Oggi: giovedì 24 aprile 2014 » S. Fedele da Sigmaringa
Giorno per giorno i profili di miti e personaggi famosi che si sono meritati un posto nella storia

Lara Croft

Eroina virtuale, fenomeno reale

Commenta
Lara Croft

Qualche anno fa la Eidos lanciò sul mercato "Tomb Raider", un videogame rivelatosi di enorme successo. La protagonista è Lara Croft, un'avvenente eroina in grado di compiere acrobazie ed imprese degne degli esploratori più incalliti, una sorta di nipotina di Indiana Jones. Il gioco, composto da ambientazioni 3D animate in tempo reale, consiste nel ritrovare un prezioso artefatto scomparso in seguito a un'esplosione nucleare a Los Alamos, nel nuovo Messico. Per ottenere tale scopo, la nostra eroina deve esplorare molti ambienti, affrontando diversi nemici e pericoli di varia natura.

Aggressiva e sensuale, temeraria e dolcissima, sportiva e femminile, Lara Croft sembra per molti versi rappresentare l'icona della donna perfetta. Palestratissima, rigorosamente in shorts e anfibi militari, occhiali scuri e treccione, appassionata di misteri archeologici si è così resa protagonista di una serie di videogame, frutto dell'ingegno dei geniali programmatori dell'industria del divertimento. Nonostante la sua essenza virtuale, però, Lara (ormai è chiamata familiarmente così da tutti gli appassionati), è da alcuni anni una delle ragazze più ambite e amate, anche grazie alle sapienti campagne pubblicitarie realizzate per lei.

Non solo ma, entrata a far parte dell'immaginario collettivo, da donna virtuale si è trasformata anche in eroina in carne ed ossa, prendendo le sembianze delle varie modelle che hanno impersonato l'archeologa inglese.

I creatori di questo straordinario personaggio, con l'intento di renderla sempre più verosimile, l'hanno anche dotata di una vera e propria scheda biografica che non lascia nulla al caso. Lara Croft sarebbe dunque nata proprio nel fatidico 14 febbraio che è anche, guarda caso, il giorno si San Valentino. L'anno è il 1967 mentre la patria è Inghilterra e più precisamente il Timmonshire. Diplomata nientemeno che in lingue e di nobili natali, frequenta inizialmente l'alta società londinese.

I suoi genitori sono Lady Angeline Croft e Lord Croft. Quest'ultimo, appena sentito il primo vagito della sua primogenita, sembra abbia avuto già in mente il suo futuro: vuole che Lara diventi la più ammirata delle ragazze inglesi. Così sin dalla sua infanzia, Lara viene educata e plasmata dalla volontà del padre, anche se la piccola sente che la vita comoda e incolume dei nobili decisamente non fa per lei.

Anche Lara poi, come tutte le persone che si rispettino, ha avuto i suoi momenti difficili e le sue "illuminazioni". Il germe dell'avventura non sarebbe infatti "innato" in lei, ma il frutto di un'esperienza ben precisa. Nel 1998, durante una gita scolastica, Lara precipita insieme ai suoi compagni sull'Himalaya e, guarda caso, si ritrova unica sopravvissuta. Proprio in quell'occasione capisce di essere tagliata per l'avventura: rinnega la sua vita precedente e inizia a compiere viaggi e esplorazioni in giro per il mondo.

Sempre nella sua biografia, si racconta un episodio significativo: un giorno, tornando a casa da un'escursione, vede su "National Geographic" la foto dell'archeologo Werner Von Croy e un articolo in cui si annunciava che quest'ultimo era pronto per partire per una spedizione in Asia e in Cambogia. Lara dunque, piena di entusiasmo, parte insieme a Von Croy. Da quel momento, iniziano le sue strabilianti avventure, le stesse che faranno la gioia di migliaia di fan.

In conclusione, Lara Croft è stata la prima protagonista di un videogioco ad avere un successo paragonabile a quello di una star del cinema. Ciò è avvenuto grazie al modo in cui la Eidos ha sviluppato la serie di videogame di "Tomb Raider" che, oltre a caratterizzare il personaggio dal punto di vista somatico gli ha dato anche una struttura "psicologia", un insieme di attitudini e comportamenti che il giocatore scopre un po' per volta un livello dopo l'atro e finisce per interiorizzare. Ciò anche grazie al complesso bilanciamento delle componenti di avventura, esplorazione e azione.

Nel corso della serie oltre ai sempre più complessi enigmi, studiati per costringere il giocatore ad arrovellarsi nelle più complicate situazioni, sono state introdotte delle modifiche al personaggio: nuove ambientazioni, movimenti più fluidi, una Lara più umana e raffinata dal punto di vista dell'animazione, capace di interagire maggiormente con il mondo circostante: si può abbassare, strisciare a carponi, interagendo con ambienti complessi quali, la famigerata AREA 51 americana, la City di Londra, la giungla indiana.

Di recente, Lara Croft ha smesso di essere un'eroina a due dimensioni per prendere le sembianze di Angelina Jolie in "Tomb Raider", un film d'azione con grandi effetti speciali e una protagonista che si è calata perfettamente nel ruolo. La pellicola raccoglie un po' tutte le sfide classiche affrontate da Lara Croft. Gli ingredienti infatti sono: l'ambientazione misteriosa, i tesori archeologici, i cattivi alla ricerca di ricchezza e potere, e la nostra eroina pronta a combatterli.

Lara Croft, dunque, concepita e programmata per essere un fenomeno virtuale, anzi "il" fenomeno virtuale per eccellenza, non ha tradito le aspettative.

Ultimo aggiornamento: 14/02/2003

Accadde oggi

24 aprile 1184 A.C.
E' in questa data che secondo la tradizione gli antichi greci guidati da Ulisse entrano a Troia servendosi di un cavallo di legno. Sebbene la storia epica di Omero sia ricca di invenzioni, contiene numerosi indizi che hanno portato 3.000 anni più tardi l'archeologo Schliemann alla scoperta di Troia.
Leggi la biografia:
Heinrich Schliemann

Ha detto:

«La superstizione, l'idolatria e l'ipocrisia percepiscono ricchi compensi, mentre la verità va in giro a chiedere l'elemosina.»
Martin_Lutero
Testo di Stefano Moraschini