Biografie

Michael Stipe

Michael Stipe
Michael Stipe nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Michael Stipe Discografia

Biografia La musica fuori dal sonno profondo

John Michael Stipe nasce a Decatur, in Georgia, Usa, il 4 gennaio del 1960. Cantante americano, è il leader indiscusso del celebre e acclamato gruppo rock dei R.E.M., di cui è autore anche di gran parte dei brani, nei quali è riconoscibile lo stile immaginifico che da sempre li ha accompagnati. Appassionato di arte visuale, che non manca di praticare per proprio conto, fotografo, produttore cinematografico, è spesso curatore di molti aspetti grafici riguardanti i progetti della sua band, si tratti di copertine, di scenografie o di altro.

Studente d'arte, Stipe si appassiona alla musica ascoltando la grande artista Patti Smith. È l'album "Horses" nel 1975 ad aprirgli la strada della musica, di cui si innamora perdutamente. Il giovane Michael all'epoca ha appena quindici anni, ma gli bastano per intravedere nella cantante statunitense e nel suo lavoro discografico una vera e propria svolta. "Horses" infatti, è il primo disco di Patti Smith, ed è considerato una pietra miliare nella storia del rock, tale da aver aperto la strada a nuove sonorità, come lo stesso punk, mediante un nuovo linguaggio musicale. Questo modo di fare rock diventa, di fatto, la grande ispirazione del futuro fondatore dei R.E.M.

Tra la fine del periodo scolastico e i primi anni '80, Stipe si dà da fare come studente d'arte, cercando la sua strada ora nella musica, ora nelle performance d'arte visiva. Contemporaneamente, intorno al 1979, in un momento in cui in America imperversano le importazioni di rock e new wave britannico, Michael Stipe cerca di uscire dal recinto delle cosiddette "college band" e, con i suoi R.E.M., che prendono il nome dalla fase del sonno veloce caratterizzata dal rapido movimento della pupilla (come si evince dalla sigla stessa), si butta on the road, per confrontarsi in giro e con qualsiasi tipo di pubblico.

Tra 1980 e il 1982, a bordo di un furgoncino "Dodge" modello 1975, senza un soldo in tasca, la band guidata da Stipe fa il giro degli States, suonando un po' dovunque gli capiti. Suonano nei luoghi più malfamati del Sud, fino ad esibirsi anche nella base aerea militare di Wichita Falls, in Texas, dove ricevono la dura accoglienza dei marines.

Ad ogni modo, nel 1982 arriva la prima uscita discografica del gruppo, dopo il singolo "Radio Free Europe", ed è il disco "Chronic Town", nel quale compaiono già alcuni brani che esprimono lo stile della band, a quel tempo ancora non proprio matura ma già di grande talento.

L'album della svolta è "Murmur", il quale arriva esattamente l'anno dopo. È una svolta non solo per Stipe e gli altri, ma per l'intero rock a stelle e strisce. La nota rivista musicale "Rolling Stone" lo consacra immediatamente "disco dell'anno", sopra ai colossi commerciali "Thriller" di Michael Jackson e "Synchronicity" dei Police (di Sting). Il merito non è solo del leader della band, ma anche del talento dei suoi musicisti, come il chitarrista Peter Buck, il bassista Mike Mills, il batterista Bill Berry: tutto si accorda al cantilenare nuovo e assolutamente inimitabile di Michael Stipe. Il mix di acustica ed elettronica, melodia e ritmo, rock e psichedelica è ben riuscito, e brani come "Radio Free Europe", "Pilgrimage" e, soprattutto, "Talk About The Passion", entrano letteralmente nella storia. "Murmur" diventa la pietra angolare della stessa produzione successiva della band di Stipe e, anche, di moltissimo altro indie rock futuro.

In "Reckoning", del 1984, cresce la forza espressiva di Stipe, anche se il disco risulta essere inferiore al precedente, pur producendo alcune canzoni di successo. Stesso discorso con il lavoro del 1985, prodotto a Londra da Joe Boyd, dal titolo "Fables Of The Reconstruction", nel quale la band perde un po' della sua originalità, risultando talvolta di maniera. A questo punto, una svolta per i R.E.M è data dall'album "Lifes Rich Pageant", del 1986, che consacra Stipe come dominatore della scena indie e lo lancia come cantore in difesa dell'ambiente, tema che diventa da questo momento quello predominante non solo nelle sue uscite live musicali, ma in tutte le sue apparizioni in pubblico. Impegno sociale, politico ed ambientale sono lo sfondo della canzone più importante dell'album, che in un proprio verso recita: "Uniamoci e costruiamo un nuovo paese". È "Cuyahoga", un vero e proprio inno ecologista, in difesa degli indiani d'America ma anche di tutte le minoranze che devono fare i conti, loro malgrado, con le trascuratezze dell'uomo moderno. È, in pratica, la strada che porterà di lì a poco Stipe a cantare "Fall on me", canzone simbolo e punto di riferimento di tutte le lotte ambientaliste non solo degli anni '80.

Intanto, nel 1988, Michael si dà da fare in veste di produttore discografico, interessandosi e finanziando il primo album dello storico gruppo Hugo Largo, nel quale figura anche la sua voce in un paio di brani. Arrivano anche "Document" e "Green", rispettivamente nel 1987 e nel 1988, entrambi album importanti, soprattutto il secondo, nel quale la scelta ambientalista diventa ormai una fede manifesta.

Il boom internazionale poi, giunge durante la prima guerra del Golfo, dopo anni e anni di politica e lotte sociali cantate dalla band, con l'album del trionfo mondiale, "Out Of Time", datato 1991. Il disco, forte della famosissima "Losing my religion", numero uno in Usa, vende oltre 15 milioni di copie. Nello stesso album c'è anche il valzer "Shiny Happy People", nel quale Stipe duetta con Kate Pierson dei B-52'S, accompagnato da un videoclip molto amato dal pubblico.

L'anno dopo, è la volta del cupo e diversissimo album "Automatic For The People", quasi rappresentato in carne dallo stesso cantante e leader della band, magro e pallido e su cui cominciano a cadere alcune dicerie, come quella, vera e confermata dallo stesso Stipe, che lo vuole omosessuale, e l'altra, mai confermata, che lo vedrebbe sieropositivo.

Il 1994 è l'anno di "Monster", che vira verso un sound molto più forte, forse influenzato dalla nascente scena grunge, Nirvana su tutti. Verso la fine degli anni '90, complice anche un contratto milionario con la Warner, che promette ottanta milioni a patto di un disco ogni biennio, la band si perde nettamente, anche a causa dell'uscita di scena di un loro punto di riferimento, il batterista Bill Barry. È l'inizio di un declino di qualità e vendite, con album molto al di sotto del loro talento, come "Up", "Reveal" e "Around The Sun". Si arriva così a "Reveal", del 2001, che non riesce a rialzare il livello. Alla batteria c'è Joey Waronker, ma il gruppo ritrova solo vagamente il proprio piglio, come in "The lifting". Stessa cosa per "Around The Sun", del 2004, che ha come singolo "Leaving New York": una ballata alla R.E.M che però non aggiunge nulla di nuovo.

Nello stesso anno, alla vigilia delle elezioni presidenziali statunitensi, Michael Stipe partecipa assieme ad altri artisti statunitensi al progetto "Vote for Change", una serie di concerti di informazione per fare da propaganda al candidato democratico John Kerry.

Intanto, Stipe si lega al suo compagno, con cui vive da tempo a New York, il fotografo Thomas Dozol.

Con "Accelerate", del 2008, la band ritrova una certa energia, interpretando in appena 35 minuti le canzoni più veloci e d'impatto della loro storia.

I ritmi, però, rallentano bruscamente con l'ultimo disco "Collapse Into Now", il quale si rivela un fiasco, anche per il tono eccessivamente meditativo. Nel frattempo però, nonostante il declino del gruppo, Michael Stipe è sempre più presente sulla scena mondiale per il suo impegno sociale e ambientale. Inoltre, si dà da fare nel mondo del cinema, producendo film d'autore, tra cui si ricordano "Velvet Goldmine" ed "Essere John Malkovich".

È il padrino di Frances Bean Cobain, figlia di Kurt Cobain, suo grande amico, oltre che della cantante ed ex moglie del leader dei Nirvana, Courtney Love.

Nel settembre del 2011, a sorpresa arriva l'annuncio dello scioglimento della band, dopo oltre trent'anni di musica insieme. Un commiato sincero, il quale viene accompagnato dall'annuncio di un ultimo disco in uscita per il 15 novembre, dal titolo "Part lies, part heart, part truth, part garbage 1982-2011": un doppio con i migliori successi.

Frasi di Michael Stipe

3 fotografie

Foto e immagini di Michael Stipe

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Michael Stipe ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Michael Stipe nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Michael Stipe Discografia

7 biografie

Nati lo stesso giorno di Michael Stipe

Bono

Bono

Cantante irlandese, U2
α 10 maggio 1960
Adam Clayton

Adam Clayton

Musicista britannico, U2
α 13 marzo 1960
Anthony Robbins

Anthony Robbins

Formatore motivazionale statunitense
α 29 febbraio 1960
Antonello Piroso

Antonello Piroso

Giornalista e conduttore tv italiano
α 7 dicembre 1960
Antonio Banderas

Antonio Banderas

Attore spagnolo
α 10 agosto 1960
Atom Egoyan

Atom Egoyan

Regista canadese di origini armene
α 19 luglio 1960
Ayrton Senna

Ayrton Senna

Pilota F1 brasiliano
α 21 marzo 1960
ω 1 maggio 1994
Barbara De Rossi

Barbara De Rossi

Attrice e conduttrice tv italiana
α 9 agosto 1960
Carlo Lucarelli

Carlo Lucarelli

Scrittore e conduttore tv italiano
α 26 ottobre 1960
Carlo Clavarino

Carlo Clavarino

Dirigente d'azienda italiano
α Anno 1960
Carol Alt

Carol Alt

Modella e attrice statunitense
α 1 dicembre 1960
Colin Firth

Colin Firth

Attore inglese
α 10 settembre 1960
Diego Armando Maradona

Diego Armando Maradona

Allenatore ed ex calciatore argentino
α 30 ottobre 1960
Enrico Bertolino

Enrico Bertolino

Comico, conduttore televisivo e cabarettista italiano
α 4 luglio 1960
Erin Brockovich

Erin Brockovich

Attivista statunitense
α 22 giugno 1960
Fabiola Gianotti

Fabiola Gianotti

Fisica italiana
α 29 ottobre 1960
Francesco Schettino

Francesco Schettino

Comandante noto per il naufragio della Costa Concordia del 2012
α 14 novembre 1960
Giorgio Panariello

Giorgio Panariello

Attore, comico e conduttore tv italiano
α 30 settembre 1960
Graziano Delrio

Graziano Delrio

Politico italiano
α 27 aprile 1960
Heather Parisi

Heather Parisi

Ballerina e soubrette statunitense naturalizzata italiana
α 27 gennaio 1960
Hugh Grant

Hugh Grant

Attore inglese
α 9 settembre 1960
Jean-Claude Van Damme

Jean-Claude Van Damme

Attore belga
α 18 ottobre 1960
Jean-Michel Basquiat

Jean-Michel Basquiat

Artista statunitense
α 22 dicembre 1960
ω 12 agosto 1988
Jeffrey Dahmer

Jeffrey Dahmer

Serial killer statunitense
α 21 maggio 1960
ω 28 novembre 1994
John F. Kennedy Jr.

John F. Kennedy Jr.

Avvocato e giornalista statunitense
α 25 novembre 1960
ω 16 luglio 1999
José Luis Zapatero

José Luis Zapatero

Politico spagnolo
α 4 agosto 1960
Julianne Moore

Julianne Moore

Attrice statunitense
α 3 dicembre 1960
Kenneth Branagh

Kenneth Branagh

Attore irlandese
α 10 dicembre 1960
Luciano Ligabue

Luciano Ligabue

Cantautore e rocker italiano
α 13 marzo 1960
Massimo Gramellini

Massimo Gramellini

Giornalista e scrittore italiano
α 2 ottobre 1960
Maurizio Cattelan

Maurizio Cattelan

Artista italiano
α 21 settembre 1960
Nicky Nicolai

Nicky Nicolai

Cantante jazz italiana
α 28 gennaio 1960
Nigella Lawson

Nigella Lawson

Giornalista, conduttrice tv e chef inglese
α 6 gennaio 1960
Patrick De Gayardon

Patrick De Gayardon

Paracadutista francese
α 23 gennaio 1960
ω 13 aprile 1998
Pierluigi Collina

Pierluigi Collina

Ex arbitro italiano di calcio
α 13 febbraio 1960
Rafael Benitez

Rafael Benitez

Allenatore di calcio spagnolo
α 16 aprile 1960
Rosario Fiorello

Rosario Fiorello

Show man italiano
α 16 maggio 1960
Sean Penn

Sean Penn

Attore statunitense
α 17 agosto 1960
Sergio Cammariere

Sergio Cammariere

Cantautore e musicista jazz italiano
α 15 novembre 1960
Stefania Giannini

Stefania Giannini

Accademica e politica italiana
α 18 novembre 1960
Steve Vai

Steve Vai

Chitarrista statunitense
α 6 giugno 1960
Tilda Swinton

Tilda Swinton

Attrice inglese
α 5 novembre 1960
Tim Cook

Tim Cook

Dirigente d'azienda statunitense, CEO di Apple
α 1 novembre 1960
Tony Hadley

Tony Hadley

Cantante inglese, Spandau Ballet
α 2 giugno 1960
Walter Zenga

Walter Zenga

Allenatore, ex portiere italiano
α 28 aprile 1960
Yulia Tymoshenko

Yulia Tymoshenko

Leader politica ed imprenditrice ucraina
α 27 novembre 1960