Biografie

Philippe Daverio

Philippe Daverio
Philippe Daverio nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Philippe Daverio

Biografia

­Philippe Daverio nasce il 17 ottobre 1949 a Mulhouse, in Alsazia, quarto di sei figli: sua mamma, Aurelia Hauss, è alsaziana, mentre suo padre, Napoleone Daverio, è un costruttore italiano. Dopo avere ricevuto un'educazione ottocentesca in collegio, Philippe si trasferisce con la famiglia in Italia e frequenta la Scuola Europea di Varese.

Quindi si iscrive alla facoltà di Economia e Commercio all'Università Bocconi di Milano, supera tutti gli esami ma non scrive la tesi (e quindi non si laurea) per seguire la mentalità sessantottina dell'epoca secondo la quale all'università non si va per laurearsi, ma per studiare. Nel 1972 inizia a convivere con Elena Gregori (che gli darà un figlio, Sebastiano).

Studioso di musicologia storica, cura diverse pubblicazioni dedicate ai movimenti d'avanguardia sorti tra le due guerre; nel 1977 realizza con Paolo Baldacci "Opera grafica e vetraria. Con uno scritto di Gio Ponti e una testimonianza di Aldo Salvadori", mentre nel 1984 insieme con Netta Vespignani e Maurizio Fagiolo dell'Arco pubblica "Roma tra espressionismo barocco e pittura tonale".

Diventato quasi per caso un mercante d'arte, negli anni Ottanta apre due gallerie, una a Milano e una a New York. Tra il 1993 e il 1997 è assessore del Comune di Milano nella giunta di Marco Formentini, in quota alla Lega Nord, con le deleghe alla Cultura, all'Educazione, al Tempo Libero e alle Relazioni Internazionali. Collaboratore di diverse testate ("Panorama", "Liberal"), nel 1999 è inviato speciale di "Art'è", trasmissione in onda su Raitre.

Nel 2001 sempre su Raitre, Philippe Daverio presenta "Passepartout", programma che incontra un buon successo di critica e di pubblico: posizionato nella fascia del primo pomeriggio domenicale, dà vita anche a uno spin-off, i "Notturni della Maremma" (repliche rimontate di spezzoni di puntate diverse con inserti di materiali inediti). A partire dal 2004 Daverio inizia a collaborare annualmente con l'agriturismo Colonos di Villacaccia di Lestizza, in Friuli Venezia Giulia, tenendo alcune conferenze estive; nello stesso anno, pubblica per Mazzotta "Arte stupefacente. Da Dada alla Cracking art".

Nel 2005 scrive "Il design nato a Milano. Storia di ragazzi di buona famiglia" e "Un'altra storia del design e un modesto tentativo di interpretazione". Cura, inoltre, la mostra "13x17", pensata e sviluppata da Cristina Alaimo, Elena Agudio e Momò Calascibetta, che dà origine a molte polemiche: da essa verrà ricavato anche il catalogo "13x17. 1000 artisti per un'indagine eccentrica sull'arte in Italia", realizzato in collaborazione con Jean Blanchaert. La mostra, inaugurata tra l'altro da Rocco Buttiglione, ministro dei Beni Culturali, nasce dopo che viene reso noto che il padiglione Italia della 51esima Esposizione internazionale d'arte di Venezia non avrebbe ospitato nessun artista italiano; l'esordio va in scena nella chiesa veneziana di San Gallo, con opere di dimensioni 13 x 17, considerate scaramantiche, per poi toccare le città di Biella, Potenza, Napoli, Milano, Palermo, Chieti, Roma e Bologna.

Nel 2008 Vittorio Sgarbi, divenuto sindaco della cittadina siciliana di Salemi, nomina Philippe Daverio bibliotecario della città. Nel 2009, in occasione delle elezioni provinciali, si candida a Milano come consigliere nella lista civica di Filippo Penati venendo eletto; poco dopo, tuttavia, una circolare della Rai che impedisce che chi ricopre incarichi amministrativi o politici possa sottoscrivere contratti a pagamento con la tv pubblica lo induce a dimettersi da consigliere provinciale e a respingere l'offerta del Comune di Palermo di diventare assessore alla Cultura.

L'anno successivo il sindaco di Palermo Diego Cammarata lo nomina consulente per la Festa di Santa Rosalia: nel corso della celebrazione, tuttavia, Daverio riceve una pesante contestazione che lo induce a dimettersi al termine dei festeggiamenti. Sempre nel 2010 egli designato direttore del Museo del Paesaggio di Verbania, ma anche in questo caso lascia polemicamente la poltrona dopo pochissimi mesi. Il 2010 è, tra l'altro, un anno contraddistinto da numerose pubblicazioni: per Skira escono "Giorgio Milani. Il libro delle lettere" e "Giuseppe Antonello Leone", mentre per Rizzoli viene pubblicato "L'avventura dei Mille. La spedizione di Garibaldi attraverso i disegni ritrovati di Giuseppe Nodari".

A partire dal dicembre 2010 (e fino a marzo 2011) su Rai5, rete di stampo culturale della Rai, Daverio conduce il programma settimanale "Emporio Daverio", realizzato con la collaborazione di Alessandro Buccini e Giuseppe Ragazzini, nel quale il critico alsaziano analizza la cultura, l'arte, la gastronomia e l'architettura di città o regioni italiane.

Nel 2011, anno in cui ricorre il 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia, fonda "Save Italy", movimento di opinione senza struttura organizzativa che intende sollecitare cittadini e intellettuali a favore della tutela della enorme eredità culturale del Bel Paese: la denominazione inglese, che potrebbe apparire in contraddizione con gli intenti, viene scelta per evidenziare che il patrimonio culturale italiano non è unicamente degli italiani, ma di tutto il mondo. Tra le altre iniziative di "Save Italy", una manifestazione contro la proposta di costruire una discarica a Tivoli vicino a Villa Adriana, manifestazione che ottiene un grande successo al punto che il progetto relativo alla discarica viene abbandonato.

Nel 2012 torna in onda su Raitre con "Il Capitale di Philippe Daverio", in onda la domenica (e in replica anche su Rai5): una serie di puntate monotematiche che prendono ispirazione dalle mostre in scena, dalle notizia di cronaca dell'attualità, dalla storia e dalla cultura. Sempre nel 2012 Philippe Daverio pubblica per Rizzoli "Il museo immaginato" e "Il secolo lungo della modernità. Il museo immaginato", e per Giunti "L'arte di guardare l'arte"; l'anno successivo, ancora per Rizzoli, dà alle stampe "Guardar lontano veder vicino".

All'inizio del 2014 finisce nel mirino del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, nominato dal blog del comico ligure "giornalista del giorno" in quanto colpevole di aver parlato, ospite di Lilli Gruber nella trasmissione di La7 "Otto e mezzo", di Casaleggio (definito "quello travestito da cieco di Sorrento, quello con gli occhialini scuri"), di Grillo ("già un po' mi spaventa") nell'ambito di un "percorso inarrestabile verso la trashologia". Sul web, le dichiarazioni di Philippe Daverio suscitano polemiche e insulti da parte dell'elettorato grillino.

Frasi di Philippe Daverio

4 fotografie

Foto e immagini di Philippe Daverio

Video Philippe Daverio

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Philippe Daverio ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Philippe Daverio nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Philippe Daverio

9 biografie

Nati lo stesso giorno di Philippe Daverio

Andy Kaufman

Andy Kaufman

Comico e attore statunitense
α 17 gennaio 1949
ω 16 maggio 1984
Anna Wintour

Anna Wintour

Giornalista di moda inglese
α 3 novembre 1949
Antonello Venditti

Antonello Venditti

Cantautore italiano
α 8 marzo 1949
Benjamin Netanyahu

Benjamin Netanyahu

Leader politico israeliano
α 21 ottobre 1949
Bruce Springsteen

Bruce Springsteen

Cantautore statunitense
α 23 settembre 1949
Dominique Strauss-Kahn

Dominique Strauss-Kahn

Politico francese
α 25 aprile 1949
Edoardo Bennato

Edoardo Bennato

Cantautore italiano
α 23 luglio 1949
Edoardo Raspelli

Edoardo Raspelli

Giornalista e conduttore tv italiano
α 19 giugno 1949
Franca Leosini

Franca Leosini

Giornalista italiana
α Anno 1949
Gene Simmons

Gene Simmons

Musicista israeliano naturalizzato statunitense, bassista dei Kiss
α 25 agosto 1949
George Foreman

George Foreman

Pugile statunitense
α 10 gennaio 1949
Giucas Casella

Giucas Casella

Illusionista e personaggio tv italiano
α 15 novembre 1949
Giuliano Pisapia

Giuliano Pisapia

Politico e avvocato italiano
α 20 maggio 1949
Gloria Gaynor

Gloria Gaynor

Cantante statunitense
α 7 settembre 1949
Haruki Murakami

Haruki Murakami

Scrittore e saggista giapponese
α 12 gennaio 1949
Ignazio Visco

Ignazio Visco

Economista italiano
α 21 novembre 1949
Ilda Boccassini

Ilda Boccassini

Magistrato italiano
α 7 dicembre 1949
Jeff Bridges

Jeff Bridges

Attore statunitense
α 4 dicembre 1949
Jessica Lange

Jessica Lange

Attrice statunitense
α 20 aprile 1949
John Belushi

John Belushi

Attore e cantante statunitense
α 24 gennaio 1949
ω 5 marzo 1982
Ken Follett

Ken Follett

Scrittore gallese
α 5 giugno 1949
La NATO

La NATO

North Atlantic Treaty Organization
α 4 aprile 1949
Letizia Moratti

Letizia Moratti

Politica e manager italiana
α 26 novembre 1949
Linda Lovelace

Linda Lovelace

Attrice statunitense, ex pornostar
α 10 gennaio 1949
ω 22 aprile 2002
Lionel Richie

Lionel Richie

Cantante statunitense
α 20 giugno 1949
Luis Sepulveda

Luis Sepulveda

Scrittore cileno
α 4 ottobre 1949
Mark Knopfler

Mark Knopfler

Chitarrista scozzese, Dire Straits
α 12 agosto 1949
Massimo D'Alema

Massimo D'Alema

Politico italiano
α 20 aprile 1949
Meryl Streep

Meryl Streep

Attrice statunitense
α 22 giugno 1949
Niki Lauda

Niki Lauda

Imprenditore ed ex pilota F1 austriaco
α 22 febbraio 1949
Odilo Pedro Scherer

Odilo Pedro Scherer

Cardinale e arcivescovo cattolico brasiliano
α 21 settembre 1949
Ottavia Piccolo

Ottavia Piccolo

Attrice italiana
α 9 ottobre 1949
Pablo Escobar

Pablo Escobar

Criminale colombiano
α 1 dicembre 1949
ω 2 dicembre 1993
Paolo Mieli

Paolo Mieli

Giornalista italiano
α 25 febbraio 1949
Philippe Starck

Philippe Starck

Designer francese
α 18 gennaio 1949
Philippe Petit

Philippe Petit

Artista francese, celebre funambolo, mimo e giocoliere
α 13 agosto 1949
Piero Fassino

Piero Fassino

Politico italiano
α 7 ottobre 1949
Richard Gere

Richard Gere

Attore statunitense
α 31 agosto 1949
Sigourney Weaver

Sigourney Weaver

Attrice statunitense
α 8 ottobre 1949
Tom Waits

Tom Waits

Cantautore statunitense
α 7 dicembre 1949
Tom Berenger

Tom Berenger

Attore statunitense
α 31 maggio 1949