Biografie

James Earl Jones

James Earl Jones
James Earl Jones nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di James Earl Jones

Biografia L'emozione ha voce

James Earl Jones nasce il 17 gennaio del 1931 ad Arkabutla, nel Mississippi, figlio dell'attore Robert Earl Jones e di Ruth, un'insegnante. Cresciuto dai nonni materni, James trascorre l'infanzia in una fattoria di Jackson, in Michigan, ma da bambino si rivela molto timido anche a causa del problema della balbuzie. Riesce a superare questo problema grazie a un'insegnante di Brethren. Iniziate le scuole superiori, viene spinto da Donald Crouch, professore di inglese, a iniziare a parlare di più.

Successivamente frequenta la University of Michigan con l'obiettivo di studiare medicina, per poi entrare nei Reserve Officer Training Corps, dove eccelle apprezzando la struttura dell'ambiente militare. Interessatosi alla recitazione, James Earl Jones si iscrive alla scuola di musica, teatro e danza della sua università. Il suo pensiero è quello di divertirsi prima di arruolarsi per la guerra di Corea.

Laureatosi nel 1955, aspetta di essere mandato in Asia a combattere. Nel frattempo inizia a lavorare al Ramsdell Theatre di Manistee, dove sale sul palco per la prima volta. Si esibisce, tra l'altro, nell'"Otello" di Shakespeare, ma lavora anche nella serie antologica radiofonica "Theatre-Five", che viene trasmessa dalla ABC.

Dal teatro al cinema

Negli anni successivi James Earl Jones diventa, così, un attore di teatro di grande fama, per poi esordire al cinema nel 1964, nel film di Stanley Kubrick "Il dottor Stranamore, ovvero: come imparai a non preoccuparmi e ad amare la bomba" (Dr. Strangelove or: How I learned to stop warrying and love the bomb), in cui impersona Lothar Zogg.

Tre anni più tardi Jones interpreta il leader dei ribelli haitiani in "I commedianti " (The comedians). Nel 1969 vince un Tony Award per "Per salire più in basso" (The great white hope), di Martin Ritt. Grazie a questo film viene anche candidato agli Oscar e vince un Golden Globe come migliore attore emergente.

James Earl Jones negli anni '70

A partire dagli anni Settanta le sue apparizioni al cinema si fanno sempre più frequenti: tra il 1970 e il 1972 recita in "End of the road", di Aram Avakian e in "The man", di Joseph Sargent. Dopo aver fatto parte del cast del film "Claudine", per la regia di John Berry, l'attore americano James Earl Jones viene diretto da Ivan Nagy in "Carrel agente pericoloso" (Deadly Hero). Per la regia di Krishna Shah appare in "The River Niger", per poi tornare sul grande schermo con "Il corsaro della Giamaica", di James Goldstone.

Nella seconda metà degli anni Settanta è al cinema anche con "Io sono il più grande", di Tom Gries, e con "L'esorcista II - L'eretico", di John Boorman. Poi recita per Sidney Poitier in "A piece of the action" e per Marty Feldman in "Io, Beau Geste e la Legione Straniera".

Nel 1977 James Earl Jones presta la sua voce solenne ed imponente per doppiare uno dei personaggi più simbolici dell'intera storia del cinema: Dart Fener (Darth Vader), il cattivo della saga di Guerre Stellari creata da George Lucas.

Gli anni '80

Nel 1981 è al cinema con il film di Tom Kotani "Bushido, la spada del sole". L'anno seguente appare in "Conan il barbaro", per la regia di John Milius, con Arnold Schwarzenegger. Dopo aver fatto parte del cast de "I cavalieri del futuro", di Aaron Lipstadt, James viene diretto da Steve Miner in "Soul Man" e da Gary Nelson in "Gli avventurieri della città perduta".

Nel 1987 è al cinema con "Giardini di pietra", per la regia di Francis Ford Coppola, mentre sul fronte dell'attività teatrale si aggiudica il suo secondo Tony Award grazie a "Fences". Nel 1988 recita nel divertente "Il principe cerca moglie" (Coming to America), di John Landis, con Eddie Murphy.

Gli anni '90 e i celebri doppiaggi

Jones si dedica inoltre al doppiaggio prestando la propria voce al film "I sogni di Pinocchio", di Hal Sutherland. Torna in sala di doppiaggio nel 1990 per "Terrorgram" e due anni più tardi per "Freddie as F.R.O.7", di Jon Acevski, ma soprattutto nel 1994 per "Il re leone". Nel film Disney presta la sua voce a Mufasa.

Sempre nel 1990 recita in "Caccia a Ottobre Rosso", con Sean Connery e Alec Baldwin. Nel 1992 appare nel film "I signori della truffa", con Robert Redford.

Nel 1997 è ancora doppiatore, prestando la voce a "Casper - Un fantasmagorico inizio". Svolge la stessa mansione anche per "I colori della vittoria", di Mike Nichols, e per il sequel del Re Leone, "Il re leone II - Il regno di Simba".

Gli anni 2000

Dopo aver lavorato nel 2004 a un episodio della sit-com "La vita secondo Jim", con protagonista Jim Belushi, nel 2005 James Earl Jones doppia il film di Carlos Saldanha e Chris Wedge "Robots", per poi essere chiamato a prestare la propria voce per "Gli scaldapanchina", di Dennis Dugan. Torna a dar voce a Dart Fener in "Star Wars: Episodio III - La vendetta dei Sith" nel 2005.

Nel febbraio del 2008 sale sul palco di Broadway per interpretare Big Daddy in una produzione interamente afro-americana dell'opera di Tennessee Williams "Cat on a hot tin roof" ("La gatta sul tetto che scotta"), per la regia di Debbie Allen, in scena al Broadhurst Theatre. L'anno successivo porta lo stesso spettacolo al Novello Theatre del West End di Londra.

Gli anni 2010 e il Premio Oscar alla carriera

Nell'ottobre del 2010 James Earl Jones torna a Broadway con "Driving Miss Daisy", al fianco di Vanessa Redgrave, al Golden Theatre. Nel novembre del 2011 lo spettacolo è in scena a Londra.

Nel 2012, allo Schoenfeld Theatre di Broadway James interpreta il ruolo del presidente Art Hockstader nell'opera di Gore Vidal "The best man", ruolo grazie al quale viene candidato ai Tony Awards. Al suo fianco ci sono, tra gli altri, Kerry Butler, Eric McCormack, Candice Bergen e Angela Lansbury.

Dopo essersi visto assegnare il Premio Oscar alla carriera (2012), nel 2013 torna a recitare al fianco di Vanessa Redgrave in una produzione di "Molto rumore per nulla" diretta da Mark Rylance all'Old Vic di Londra. L'anno seguente veste i panni di Grandpa nella commedia "You can't take it with you" rappresentata al Longacre Theatre di Broadway. Nel 2015 è di nuovo sul palco al John Golden Theatre con Cicely Tyson in "The gin game".

L'anno seguente, nel 2016 James Earl Jones, dà ancora voce a Darth Vader nel film di Gareth Edwards "Rogue One: a Star Wars story".

Frasi di James Earl Jones

6 fotografie

Foto e immagini di James Earl Jones

Video James Earl Jones

Commenti

Dopo aver letto la biografia di James Earl Jones ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

James Earl Jones nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di James Earl Jones

14 biografie

Nati lo stesso giorno di James Earl Jones

Joao Gilberto

Joao Gilberto

Cantante e chitarrista brasiliano
α 10 giugno 1931
Alda Merini

Alda Merini

Poetessa italiana
α 21 marzo 1931
ω 1 novembre 2009
Anita Ekberg

Anita Ekberg

Attrice svedese
α 29 settembre 1931
ω 11 gennaio 2015
Anne Bancroft

Anne Bancroft

Attrice statunitense
α 17 settembre 1931
ω 6 giugno 2005
Boris Eltsin

Boris Eltsin

1° presidente della Federazione russa
α 1 febbraio 1931
ω 23 aprile 2007
Desmond Tutu

Desmond Tutu

Arcivescovo anglicano sudafricano, premio Nobel
α 7 ottobre 1931
Emilio Fede

Emilio Fede

Giornalista italiano
α 24 giugno 1931
Enzo Maiorca

Enzo Maiorca

Atleta italiano, apnea
α 21 giugno 1931
ω 13 novembre 2016
Ermanno Olmi

Ermanno Olmi

Regista italiano
α 24 luglio 1931
Ettore Scola

Ettore Scola

Regista italiano
α 10 maggio 1931
ω 20 gennaio 2016
Giorgio Forattini

Giorgio Forattini

Vignettista satirico italiano
α 14 marzo 1931
Guy Debord

Guy Debord

Filosofo francese
α 28 dicembre 1931
ω 30 novembre 1994
James Dean

James Dean

Attore statunitense
α 8 febbraio 1931
ω 30 settembre 1955
Jim Jones

Jim Jones

Predicatore statunitense
α 13 maggio 1931
ω 18 novembre 1978
John Le Carré

John Le Carré

Scrittore inglese
α 19 ottobre 1931
Lamberto Dini

Lamberto Dini

Politico ed economista italiano
α 1 marzo 1931
Leonard Nimoy

Leonard Nimoy

Attore statunitense
α 26 marzo 1931
ω 27 febbraio 2015
Marta Marzotto

Marta Marzotto

Stilista italiana
α 24 febbraio 1931
ω 29 luglio 2016
Mikhail Gorbaciov

Mikhail Gorbaciov

Statista russo
α 2 marzo 1931
Moira Orfei

Moira Orfei

Artista circense italiana
α 21 dicembre 1931
ω 15 novembre 2015
Monica Vitti

Monica Vitti

Attrice italiana
α 3 novembre 1931
Osho Rajneesh

Osho Rajneesh

Mistico e maestro spirituale indiano
α 11 dicembre 1931
ω 19 gennaio 1990
Paolo Taviani

Paolo Taviani

Regista italiano
α 8 novembre 1931
Robert Duvall

Robert Duvall

Attore statunitense
α 5 gennaio 1931
Rupert Murdoch

Rupert Murdoch

Imprenditore australiano
α 11 marzo 1931
Sandra Mondaini

Sandra Mondaini

Attrice italiana
α 1 settembre 1931
ω 21 settembre 2010
Tom Wolfe

Tom Wolfe

Saggista, giornalista, scrittore e critico d'arte statunitense
α 2 marzo 1931
Vujadin Boskov

Vujadin Boskov

Ex calciatore e allenatore serbo
α 16 maggio 1931
ω 27 aprile 2014
William Shatner

William Shatner

Attore canadese
α 22 marzo 1931
Wilma De Angelis

Wilma De Angelis

Cantante, conduttrice tv e attrice italiana
α 8 aprile 1931