Biografie

Massimo Fini

Massimo Fini
Massimo Fini nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Massimo Fini

Biografia

Massimo Fini nasce il 19 novembre del 1943 a Cremeno, in Lombardia, in provincia di Lecco; il padre è toscano, mentre la madre - Zinaide Tobiasz - è una ebrea russa che nel corso della Seconda Guerra Mondiale è riuscita a scampare allo sterminio che i nazisti hanno operato sulla sua famiglia.

Dopo le scuole medie, Fini frequenta il liceo statale "Giosuè Carducci" a Milano, dove è compagno di classe di Claudio Martelli; conseguito il diploma di maturità, si iscrive all'Università Statale, dove si laurea in Giurisprudenza.

Il giornalismo

Successivamente si occupa di diverse attività: dopo avere lavorato per un periodo alla Pirelli come impiegato, per qualche periodo svolge mansioni di copywriter e pubblicitario. Nel 1970 intraprende la carriera di giornalista all'"Avanti!", quotidiano del Partito Socialista Italiano, per il quale segue l'attualità politica e scrive dei più famosi avvenimenti criminali del periodo (tra gli altri, l'omicidio del commissario Calabresi, la strana morte di Giangiacomo Feltrinelli e il processo relativo alla strage milanese di Piazza Fontana).

Nel 1972 passa all'"Europeo" di Oriana Fallaci e Tommaso Giglio, dove lavora come inviato. Nel 1977 inizia a scrivere su "Linus", mentre l'anno successivo fonda, insieme con Franco Abruzzo e Walter Tobagi, la componente sindacale della rivista "Stampa democratica".

Nel 1979 lascia l'"Europeo", ritenendolo "occupato dai socialisti di Claudio Martelli" e considerando la Rizzoli "in mano a Bruno Tassan Din"; intraprende, quindi, collaborazioni come freelance.

Gli anni '80

Nel maggio del 1980 è l'ultimo giornalista a vedere vivo Walter Tobagi, prima che questi venga assassinato dalla Brigata XXVIII marzo. A partire dal 1982 Massimo Fini è editorialista e inviato all'estero per "Il Giorno" di Guglielmo Zucconi; per il quotidiano milanese ha l'opportunità di viaggiare in Germania, in Ungheria e in Turchia, ma anche negli Usa, in Libano, in Sudafrica e in Iran.

Nel 1983 lo scrittore Massimo Fini si schiera apertamente a sostegno di Enzo Tortora nell'ambito del processo che vede il conduttore televisivo accusato di associazione camorristica (accusa dalla quale verrà in seguito prosciolto).

Mentre si occupa di "Pagina", mensile di cultura e politica fondato da Aldo Canale (che vede la collaborazione - tra gli altri - di Pierluigi Battista, Giuliano Ferrara, Paolo Mieli e Giampiero Mughini), a metà anni Ottanta, Massimo Fini torna all'"Europeo", dove è autore della rubrica principale del giornale, intitolata "Il Conformista".

Nel 1985 Fini pubblica per l'editore Camunia "La Ragione aveva Torto?" .Nel 1989 per Mondadori dà alle stampe "Elogio della guerra", cui fa seguito l'anno successivo "Il Conformista".

Gli anni '90

Dopo essere tornato in libreria con Mondadori con la biografia di Nerone "Nerone. 2000 anni di calunnie", negli anni Novanta, Fini è uno degli editorialisti di punta de "L'Indipendente" di Vittorio Feltri (per il quale nel 1992 aveva lasciato "Il Giorno"): come prima firma del quotidiano contribuisce al suo successo di vendite, con un aumento di oltre 100mila copie nel giro di un anno e mezzo.

In seguito Massimo Fini si rifiuta di seguire Feltri al "Giornale" per poi prendere parte - nel 1996 - alla rifondazione del "Borghese", insieme con Daniele Vimercati; nello stesso anno, con Mondadori pubblica "Catilina. Ritratto di un uomo in rivolta".

Nel 1998 scrive per Marsilio "Il denaro, 'sterco del demonio'"; due anni dopo è la volta di "Dizionario erotico. Manuale contro la donna a favore della femmina", sempre per lo stesso editore.

Gli anni 2000

Proprio Marsilio pubblica nel 2002 la biografia "Nietzsche. L'apolide dell'esistenza", e tra il 2003 e il 2004 "Il vizio oscuro dell'Occidente. Manifesto dell'antimodernità" e "Sudditi. Manifesto contro la democrazia", oltre a una edizione tascabile di "La Ragione aveva Torto?".

Nel 2003, Fini dovrebbe andare in onda su Raidue con la trasmissione "Cyrano", ma il programma viene bloccato un giorno prima del debutto. Nel 2005 scrive per Marsilio "Massimo Fini è Cyrano. Contro tutti i luoghi comuni", insieme con Francesca Roveda ed Eduardo Fiorillo, e fonda il Movimento Zero (conosciuto anche come M0 o MZ), movimento di natura culturale e politica che sostiene di non rientrare in alcuna posizione politica classica, non riconoscendo le vetuste categorie di destra e sinistra.

Nell'ottobre del 2006 (anno in cui Marsilio stampa "Il Ribelle dalla A alla Z") l'attività di Movimento Zero viene momentaneamente interrotta, per poi ricominciare nel gennaio del 2007: ad ottobre dello stesso anno si costituisce il primo Direttivo Nazionale.

La sua autobiogafia

Sempre nel 2007 Fini porta a termine per Marsilio la sua autobiografia, denominata "Ragazzo. Storia di una vecchiaia".

Dopo avere scritto per "Il Gazzettino" e per "Quotidiano Nazionale", nell'ottobre del 2007 Fini diventa direttore de "La voce del ribelle", mensile su cui scrivono, tra gli altri, Giuseppe Carlotti e Marco Travaglio.

Da settembre del 2009 è una delle firme di punta del neonato "Fatto Quotidiano"; nello stesso anno lo scrittore pubblica per Marsilio il suo primo romanzo, intitolato "Il Dio Thoth".

Gli anni 2010

Nel 2010 pubblica per Chiarelettere "Senz'anima. Italia 1980-2010", mentre l'anno successivo torna a collaborare con Marsilio per il libro "Il Mullah Omar", in cui ripercorre la vita del leader dei talebani; tale volume viene accolto in maniera molto critica per alcune opinioni ritenute maschiliste e antioccidentali. A tali contestazioni, Fini replica di non simpatizzare per l'Islam radicale, ma di difendere il diritto dei talebani di opporsi all'occupazione straniera.

Nel 2012 Fini scrive per Marsilio "La guerra democratica".

Frasi di Massimo Fini

3 fotografie

Foto e immagini di Massimo Fini

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Massimo Fini ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Massimo Fini nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Massimo Fini

13 biografie

Nati lo stesso giorno di Massimo Fini

Mal

Mal

Cantante britannico naturalizzato italiano
α 27 febbraio 1943
Albano Carrisi

Albano Carrisi

Cantante italiano
α 20 maggio 1943
Amedeo di Savoia-Aosta

Amedeo di Savoia-Aosta

Imprenditore italiano
α 27 settembre 1943
Angelo Bagnasco

Angelo Bagnasco

Cardinale e arcivescovo cattolico italiano
α 14 gennaio 1943
Anna Maria Cancellieri

Anna Maria Cancellieri

Prefetto italiano
α 22 ottobre 1943
Antonio Tabucchi

Antonio Tabucchi

Scrittore italiano
α 24 settembre 1943
ω 25 marzo 2012
Ben Kingsley

Ben Kingsley

Attore inglese
α 31 dicembre 1943
Billie Jean King

Billie Jean King

Tennista statunitense
α 22 novembre 1943
Bobby Fischer

Bobby Fischer

Campione di scacchi statunitense
α 9 marzo 1943
ω 17 gennaio 2008
Carlo Tavecchio

Carlo Tavecchio

Dirigente sportivo
α 13 luglio 1943
Catherine Deneuve

Catherine Deneuve

Attrice francese
α 22 ottobre 1943
Christopher Walken

Christopher Walken

Attore statunitense
α 31 marzo 1943
David Cronenberg

David Cronenberg

Regista canadese
α 16 marzo 1943
Edie Sedgwick

Edie Sedgwick

Artista, modella e attrice statunitense
α 20 aprile 1943
ω 16 novembre 1971
George Harrison

George Harrison

Cantante e musicista inglese, Beatles
α 25 febbraio 1943
ω 29 novembre 2001
George Benson

George Benson

Cantante e chitarrista statunitense
α 22 marzo 1943
Gianni Rivera

Gianni Rivera

Politico ed ex calciatore italiano
α 18 agosto 1943
Gigi Meroni

Gigi Meroni

Calciatore italiano
α 24 febbraio 1943
ω 15 ottobre 1967
Giorgio Squinzi

Giorgio Squinzi

Imprenditore italiano
α 18 maggio 1943
Gustavo Zagrebelsky

Gustavo Zagrebelsky

Giurista italiano
α 1 giugno 1943
Jacques Attali

Jacques Attali

Economista e scrittore francese
α 1 novembre 1943
Janis Joplin

Janis Joplin

Cantante statunitense
α 19 gennaio 1943
ω 4 ottobre 1970
Jef Raskin

Jef Raskin

Informatico statunitense, inventore del Macintosh
α 9 marzo 1943
ω 26 febbraio 2005
Jim Morrison

Jim Morrison

Cantante statunitense, Doors
α 8 dicembre 1943
ω 3 luglio 1971
Joe Pesci

Joe Pesci

Attore statunitense
α 9 febbraio 1943
John Kerry

John Kerry

Politico statunitense
α 11 dicembre 1943
Joni Mitchell

Joni Mitchell

Cantautrice canadese
α 7 novembre 1943
Julio Iglesias

Julio Iglesias

Cantante spagnolo
α 23 settembre 1943
Keith Richards

Keith Richards

Chitarrista inglese, Rolling Stones
α 18 dicembre 1943
Lech Walesa

Lech Walesa

Politico polacco, Nobel per la pace
α 29 settembre 1943
Luciana Savignano

Luciana Savignano

Ballerina italiana
α Anno 1943
Lucio Battisti

Lucio Battisti

Cantautore italiano
α 5 marzo 1943
ω 9 settembre 1998
Lucio Dalla

Lucio Dalla

Cantautore italiano
α 4 marzo 1943
ω 1 marzo 2012
Marcello Pera

Marcello Pera

Politico italiano
α 28 gennaio 1943
Mario Monti

Mario Monti

Economista italiano
α 19 marzo 1943
Michele Guardì

Michele Guardì

Autore tv italiano
α 5 giugno 1943
Michele Mirabella

Michele Mirabella

Attore e conduttore tv italiano
α 7 luglio 1943
Mick Jagger

Mick Jagger

Cantante inglese, Rolling Stones
α 26 luglio 1943
Orietta Berti

Orietta Berti

Cantante italiana
α 1 giugno 1943
Raffaella Carrà

Raffaella Carrà

Conduttrice TV italiana
α 18 giugno 1943
Robert De Niro

Robert De Niro

Attore statunitense
α 17 agosto 1943
Roberto Vecchioni

Roberto Vecchioni

Cantautore italiano
α 25 giugno 1943
Roberto Colaninno

Roberto Colaninno

Manager e imprenditore italiano
α 16 agosto 1943
Roger Waters

Roger Waters

Musicista inglese, Pink Floyd
α 6 settembre 1943
Sam Shepard

Sam Shepard

Commediografo, attore e scrittore statunitense
α 5 novembre 1943
Sharon Tate

Sharon Tate

Attrice statunitense
α 24 gennaio 1943
ω 9 agosto 1969
Toto Cutugno

Toto Cutugno

Cantautore italiano
α 7 luglio 1943
Vittorio Feltri

Vittorio Feltri

Giornalista italiano
α 25 giugno 1943