Biografie

Corrado Formigli

Corrado Formigli
Corrado Formigli nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Corrado Formigli

Biografia

Corrado Formigli nasce il 24 marzo del 1968 a Napoli, figlio di un dirigente di un'impresa edile.

Intraprende la carriera giornalistica a "Paese Sera" a Firenze alla fine degli anni Ottanta; nel frattempo, si iscrive all'università e studia giurisprudenza.

Trasferitosi a Londra, comincia a scrivere come corrispondente dalla capitale britannica per "Il Manifesto": dopo un anno in tale ruolo, torna in Italia e viene impiegato nella redazione romana del quotidiano, dove si occupa non solo di politica ma anche di spettacolo.

Gli anni '90

Nel 1994 inizia a lavorare per la Rai, per la trasmissione "Tempo Reale", mentre nel 1996 segue Michele Santoro a Mediaset, in qualità di inviato di "Moby Dick", in onda su Italia 1. In questo ruolo ha modo di raccontare, tra l'altro, i massacri compiuti in Algeria dai fondamentalisti islamici: nel 1998 proprio un documentario sulla guerra nel Paese africano permette a Corrado Formigli di vincere il Premio Ilaria Alpi.

Nello stesso anno, si vede conferire anche il Premio Penne Pulite, per merito di un documentario dedicato alle condizioni degli operai della Volkswagen nella sede dell'industria a Wolfsburg, in Germania. Nel 1999 vince ancora il Premio Ilaria Alpi, questa volta in virtù di un documentario relativo all'apartheid in Sudafrica del dopo Mandela.

Gli anni 2000

Dopo avere raccontato per "Moby Dick" anche la guerra del Kosovo e la guerra civile in Albania, nel 2000 Formigli torna in Rai, sempre al seguito di Santoro: come inviato speciale lavora a "Circus", in onda su Raiuno, ed è il co-conduttore di "Raggio Verde", su Raidue, dove è protagonista anche di "Sciuscià".

In questo periodo si occupa, tra l'altro, di servizi sugli Stati Uniti del dopo 11 settembre, ma anche sul Medio Oriente: Corrado Formigli è il primo giornalista di una televisione a riuscire a entrare a Jenin in seguito ai raid israeliani andati in scena nella primavera del 2002.

Sky, La7, Rai e Radio24

L'anno successivo, con la chiusura di "Sciuscià", il giornalista napoletano passa a Sky Tg24, rete appena nata e diretta da Emilio Carelli, dove conduce il talk show politico "Controcorrente".

Nel giugno del 2004 inizia a collaborare con La7, dove è protagonista di "Passato prossimo", serie di reportage storici (il primo dei quali dedicato alla battaglia di Montecassino); nello stesso periodo, per la serie "La storia siamo noi" su Rai Educational collabora ad "A risentirci a più tardi", per la regia di Alex Infascelli: un incontro tra Francesco Cossiga e Adriana Faranda.

Mentre continua la sua esperienza con "Controcorrente" su SkyTg4, nel 2006 Formigli approda anche in radio, dove su Radio 24 conduce "La Zanzara" (storico programma di Giuseppe Cruciani). Ripete l'esperienza anche nel 2008, anno in cui lascia Sky e torna a collaborare con Michele Santoro su Raidue, autore di molte delle inchieste di "Annozero".

Gli anni 2010

Nel 2011 lascia Santoro e la Rai per La7, dove conduce il talk show politico "Piazzapulita".

Nel febbraio del 2012 viene condannato dal Tribunale di Torino al pagamento (in solido con la Rai) di sette milioni di euro per un servizio giornalistico dedicato all'Alfa Romeo MiTo trasmesso nel corso di "Annozero". Nel servizio, che era andato in onda nel dicembre del 2010, il giornalista aveva messo a confronto la MiTo con altre due vetture, la Citroen Ds e la Mini Cooper, mostrando le immagini riguardanti prove su strada differenti. Per la Fiat, che aveva intentato la causa, si era trattato di una "aggressione mediatica insopportabile", e per questo era stata avanzata la richiesta di risarcimento di 7 milioni (5 milioni e 250mila euro di danno non patrimoniale e un milione e 750mila euro di danno patrimoniale): per i giudici del tribunale quella di Formigli è una informazione denigratoria e non veritiera.

A ottobre del 2012, "Piazzapulita" viene sostituita da "Servizio pubblico", nuovo programma di Michele Santoro su La7.

A partire dal gennaio del 2013, "Piazzapulita" torna in onda e viene trasmessa ogni lunedì, sostituendo "L'infedele" di Gad Lerner, in una collocazione che manterrà anche negli anni successivi.

Nell'autunno successivo, Corrado Formigli viene assolto in pieno dalla Corte di Appello di Torino per la vicenda del servizio sull'Alfa Romeo MiTo: i giudici sostengono che il servizio non fosse in alcun modo diffamatorio, e condannano la Fiat a pagare le spese processuali.

Dopo avere pubblicato per Mondadori il libro "Impresa impossibile: storie di italiani che hanno combattuto e vinto la crisi", nel 2014 Formigli torna in tv con una nuova stagione di "Piazzapulita", ed è tra l'altro il primo giornalista italiano a riuscire a entrare nella città di Kobane, in Siria, al fine di documentare l'evolversi e il progresso dell'Isis.

Frasi di Corrado Formigli

3 fotografie

Foto e immagini di Corrado Formigli

Video Corrado Formigli

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Corrado Formigli ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Corrado Formigli nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Corrado Formigli

9 biografie

Nati lo stesso giorno di Corrado Formigli

Anastacia

Anastacia

Cantante statunitense
α 17 settembre 1968
Felipe di Spagna

Felipe di Spagna

Monarca spagnolo
α 30 gennaio 1968
Alessio Vinci

Alessio Vinci

Giornalista e conduttore tv italiano
α 15 aprile 1968
Alex Britti

Alex Britti

Cantautore e musicista italiano
α 23 agosto 1968
Amber Michaels

Amber Michaels

Pornostar tedesca
α 17 novembre 1968
Antonio Rossi

Antonio Rossi

Atleta italiano, canoa
α 19 dicembre 1968
Beppe Signori

Beppe Signori

Ex calciatore italiano
α 17 febbraio 1968
Celine Dion

Celine Dion

Cantante canadese
α 30 marzo 1968
Daniel Craig

Daniel Craig

Attore inglese
α 1 novembre 1968
Daniele Silvestri

Daniele Silvestri

Cantautore italiano
α 18 agosto 1968
Debora Caprioglio

Debora Caprioglio

Attrice italiana
α 3 maggio 1968
Eric Bana

Eric Bana

Attore australiano
α 9 agosto 1968
Francesco Renga

Francesco Renga

Cantante italiano
α 12 giugno 1968
Gillian Anderson

Gillian Anderson

Attrice statunitense
α 9 agosto 1968
Giovanni Toti

Giovanni Toti

Giornalista, conduttore tv e politico italiano
α 7 settembre 1968
Graziella Campagna

Graziella Campagna

Vittima italiana di mafia
α 3 luglio 1968
ω 12 dicembre 1985
Hugh Jackman

Hugh Jackman

Attore australiano
α 12 ottobre 1968
Joe Bastianich

Joe Bastianich

Personaggio tv, imprenditore statunitense
α 17 settembre 1968
Kylie Minogue

Kylie Minogue

Cantante e attrice australiana
α 28 maggio 1968
Luca Zaia

Luca Zaia

Politico italiano
α 27 marzo 1968
Lucy Lawless

Lucy Lawless

Attrice neozelandese
α 29 marzo 1968
Lucy Liu

Lucy Liu

Attrice statunitense
α 2 dicembre 1968
Marzio Perrelli

Marzio Perrelli

Banchiere e manager italiano
α 16 settembre 1968
Max Galli

Max Galli

Artista e imprenditore italiano
α 5 gennaio 1968
Mike Patton

Mike Patton

Cantante statunitense
α 27 gennaio 1968
Myrta Merlino

Myrta Merlino

Giornalista e conduttrice tv italiana
α 3 maggio 1968
Naomi Watts

Naomi Watts

Attrice inglese naturalizzata australiana
α 28 settembre 1968
Ok So-ri

Ok So-ri

Attrice sud coreana
α 23 dicembre 1968
Owen Wilson

Owen Wilson

Attore statunitense
α 18 novembre 1968
Paolo Maldini

Paolo Maldini

Calciatore italiano
α 26 giugno 1968
Paolo Di Canio

Paolo Di Canio

Calciatore italiano
α 9 luglio 1968
Raz Degan

Raz Degan

Personaggio tv, attore ed ex modello israeliano
α 25 agosto 1968
Roberto Cota

Roberto Cota

Politico italiano
α 13 luglio 1968
Sabrina Salerno

Sabrina Salerno

Attrice e showgirl italiana
α 15 marzo 1968
Will Smith

Will Smith

Rapper e attore statunitense
α 25 settembre 1968