Biografie

Marco Masini

Marco Masini
Film e DVD di Marco Masini Discografia

Biografia Diari e sentimenti

Marco Masini nasce a Firenze il 18 settembre 1964 da papà Giancarlo, che lavora come rappresentante di prodotti per parrucchiera, e da mamma Anna Maria, che insegna alle elementari come maestra. La prima volta che Marco Masini sale sul palco è a venti anni per sostituire il suo principale che non ha più voce, in un piano bar a Firenze.

Ma la musica Marco l'ha nel sangue sin dalla nascita tanto che da piccolo trascorre le giornate a fischiettare i motivi delle canzoni che sente in giro. Questa passione gli è trasmessa dalla madre che canta e suona il piano molto bene; Marco ama ricordarla con affetto, mentre sfaccenda o prepara da mangiare, con la sua bella voce, con cui accompagna i pezzi che lui suona. Lei e il padre vanno di frequente a ballare portandosi Marco che spesso e volentieri sale sul palco e canta "l'edera", la sua canzone preferita.

La prima esperienza musicale importante comincia un Natale quando ha solo tre anni: riceve per regalo una pianola-giocattolo della Bontempi e mettendoci sopra le mani dimostra già di essere portato per la musica riuscendo, ad orecchio, a suonare le note di White Christmas. Sotto consiglio dello zio, qualche anno più tardi, Marco comincia ad andare a lezioni di musica da una professoressa, studiando Bach, Chopin e Mozart, nonostante ami di più la musica leggera, Pop ed il Rock.

Marco tiene il suo primo "concerto" ad 11 anni quando suona alla festa del santo patrono di una cittadina in provincia di Firenze. Durante il liceo crea, assieme ad alcuni amici, un piccolo gruppo musicale chiamato "Errata Corrige" ed a questa passione se ne affianca un'altra, quella del calcio: a 15 anni gioca nella squadra della "Sanger"; fa persino un provino per entrare nei giovanissimi della Fiorentina nel ruolo di portiere. Tuttavia si troverà costretto ad abbandonare lo sport per il suo grande amore, la musica.

La vita faticosa del musicista notturno (che lo porta tutte le sere a suonare fino a tardi e rientrare a notte fonda) e quella di studente durante il giorno sono incompatibili così decide di abbandonare la scuola in quarta ragioneria, causando non pochi litigi e scontri con la famiglia ed i suoi amici. Per qualche tempo lavora con il padre e lo affianca come rappresentante fino a che nel 1980 la famiglia apre un bar a Firenze, dove Marco da una mano, assieme alla sorella Susanna.

Qualche anno dopo sono costretti a vendere l'attività per la malattia, un tumore al colon, che colpisce la madre. E' un periodo brutto per Marco, anche perché coincide con la chiamata per il servizio militare. Dopo il c.a.r. che svolge a Viterbo la sua destinazione è Pisa ma, all'ultimo momento, viene mandato a Firenze nell'aeronautica Militare come armiere. Questa inaspettata vicinanza a casa è una fortuna considerando le condizioni di salute della mamma, che si spegne il 22 agosto del 1984, il giorno dopo il ritorno dal servizio militare di Marco; si getterà a capofitto nella musica per cercare di soffocare il dolore.

Marco Masini lascia Firenze perché la città non offre molte prospettive in ambito musicale e decide di andare a Modena dove lavora per sei mesi facendo arrangiamenti per musica da discoteca in uno studio di registrazione. Terminato questo periodo rientra a Firenze per ricominciare a studiare composizione, armonia e melodia, mantenendosi lavorando nei piano-bar. Studia sotto l'insegnamento di Walter Savelli, pianista di Claudio Baglioni e maestro di numerosi altri artisti famosi.

Per quattro anni Marco Masini si fa le ossa in night e balere riuscendo ad incidere la sigla di una discoteca (1984). Contemporaneamente recupera un repertorio consistente di pezzi negli anni da lui scritti ma nonostante ciò trova non poche difficoltà al momento della loro presentazione alle case discografiche, che gli criticano di non avere "la faccia dell'artista" e di produrre canzoni dai testi troppo atipici rispetto a quello che il pubblico vuole ascoltare.

Con l'aiuto di Bob Rosati, arrangiatore e proprietario di uno studio a Sesto Fiorentino, Marco ha la possibilità di sostenere i primi provini. Nel 1986 avviene un incontro importante con Giancarlo Bigazzi, nello studio di Settignano, dove Marco gli fa ascoltare alcuni brani. Bigazzi lo mette al lavoro al fine di affinare le sue doti: lavora alla realizzazione di alcune colonne sonore (Mediterraneo, Mery per sempre, Ragazzi fuori), fa la voce guida di "Si può dare di più" (portata a Sanremo dal trio Morandi, Ruggeri e Tozzi) e fa il concertista dal vivo nella tournée di Tozzi al Royal Albert Hall di Londra (arrangia, suona le tastiere e crea il remix di "Immensamente"). Nel 1987 parte per il suo primo tour a cui segue la tournée con Raf, del cui album "Cosa resterà degli anni '80" è responsabile di realizzazione e degli arrangiamenti.

Nel 1988 esce un 45 giri intitolato "Uomini" da un'idea di Mario Ragni con il quale Marco Masini dovrebbe partecipare a Sanremo dello stesso anno ma poi al suo posto va un certo Charlie Deanesi.

Non si arrende e comincia a scrivere la melodia di "Disperato", lavorando poi con Bigazzi e Dati sul testo, che nel 1990 porta al Festival di Sanremo arrivando al primo posto tra le giovani proposte.

Partecipa a "Sanremo in the World" e rientrato dall'America comincia la lavorazione del suo primo album, "Marco Masini" per il quale ha pronti solo i brani di "Disperato" e "Dal buio", scritta poco tempo prima per Massimo Ranieri.

Nel 1991 terminato il primo album si mette subito al lavoro per realizzare il secondo e per partecipare di nuovo a Sanremo. Per la gara prepara un brano dal titolo "Ossigeno" ma alla fine sceglie "Perché lo fai" che si piazza al terzo posto, dopo Riccardo Cocciante e Renato Zero, ed il cui singolo risulta in assoluto il più venduto in Italia nel 1991.

Viene pubblicato il nuovo album dal titolo "Malinconoia" (nome da lui coniato) che entra persino nel Vocabolario della lingua italiana di G. Devoto e G. C. Oli.

A questo punto Marco Masini comincia a preparare la sua prima tournée assieme agli amici con i quali ha suonato ed ha realizzato alcuni dischi, tra i quali: Mario Manzani (chitarre), Massimo Rastrelli (chitarre, con il quale ha suonato negli "Errata Corrige"), Marcello De Toffoli (tastiere), Bruno Illiano (basso), Cesare Chiodo (basso), Alfredo Golino (batteria), Andrea Corsellini (fonico). Nello stesso anno, partecipa al Festivalbar dove riceve il premio per il miglior disco dell'anno, mentre il video di Malinconoia, registrato in un concerto al Palaeur di Roma, si aggiudica l'encomio di miglior videolive di Riminicinema 1991.

Il 14 gennaio del 1993 esce "T'innamorerai", l'album che gli apre da una parte le porte del mondo e dall'altra gli crea non pochi problemi suscitando polemiche e censure sia in tv che in radio a causa del pezzo intitolato "Vaffanculo".

Nel frattempo in Spagna esce una raccolta di brani tratti dai primi due album che si intitola "Marco Masini" e che, godendo del grande successo precedentemente acquisito, consegue il disco d'oro. "T'innamorerai" esce anche in Germania e Francia, confermando le ottime aspettative ed ottiene anche qui il "disco d'oro".

Nel gennaio del 1995 esce il quarto album "Il cielo della Vergine", pubblicato in Italia, Svizzera, Belgio, Olanda, Germania e, in versione spagnola (El cielo de Virgo), Spagna e America Latina.

Anche quest'album è oggetto di critiche per le due canzoni "Bella stronza" e "Principessa", entrambe molto dirette ed esplicite.

Nel 1996 esce "L'amore sia con te" una compilation che raccoglie i maggiori successi di Marco Masini, con l'inserimento del brano inedito che dà il titolo alla raccolta e la canzone "Meglio solo", un vecchio brano del 1989 inciso nel lato B del 45 giri di "Disperato". Durante l'estate parte il tour "L'amore sia con te".

Nel 1997 Enrico Ruggeri chiama Marco Masini per interpretare assieme a lui il brano "La gente di cuore", contenuto nell'album "Domani è un altro giorno" del milanese.

Seguono quasi quattro anni di silenzio in cui Masini esce dal panorama musicale, poi il 12 novembre 1998 esce l'album "Scimmie" pubblicato dall'etichetta Ma.Ma. che lo stesso Marco fonda insieme a Mario Manzani e Marco Poggioni. Questo nuovo album segna una svolta nella produzione di Masini che si presenta al pubblico con un nuovo look: barba e capelli bianchi.

La grande novità di questo lavoro è caratterizzata dalla separazione da Bigazzi. Rispetto ai lavori che lo precedono questo disco è molto più rock ed i testi sono nel complesso meno sentimentali, ma anche più ermetici: con "Scimmie" Marco dichiara di voler riprendere la musica degli anni '70 che tanto aveva amato e che comincia a tornare di moda. Il risultato è definitivo, sottolineato positivamente della critica, ma non altrettanto dal pubblico, che sancisce il fallimento commerciale di un album non capito.

Le polemiche dei fan ed il loro "rivolere" il Marco dai contenuti sentimentali, dai testi dall'incredibile poesia e profondità, dalle canzoni d'amore che li hanno fatti innamorare influiscono sulla sua produzione tant'è che nel 1999 Masini ha un ritorno al passato.

In seguito all'uscita del singolo "Il giorno più banale" nel Natale di quell'anno conferma il suo ritorno a Sanremo, nel 2000, con la canzone "Raccontami di te", che si classifica penultima.

Questa edizione del Festival della canzone italiana accende non poche polemiche sul nuovo sistema di votazioni, che porta a risultati assolutamente inaspettati. Marco, visti altri illustri precedenti, accetta molto volentieri il risultato considerando il quindicesimo un posto d'onore.

Contemporaneamente al Festival esce l'album "Raccontami di te" che contiene la canzone presentata a Sanremo, "Il giorno più banale" (che sull'album ha il nuovo titolo "Il giorno di Natale") ed altre nove componimenti che uniscono i nuovi arrangiamenti di "Scimmie" ai temi poetici ed alle melodie dolci caratteristici dei primi album.

Il 26 gennaio 2001 pubblica "Uscita di sicurezza", un disco che raccoglie ben 14 nuove canzoni, che l'artista scrive durante tutto l'arco della sua carriera, una specie di "diario segreto riscoperto".

Tra i nuovi brani si distingue una cover dei Metallica ed una canzone dedicata alle adozioni a distanza, con la quale Marco vuole abbracciare la causa dei bambini del Sudan. Questo nuovo disco segna la riconciliazione artistica con Bigazzi, ed è caratterizzato dalla proposta di sonorità moderne con molte influenze della musica straniera proposte al pubblico con una riscoperta grinta e determinazione.

L'album comunque non decolla per una scarsa promozione della sua etichetta la BMG Ricordi e l'ostruzionismo continuo dei media nei confronti della figura di Masini alla quale affibbiano il termine di "sfigato". Le vendite ne risentirono parecchio, anche perché "Uscita di sicurezza" è un album poliedrico e per questo più difficile da capire.

Marco, sfinito, martedì 17 aprile annuncia pubblicamente al telegiornale il suo ritiro dalla carriera di cantautore, per diventare forse produttore di altri gruppi giovanili: personaggi come Adriano Celentano e Maurizio Costanzo si battono affinché l'artista possa tornare sui suoi passi.

Per non venire meno agli impegni presi diversi mesi prima, parte comunque alla fine di aprile il tour 2001, che si protrae fino ad ottobre nelle piazze di molti paesi di provincia in tutta Italia.

L'autunno 2003 è segnato dal grande ritorno di Masini con l'etichetta indipendente MBO Music di Mario Ragni (suo scopritore ai tempi della Ricordi). Il nuovo lavoro è presentato alla stampa il 7 ottobre 2003 il cui titolo è "..il mio cammino", un album che ripercorre una parte della storia dell'artista con nuovi arrangiamenti e tre canzoni inedite "Generation", "Io non ti sposerò" e "Benvenuta".

Questo inatteso ed imprevedibile ritorno alla musica porta Marco a riscoprire clima delle vette delle classifiche, dei numerosi passaggi radiofonici e gli studi televisivi si riaccendono per lui. Ma il momento migliore lo prova quando, grazie ad un tour promozionale radiofonico, ritrova il calore e l'abbraccio di tutti quei fans che hanno sempre creduto in lui e non l'hanno mai abbandonato.

Nel 2004 torna al Festival di Sanremo e vince con il brano "L'uomo volante". Il 2005 vede di nuovo Marco Masini protagonista al 55° Festival della Canzone Italiana di Sanremo con il brano "Nel mondo dei sogni". Nel mese di giugno, dopo quattro anni e mezzo dall'ultima pubblicazione, esce il nuovo cd dal titolo "Il giardino delle api".

Nell'autunno del 2007 Marco Masini e Beppe Dati scrivono la commedia musicale "Il Brutto Anatroccolo (piccolo elogio della bruttezza..)", una rivisitazione della celebra favola di Andersen che dal gennaio 2008 lo porta in Tour nei Teatri delle più importanti città d'Italia.

Torna poi ancora al Festival di Sanremo 2009 con il brano "L'Italia" e ancora nel 2015, presentando la canzone "Che Giorno è". Sale di nuovo sul palco dell'Ariston nell'edizione di Sanremo 2017, cantando il brano "Spostato di un secondo".

Frasi di Marco Masini

3 fotografie

Foto e immagini di Marco Masini

Video Marco Masini

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Marco Masini ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Film e DVD di Marco Masini Discografia

9 biografie

Nati lo stesso giorno di Marco Masini

Pacifico

Pacifico

Cantautore italiano
α 5 marzo 1964
Geovani

Geovani

Ex calciatore brasiliano
α 6 aprile 1964
Alfonso Signorini

Alfonso Signorini

Scrittore, giornalista e conduttore tv
α 7 aprile 1964
Andy Serkis

Andy Serkis

Attore inglese
α 20 aprile 1964
Antonio Albanese

Antonio Albanese

Attore e comico italiano
α 10 ottobre 1964
Banana Yoshimoto

Banana Yoshimoto

Scrittrice giapponese
α 24 luglio 1964
Bret Easton Ellis

Bret Easton Ellis

Scrittore statunitense
α 7 marzo 1964
Carlos Ruiz Zafón

Carlos Ruiz Zafón

Scrittore spagnolo
α 25 settembre 1964
Carolina Morace

Carolina Morace

Ex calciatrice e allenatrice italiana
α 5 febbraio 1964
Cecile Kyenge

Cecile Kyenge

Politica italiana di origini congolesi
α 28 agosto 1964
Chris Cornell

Chris Cornell

Cantante statunitense
α 20 luglio 1964
ω 18 maggio 2017
Clive Owen

Clive Owen

Attore inglese
α 3 ottobre 1964
Courtney Cox

Courtney Cox

Attrice statunitense
α 15 giugno 1964
Courtney Love

Courtney Love

Cantante rock e attrice statunitense
α 9 luglio 1964
Cristina Parodi

Cristina Parodi

Giornalista e conduttrice tv italiana
α 3 novembre 1964
Cristina D'Avena

Cristina D'Avena

Cantante e conduttrice tv italiana, celebre interprete di sigle di cartoni animati
α 6 luglio 1964
Dan Brown

Dan Brown

Scrittore statunitense
α 22 giugno 1964
Diana Krall

Diana Krall

Cantante jazz canadese
α 16 novembre 1964
Eddie Vedder

Eddie Vedder

Cantante statunitense, Pearl Jam
α 23 dicembre 1964
Elle Macpherson

Elle Macpherson

Modella australiana
α 29 marzo 1964
Fabio Fazio

Fabio Fazio

Conduttore TV italiano
α 30 novembre 1964
Flavio Valeri

Flavio Valeri

Dirigente d'azienda e banchiere italiano
α 18 febbraio 1964
Francesca Neri

Francesca Neri

Attrice italiana
α 10 febbraio 1964
Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi

Regista e documentarista italiano
α 30 novembre 1964
Gianluca Vialli

Gianluca Vialli

Allenatore di calcio italiano
α 9 luglio 1964
Isabella Ferrari

Isabella Ferrari

Attrice italiana
α 31 marzo 1964
Jean Alesi

Jean Alesi

Pilota F1 francese
α 11 giugno 1964
Jeff Bezos

Jeff Bezos

Imprenditore statunitense, fondatore di Amazon.com
α 12 gennaio 1964
Josefa Idem

Josefa Idem

Atleta tedesca naturalizzata italiana, campionessa di canoa
α 23 settembre 1964
Juliette Binoche

Juliette Binoche

Attrice francese
α 9 marzo 1964
Keanu Reeves

Keanu Reeves

Attore canadese
α 2 settembre 1964
Lenny Kravitz

Lenny Kravitz

Cantante, musicista e attore statunitense
α 26 maggio 1964
Luciana Littizzetto

Luciana Littizzetto

Attrice comica italiana
α 29 ottobre 1964
Marco Van Basten

Marco Van Basten

Allenatore ed ex giocatore di calcio olandese
α 31 ottobre 1964
Marco Travaglio

Marco Travaglio

Giornalista e scrittore italiano
α 13 ottobre 1964
Marisa Tomei

Marisa Tomei

Attrice statunitense
α 4 dicembre 1964
Mats Wilander

Mats Wilander

Tennista svedese
α 22 agosto 1964
Michelle Obama

Michelle Obama

Avvocato, First Lady statunitense
α 17 gennaio 1964
Miguel Indurain

Miguel Indurain

Atleta spagnolo, ciclismo
α 16 luglio 1964
Milly D'Abbraccio

Milly D'Abbraccio

Pornostar italiana
α 3 novembre 1964
Monica Bellucci

Monica Bellucci

Attrice e modella italiana
α 30 settembre 1964
Monica Setta

Monica Setta

Giornalista e conduttrice tv italiana
α 5 agosto 1964
Nancy Brilli

Nancy Brilli

Attrice italiana
α 10 aprile 1964
Nicolas Cage

Nicolas Cage

Attore statunitense
α 7 gennaio 1964
Paola Saluzzi

Paola Saluzzi

Giornalista e conduttrice tv italiana
α 21 maggio 1964
Paola Turci

Paola Turci

Cantante italiana
α 12 settembre 1964
Paolo Vallesi

Paolo Vallesi

Cantautore italiano
α 18 maggio 1964
Paolo Virzì

Paolo Virzì

Regista italiano
α 4 marzo 1964
Robert Trujillo

Robert Trujillo

Bassista statunitense, Metallica
α 23 ottobre 1964
Roberto Mancini

Roberto Mancini

Allenatore di calcio italiano
α 27 novembre 1964
Rocco Siffredi

Rocco Siffredi

Pornodivo italiano
α 4 maggio 1964
Russell Crowe

Russell Crowe

Attore neozelandese
α 7 aprile 1964
Sabrina Ferilli

Sabrina Ferilli

Attrice italiana
α 28 giugno 1964
Salvatore Schillaci

Salvatore Schillaci

Calciatore italiano
α 1 dicembre 1964
Sandra Bullock

Sandra Bullock

Attrice e regista statunitense
α 26 luglio 1964
Sarah Palin

Sarah Palin

Politica statunitense
α 11 febbraio 1964
Sergio Conforti

Sergio Conforti

Musicista italiano, Elio e le Storie Tese
α 13 febbraio 1964
Sveva Sagramola

Sveva Sagramola

Conduttrice tv italiana
α 29 aprile 1964
Tracy Chapman

Tracy Chapman

Cantautrice statunitense
α 30 marzo 1964
Vincenzo Boccia

Vincenzo Boccia

Manager italiano
α Anno 1964
Vinnie Moore

Vinnie Moore

Chitarrista statunitense
α 14 aprile 1964