Biografie

Jonah Lomu

Jonah Lomu
Jonah Lomu nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Jonah Lomu

Biografia

Jonah Tali Lomu, meglio noto solo come Jonah Lomu, nasce ad Auckland, Nuova Zelanda, il 12 maggio del 1975. È considerato uno dei più grandi giocatori di rugby della storia, leggenda degli All Blacks neozelandesi, secondo molti la più forte ala di sempre, prototipo del rugbista moderno, in grado di fondere una massa atletica e una forza fisica da seconda linea con la velocità e la scaltrezza della prima linea classica. La sua storia è nota anche per coloro i quali non sono appassionati di rugby, soprattutto in relazione alla brutta malattia che l'ha colpito, appena ventunenne, nel 1996, quando gli è stata diagnosticata una rara forma di nefrite.

Al culmine della sua fama di giocatore, Jonah Lomu si è dovuto ritirare dall'agonismo per sottoporsi ad un difficile intervento di trapianto di reni, nel luglio del 2004. Ad ogni modo, è parere quasi unanime il fatto che la fortuna di questo sport abbia coinciso con l'ascesa fulminante della carriera di questo giocatore formidabile, il cui impatto mediatico è stato pari a quello di Pelè con la maglia del Brasile campione del mondo di calcio nel 1958.

E' grazie a lui, soprattutto, alla sua singolarità sportiva e biografica, se dalla metà degli anni '90 al rugby è stato dato spazio in contesti prima poco ricettivi, come ad esempio le partite in diretta sui canali televisivi a pagamento e pubblici.

Sembra una di quelle giovinezze difficili, l'infanzia e l'adolescenza del giovane Jonah, ed in parte lo è, almeno fino a quando non incontra lo sport. Dopo la nascita infatti, quando ha appena un anno, il futuro campione viene inviato dai suoi genitori in un villaggio nell'arcipelago di Tonga, ospite dei suoi zii. Sono anni di grande sradicamento e difficoltà per la famiglia: a sei anni, pertanto, i genitori lo rivogliono con sé, e lo riportano a South Auckland. Qui il piccolo Jonah vive un'adolescenza difficile, in larga parte causata dal burrascoso rapporto con il padre, alcolizzato e violento.

Verso la fine degli anni '80, il giovane Jonah, nemmeno quindicenne, sembra ormai aver preso la strada della gioventù scapestrata, caratterizzata dalle risse frequenti tra tongani e samoani, ma soprattutto da alcune azioni ai limiti della legalità, con amicizie da evitare e altre situazioni di criticità.

Per allontanarlo da questo genere di vita, nel 1989 la madre lo iscrive al Wesley College, la scuola più antica della Nuova Zelanda. Si tratta di un istituto gestito dalla chiesa metodista, famoso per la propria disciplina e, soprattutto, per l'attenzione nei riguardi delle discipline sportive, in modo particolare il rugby a 15.

È la svolta e nel giro di meno di sei anni, Lomu si ritrova ad indossare la maglia della nazionale neozelandese, una delle più forti di sempre della storia del rugby, una sorta di Brasile della palla ovale. Tuttavia, è dall'atletica che tutto ha inizio e in modo quasi casuale. Durante alcune prove infatti, il giovanissimo Jonah Lomu partecipa ad una gara di salto in alto che, con sua stessa sorpresa, vince in scioltezza. Viene allora iscritto a diverse prove, 100m, 200m, salto in lungo e in alto, partecipando ad una serie di gare sia scolastiche che interscolastiche, fino ad alcune manifestazioni provinciali.

Pur non essendosi mai allenato nello specifico e totalmente privo di qualsivoglia tecnica nelle varie discipline, Lomu vince tutte le competizioni a cui prende parte, convincendo della propria straordinaria forza tutti gli allenatori di atletica che via via si trovano ad averlo a disposizione. È Chris Grinter però, qualche mese dopo il suo exploit atletico che, in quanto allenatore della squadra di rugby della scuola, lo convince a giocare in terza linea, in quello che diventerà il suo sport prediletto.

Nel 1994, a diciannove anni, Lomu esordisce nello sport della palla ovale, in un torneo nazionale e con la maglia dei Counties. La squadra vince il torneo e Lomu viene eletto miglior giocatore della competizione. Tra gli spettatori, durante una delle partite del campionato, c'è anche Laurie Mains, l'allenatore degli All Blacks. Impressionato da quel talento puro e grezzo, decide di convocarlo, a sorpresa, per un paio di tornei internazionali, uno alle Isole Fiji, l'altro ad Hong Kong. La svolta però, è il trial con gli All Blacks, dove Jonah Lomu viene selezionato per la partita con la Francia. Per lui, arriva anche quella che sarà la "sua" maglia, la mitica numero 11, ala sinistra. È il 26 giugno del 1994 quando, a soli diciannove anni, il futuro campione fa il suo esordio ufficiale con la nazionale neozelandese.

L'anno dopo è quello della ribalta internazionale. Contro i fortissimi inglesi, nella semifinale dei mondiali, il ventenne Jonah trascina letteralmente la sua squadra, segnando ben quattro mete, e facendosi conoscere nel mondo come uno dei talenti più forti in circolazione. Gli All Blacks perderanno, poi, la finale, contro il Sudafrica, ai tempi supplementari, ma Lomu viene nominato miglior giocatore del torneo. All'ultima partita del torneo poi, è legato il giallo del pranzo prima della gara, il quale causò praticamente a tutta la squadra neozelandese non pochi problemi di stomaco, tanto da portarli in campo non nelle migliori condizioni fisiche, compreso lo stesso Jonah.

Il rugby, dopo il mondiale, diventa uno sport professionistico e gli All Blacks si danno da fare anche con una serie di tour europei, che portano il talento di Jonah in mostra in paesi come Italia e Francia.

Il 1996 è un anno importante, per Lomu, nel bene e nel male: dopo averla conosciuta solo l'anno prima, sposa Tanya, da cui divorzierà successivamente. Inoltre, come già anticipato, al termine dello stesso anno gli viene diagnosticata per la prima volta la malattia che lo porterà, piano piano, fuori dai campi. Ad accorgersene è Il dottor John Maryhew, dopo aver osservato per oltre un anno la difficoltà dell'atleta di resistere ad alcuni malanni continui, come raffreddori e stati influenzali.

Il 1997 è il primo anno di battaglia contro il male: non gioca, viene invitato come commentatore sportivo e passa circa un anno fuori dal campo. Nel '98 rientra, ma non è una grande stagione per gli All Blacks: perdono cinque volte nei test match e tre volte contro l'Australia, cosa che non accadeva dal 1920. Ad aggiustare, un poco, la stagione, è la vittoria contro le Isole Fiji nei Giochi del Commonwealth. Lomu è sempre più una star, conteso in varie manifestazioni extrasportive, come la finale di Miss Mondo, dove svolge il ruolo di giurato. Ai mondiali del 1999 però, la sua squadra perde contro la Francia, in semifinale. Ciononostante, Lomu porta a casa un primato di mete assoluto: 8 in 5 partite disputate, di cui due proprio contro la Francia. Altro tassello che sia aggiunge alla sua celebrità e che lo vede tra i giocatori più richiesti di sempre, tanto in Europa, che in America che in Australia. Resta in patria però, in Nuova Zelanda, negli Hurricanes. Convinto di dover giocare soprattutto con e per la sua nazionale.

Per oltre quattro anni allora, Lomu continua la sua carriera, alternando momenti di malattia ad altri di grande forza fisica, fino al 2003, l'anno in cui ha dovuto fare la sua prima seduta di dialisi. Accanto a lui, pertanto, c'è la sua nuova compagna, Fiona Taylor, che sposerà nello stesso anno, standogli sempre vicino durante i lunghi mesi di malattia.

Riesce a tornare alle gare, sempre con la rappresentativa di Wellington, nel campionato neozelandese. Nel 2004 poi, esattamente il 28 luglio, gli viene trapiantato il rene e l'anno dopo, nel giugno del 2005, è nuovamente in campo, con tanto di meta. Il ritorno arriva il 10 dicembre del 2005 nella partita Rugby Calvisano - Cardiff Blues valida per la Heineken Cup. Lomu gioca per la rappresentativa gallese, forte del suo primo e unico ingaggio europeo, per la stagione 2005/2006.

Il 25 settembre del 2011, viene ricoverato nuovamente d'urgenza, poco dopo essere stato protagonista della cerimonia inaugurale della Coppa del mondo di rugby, tenutasi proprio in Nuova Zelanda. A febbraio dell'anno dopo, si aggrava ancora, ed è chiaro che ha di nuovo bisogno di un trapianto di reni. La stessa estate del 2012 è difficilissima per lui: perde trenta chili, viene ricoverato più volte, sembra non venir fuori da una situazione sempre più critica. Ad agosto, il fisico sembra stabilizzarsi, ma il suo "rene nuovo" non sembra rispondere alle cure ed è alta la probabilità che, da un momento all'altro, il forte campione neozelandese possa aggravarsi nuovamente.

La malattia degenera e Lomu muore all'età di 40 anni il 18 novembre 2015.

Frasi di Jonah Lomu

8 fotografie

Foto e immagini di Jonah Lomu

Commenti

Non ci sono commenti per Jonah Lomu.

Argomenti e biografie correlate

Jonah Lomu nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Jonah Lomu

10 biografie

Nati lo stesso giorno di Jonah Lomu

Ippolito Pindemonte

Ippolito Pindemonte

Poeta e letterato italiano
α 13 novembre 1753
ω 18 novembre 1828
James Coburn

James Coburn

Attore statunitense
α 31 agosto 1928
ω 18 novembre 2002
Jim Jones

Jim Jones

Predicatore statunitense
α 13 maggio 1931
ω 18 novembre 1978
Man Ray

Man Ray

Artista dadaista statunitense: pittore, fotografo e regista
α 27 agosto 1890
ω 18 novembre 1976
Marcel Proust

Marcel Proust

Scrittore francese
α 10 luglio 1871
ω 18 novembre 1922
Niels Bohr

Niels Bohr

Fisico danese, premio Nobel
α 7 ottobre 1885
ω 18 novembre 1962
Paul Eluard

Paul Eluard

Poeta francese
α 14 ottobre 1895
ω 18 novembre 1952
50 Cent

50 Cent

Cantante rap statunitense
α 6 luglio 1975
Alessandro Siani

Alessandro Siani

Comico, attore, regista e conduttore tv italiano
α 17 settembre 1975
Angelina Jolie

Angelina Jolie

Attrice statunitense
α 4 giugno 1975
Antonella Mosetti

Antonella Mosetti

Showgirl e conduttrice tv italiana
α 1 agosto 1975
Antonino Cannavacciuolo

Antonino Cannavacciuolo

Chef italiano
α 16 aprile 1975
Asia Argento

Asia Argento

Attrice e regista italiana
α 20 settembre 1975
Barbara Tabita

Barbara Tabita

Attrice italiana
α Anno 1975
Bradley Cooper

Bradley Cooper

Attore statunitense
α 5 gennaio 1975
Charlize Theron

Charlize Theron

Attrice sudafricana
α 7 agosto 1975
Daniel Harding

Daniel Harding

Direttore d'orchestra inglese
α 31 agosto 1975
David Beckham

David Beckham

Calciatore inglese
α 2 maggio 1975
Drew Barrymore

Drew Barrymore

Attrice e regista statunitense
α 22 febbraio 1975
Enrique Iglesias

Enrique Iglesias

Cantante spagnolo
α 8 maggio 1975
Eva Longoria

Eva Longoria

Attrice statunitense
α 15 marzo 1975
Fabrizio Moro

Fabrizio Moro

Cantante italiano
α 9 aprile 1975
Francesca Senette

Francesca Senette

Giornalista e conduttrice tv italiana
α 26 settembre 1975
Giorgia Surina

Giorgia Surina

Attrice e conduttrice tv
α 8 marzo 1975
Giorgio Rocca

Giorgio Rocca

Atleta italiano, sciatore
α 6 agosto 1975
Giuseppe Civati

Giuseppe Civati

Politico italiano
α 4 agosto 1975
Jamie Oliver

Jamie Oliver

Chef e conduttore tv inglese
α 27 maggio 1975
Kate Winslet

Kate Winslet

Attrice inglese
α 5 ottobre 1975
Luigi Mastrangelo

Luigi Mastrangelo

Pallavolista italiano
α 17 agosto 1975
Mara Carfagna

Mara Carfagna

Politica italiana
α 18 dicembre 1975
Matteo Renzi

Matteo Renzi

Politico italiano
α 11 gennaio 1975
Michael Bublé

Michael Bublé

Cantante canadese
α 9 settembre 1975
Milla Jovovich

Milla Jovovich

Attrice e modella ucraina
α 17 dicembre 1975
Nunzia De Girolamo

Nunzia De Girolamo

Politica italiana
α 10 ottobre 1975
Ralf Schumacher

Ralf Schumacher

Pilota F1 tedesco
α 30 giugno 1975
Roberto Bolle

Roberto Bolle

Ballerino italiano, danza classica
α 26 marzo 1975
Thyago Alves

Thyago Alves

Modello e attore brasiliano
α 30 giugno 1975
Tiger Woods

Tiger Woods

Campione di golf statunitense
α 30 dicembre 1975
Tobey Maguire

Tobey Maguire

Attore statunitense
α 27 giugno 1975
Victoria Cabello

Victoria Cabello

Conduttrice tv italiana
α 12 marzo 1975
Krizia

Krizia

Stilista italiana
α 31 gennaio 1925
ω 7 dicembre 2015
Anita Ekberg

Anita Ekberg

Attrice svedese
α 29 settembre 1931
ω 11 gennaio 2015
B.B. King

B.B. King

Chitarrista statunitense
α 16 settembre 1925
ω 14 maggio 2015
Christopher Lee

Christopher Lee

Attore inglese
α 27 maggio 1922
ω 7 giugno 2015
Elio Fiorucci

Elio Fiorucci

Stilista e artista italiano
α 10 giugno 1935
ω 20 luglio 2015
Francesco Rosi

Francesco Rosi

Regista italiano
α 15 novembre 1922
ω 10 gennaio 2015
Günter Grass

Günter Grass

Scrittore tedesco, premio Nobel
α 16 ottobre 1927
ω 13 aprile 2015
John Nash

John Nash

Matematico statunitense, Premio Nobel
α 13 giugno 1928
ω 23 maggio 2015
Laura Antonelli

Laura Antonelli

Attrice italiana
α 28 novembre 1941
ω 22 giugno 2015
Leonard Nimoy

Leonard Nimoy

Attore statunitense
α 26 marzo 1931
ω 27 febbraio 2015
Licio Gelli

Licio Gelli

Imprenditore italiano, esponente della loggia massonica P2
α 21 aprile 1919
ω 16 dicembre 2015
Luca Ronconi

Luca Ronconi

Regista teatrale italiano
α 8 marzo 1933
ω 21 febbraio 2015
Michele Ferrero

Michele Ferrero

Imprenditore italiano
α 26 aprile 1925
ω 14 febbraio 2015
Moira Orfei

Moira Orfei

Artista circense italiana
α 21 dicembre 1931
ω 15 novembre 2015
Natalie Cole

Natalie Cole

Cantante jazz statunitense
α 6 febbraio 1950
ω 31 dicembre 2015
Pietro Ingrao

Pietro Ingrao

Politico e giornalista italiano
α 30 marzo 1915
ω 27 settembre 2015
Pino Daniele

Pino Daniele

Cantautore italiano
α 19 marzo 1955
ω 4 gennaio 2015
Terry Pratchett

Terry Pratchett

Scrittore britannico
α 28 aprile 1948
ω 12 marzo 2015
Wes Craven

Wes Craven

Regista statunitense
α 2 agosto 1939
ω 30 agosto 2015