Biografie

Ingvar Kamprad

Ingvar Kamprad
Ingvar Kamprad nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia Imperatore del regno, di mille oggetti di legno

Ingvar Feodor Kamprad nasce il 30 marzo 1926 a Agunnaryd, un piccolo villaggio nella provincia di Småland in Svezia. Fin da ragazzo manifesta il suo animo imprenditoriale: comincia con il vendere fiammiferi porta a porta fino ad investire, all'età di soli 17 anni, il denaro ricevuto dal padre (come riconoscimento per i suoi meriti scolastici) per dare vita alla sua attività, sviluppatasi e conosciuta in seguito a livello mondiale come IKEA.

L'acronimo IKEA è composto dalle iniziali del suo nome (Ingvar Kamprad) più Elmtaryd, la fattoria di famiglia dove cresce, e il suo paesino d'origine Agunnaryd.

All'inizio lo stabilimento vende penne, portafogli, cornici, orologi e altri prodotti a basso prezzo ma Ingvar, grazie anche alla sua leggendaria avarizia, sa far crescere a dismisura il suo business e trasformare la sua impresa in un'azienda multinazionale che lo rende oggigiorno uno degli uomini più ricchi al mondo. Il gruppo IKEA, fondato dunque nel 1943 con sede in Svezia, oggi specializzato nella vendita di mobili, è presente in 44 nazioni compresa l'Italia con i suoi numerosi negozi.

Nonostante gli evidenti successi, Kamprad non si lascia andare al lusso né agli eccessi, preferendo piuttosto una vita molto ritirata e tranquilla, lontana da ogni tipo di clamore. Desiderio di modestia questo, che lo spinge a voler condurre un'esistenza all'insegna del risparmio e della parsimonia, senza alcun tipo di spreco né sul lavoro né nella sfera personale.

I suoi parametri minimalisti, così lontani da quelli solitamente attribuiti nell'immaginario collettivo ad un anziano multimiliardario, si rispecchiano anche nelle scelte quotidiane di vita; come per esempio la decisione di ritirarsi nel 1976 nella tranquilla e silenziosa Epalinges, piccolo comune svizzero del cantone di Vaud (vicino a Losanna), dove vive attualmente con la moglie Margaretha, da cui ha avuto i tre figli Peter, Jonas e Matthias. Sicuramente la scelta ricade sulla Svizzera non solo per amore delle montagne. Il fatto che qui le tasse siano notevolmente inferiori rispetto a molti altri paesi influenza pesantemente la sua decisione.

Avarizia a parte, l'unico vizio che l'imprenditore svedese si concede (o meglio, da cui non riesce a uscire) è l'alcolismo, che ha pubblicamente ammesso ma che dichiara essere ora sotto quel minimo di controllo che gli permette di convivere con il suo amore per l'alcol senza andare troppo a discapito della salute.

Altro peccato di cui non va particolarmente fiero sono i suoi trascorsi nazisti che scoppiano in uno scandalo quando, nel 1994, vengono pubblicate postume alcune lettere personali dell'attivista fascista e amico Per Engdahl. Attraverso queste ultime viene resa nota l'appartenenza di Kamprad dal 1942 al 1945 ad un gruppo nazista. Sarebbe un disastro d'immagine se Ingvar, rammaricato per l'accaduto, non scrivesse una lettera di scuse rivolta a tutti i dipendenti ebrei definendolo il più grande errore della sua vita. Per rimediare all'accaduto ed evitare ulteriori polemiche fa costruire inoltre un deposito all'interno dello stato di Israele come tentativo di riconciliazione.

L'espansione del suo impero dunque continua, rivoluzionando su scala planetaria il modo di arredare e di abitare le case.

Ingvar è un uomo che dei suoi difetti cerca di farne pregi: da tirchio quale potrebbe sembrare, la sua filosofia di vita diventa quasi uno stile per tutti coloro che acquistano i suoi prodotti. Anche la dislessia da cui è affetto gioca un ruolo molto importante nella scelta dei nomi dei suoi prodotti, divenendo, ad oggi, questo un elemento di grande originalità.

Attualmente, nonostante per pagare meno tasse dichiari di non essere più proprietario della società IKEA, la situazione finanziaria di Mr. Ikea, così come quella della catena, non è chiarissima impedendo la stima del reale bilancio consolidato negli anni. Non è certo, ma secondo alcune stime sarebbe lui l'uomo più ricco al mondo, più di Bill Gates o di altri paperoni che popolano le classifiche annuali della rivista americana "Forbes". Qualcuno afferma inoltre che il catalogo Ikea sarebbe il testo più consultato al mondo dopo la Bibbia. Di certo si sa che il fondatore, nonostante l'inserimento dei suoi tre figli nella vetta del gruppo, resta ad oggi il supervisore di ogni decisione.

La perdita di valuta del dollaro americano occorsa dal 2005 al 2008, ha fatto volare Kamprad in cima alla speciale classifica delle persone più ricche del mondo: la rivista statunitense "Forbes" nel mese di marzo del 2009 ha stimato che la fortuna dello svedese ammonti alla considerevole cifra di 22 miliardi di dollari americani.

Frasi di Ingvar Kamprad

6 fotografie

Foto e immagini di Ingvar Kamprad

Video Ingvar Kamprad

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Ingvar Kamprad ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Ingvar Kamprad nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

13 biografie

Nati lo stesso giorno di Ingvar Kamprad

Elisabetta II

Elisabetta II

Regina britannica
α 21 aprile 1926
Kriyananda

Kriyananda

Maestro spirituale
α 19 maggio 1926
ω 21 aprile 2013
Alan Greenspan

Alan Greenspan

Economista statunitense
α 6 marzo 1926
Alfredo Di Stefano

Alfredo Di Stefano

Calciatore argentino e spagnolo
α 4 luglio 1926
ω 7 luglio 2014
Allen Ginsberg

Allen Ginsberg

Poeta beat statunitense
α 3 giugno 1926
ω 5 aprile 1997
Arnaldo Pomodoro

Arnaldo Pomodoro

Scultore italiano
α 23 giugno 1926
Carlo Fruttero

Carlo Fruttero

Scrittore italiano
α 19 settembre 1926
ω 15 gennaio 2012
Chuck Berry

Chuck Berry

Cantante e chitarrista rock statunitense
α 18 ottobre 1926
ω 18 marzo 2017
Claudio Villa

Claudio Villa

Cantante e attore italiano
α 1 gennaio 1926
ω 7 febbraio 1987
Dario Fo

Dario Fo

Drammaturgo italiano, premio Nobel
α 24 marzo 1926
ω 13 ottobre 2016
Fidel Castro

Fidel Castro

Rivoluzionario e politico cubano
α 13 agosto 1926
ω 26 novembre 2016
Giangiacomo Feltrinelli

Giangiacomo Feltrinelli

Editore e attivista italiano
α 19 giugno 1926
ω 14 marzo 1972
Hugh Hefner

Hugh Hefner

Editore statunitense, fondatore di Playboy
α 9 aprile 1926
Ivan Illich

Ivan Illich

Sociologo e filosofo austriaco
α 4 settembre 1926
ω 2 dicembre 2002
Jerry Lewis

Jerry Lewis

Comico statunitense
α 16 marzo 1926
ω 20 agosto 2017
John Coltrane

John Coltrane

Musicista jazz statunitense
α 23 settembre 1926
ω 17 luglio 1967
Luigi Veronelli

Luigi Veronelli

Gastronomo, enologo e scrittore italiano
α 2 febbraio 1926
ω 29 novembre 2004
Marilyn Monroe

Marilyn Monroe

Attrice statunitense
α 1 giugno 1926
ω 5 agosto 1962
Mel Brooks

Mel Brooks

Regista e attore statunitense
α 28 giugno 1926
Michel Foucault

Michel Foucault

Filosofo e storico francese
α 15 ottobre 1926
ω 26 giugno 1984
Miles Davis

Miles Davis

Trombettista jazz statunitense
α 26 maggio 1926
ω 28 settembre 1991
Mirko Tremaglia

Mirko Tremaglia

Politico italiano
α 17 novembre 1926
ω 30 dicembre 2011
Roger Corman

Roger Corman

Regista e produttore cinematografico statunitense
α 5 aprile 1926
Sathya Sai Baba

Sathya Sai Baba

Maestro spirituale indiano
α 23 novembre 1926
ω 24 aprile 2011
Tiberio Mitri

Tiberio Mitri

Pugile e attore italiano
α 12 luglio 1926
ω 12 febbraio 2001
Tony Bennett

Tony Bennett

Cantante statunitense
α 3 agosto 1926
Valéry Giscard d'Estaing

Valéry Giscard d'Estaing

20° Presidente della Repubblica francese
α 2 febbraio 1926
Vittorio Bachelet

Vittorio Bachelet

Giurista e politico italiano
α 20 febbraio 1926
ω 12 febbraio 1980