Amal Alamuddin

Amal Alamuddin

Biografia

Amal Ramzi Alamuddin nasce il 3 febbraio del 1978 a Beirut, in Libano, figlio di Baria, giornalista del quotidiano panarabo "al-Havat", e di Ramzi, professore di economia all'Università Americana di Beirut.

Nel corso degli anni Ottanta, con la guerra civile libanese che devasta il Paese, Amal e la sua famiglia si trasferiscono a Londra, stabilendosi a Gerrards Cross.

In seguito, Amal Alamuddin frequenta la Dr Challoner's High School, un istituto per sole ragazze di Little Chalfont, nel Buckinghamshire, per poi iscriversi a Oxford allo St. Hugh's College, dove si laurea in Giurisprudenza nel 2000.

Negli Stati Uniti

Quindi, studia alla New York University School of Law, dove riceve il Jack J. Katz Memorial Award.

Durante gli studi nella Grande Mela, lavora presso la Corte d'Appello degli Stati Uniti per il Second Circuit negli uffici di Sonia Sotomayor (che in seguito sarà a capo della Corte Suprema degli Stati Uniti).

L'attività di avvocato

Quindi, inizia a lavorare presso lo studio Sullivan & Cromwell, dove rimane per tre anni. Nel 2004, ha l'opportunità di essere impiegata presso la Corte Internazionale di Giustizia. La sua carriera la porta al Tribunale Speciale per il Libano dell'Onu e al Tribunale per i Crimini Internazionali della Jugoslavia; Amal Alamuddin, nel corso degli anni, ottiene diversi casi di alto profilo relativi, tra l'altro, allo Stato della Cambogia, ad Abdallah Al Senussi (ex capo dei servizi segreti della Libia), a Yulia Tymoshenko e a Julian Assange.

È, inoltre, consulente del Sultano del Bahrain.

Fa parte di diverse commissioni delle Nazioni Unite (essendo stata, tra l'altro, consigliera sulla Siria per Kofi Annan), viene chiamata da numerose università per tenere lectio magistralis e collabora con The New School di New York, la Soas di Londra, la University of North Carolina di Chapel Hill e The Haque Academy of International Law.

La fama mondiale

Nell'aprile del 2014, viene ufficialmente e pubblicamente annunciato il suo fidanzamento con l'attore americano George Clooney: nell'agosto dello stesso anno, la coppia ottiene la licenza di matrimonio dalla Royal Borough of Kensington and Chelsea del Regno Unito.

Nello stesso periodo, Amal viene selezionata per far parte della commissione Onu che ha il compito di valutare eventuali violazioni delle regole nella guerra di Gaza in occasione del conflitto tra Israele e Palestina: rifiuta - tuttavia - il ruolo sostenendo la necessità di un'inchiesta indipendente che accerti in maniera oggettiva gli eventuali crimini commessi.

Il matrimonio con George Clooney

Il 27 settembre del 2014 si sposa con Clooney a Venezia, a Ca' Farsetti: a celebrare il matrimonio è l'ex sindaco di Roma Walter Veltroni, amico dell'attore. Il 6 giugno 2017 Amal Alamuddin ha dato alla luce due gemelli: Ella e Alexander Clooney.

Errore

Errore

/include/banner.jsp (line: 40, column: 7) File [studenti.980x50.txt] not found