore italiano, fondatore di Dolce e Gabbana
α 13 agosto 1958
Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi

Conduttore tv italiano
α 5 febbraio 1958
Gary Oldman

Gary Oldman

Attore inglese
α 21 marzo 1958
Gianni Alemanno

Gianni Alemanno

Politico italiano
α 3 marzo 1958
Giuseppe Diana

Giuseppe Diana

Prete cattolico, vittima della camorra
α 4 luglio 1958
ω 19 marzo 1994
Giuseppe Sala

Giuseppe Sala

Manager e dirigente d'azienda italiano
α 28 maggio 1958
Jamie Lee Curtis

Jamie Lee Curtis

Attrice statunitense
α 22 novembre 1958
Kate Bush

Kate Bush

Cantante inglese
α 30 luglio 1958
Keith Haring

Keith Haring

Artista neo-pop statunitense
α 4 maggio 1958
ω 16 febbraio 1990
Kevin Bacon

Kevin Bacon

Attore statunitense
α 8 luglio 1958
Maurizio de Giovanni

Maurizio de Giovanni

Scrittore italiano
α 31 marzo 1958
Mehmet Ali Agca

Mehmet Ali Agca

Terrorista turco
α 19 gennaio 1958
Michael Jackson

Michael Jackson

Cantante statunitense
α 29 agosto 1958
ω 25 giugno 2009
Michelle Pfeiffer

Michelle Pfeiffer

Attrice statunitense
α 29 aprile 1958
Nichi Vendola

Nichi Vendola

Politico italiano
α 26 agosto 1958
Pamela Prati

Pamela Prati

Attrice e showgirl italiana
α 26 novembre 1958
Paolo Cevoli

Paolo Cevoli

Comico italiano
α 29 giugno 1958
Piero Marrazzo

Piero Marrazzo

Giornalista e politico italiano
α 29 luglio 1958
Raffaele Paganini

Raffaele Paganini

Ballerino italiano
α 28 settembre 1958
Rocco Papaleo

Rocco Papaleo

Attore e regista italiano
α 16 agosto 1958
Serena Grandi

Serena Grandi

Attrice italiana
α 23 marzo 1958
Serse Cosmi

Serse Cosmi

Allenatore di calcio italiano
α 5 maggio 1958
Sharon Stone

Sharon Stone

Attrice statunitense
α 10 marzo 1958
Simon Le Bon

Simon Le Bon

Cantante inglese, Duran Duran
α 27 ottobre 1958
Tim Burton

Tim Burton

Regista statunitense
α 25 agosto 1958
Tim Robbins

Tim Robbins

Attore statunitense
α 16 ottobre 1958
Tito Boeri

Tito Boeri

Economista italiano
α 3 agosto 1958
Veronica Guerin

Veronica Guerin

Giornalista irlandese
α 5 luglio 1958
ω 26 giugno 1996
Viggo Mortensen

Viggo Mortensen

Attore statunitense di origini danesi
α 20 ottobre 1958