Oggi: lunedì 8 febbraio 2016 » S. Ermanno
Giorno per giorno i profili di miti e personaggi famosi che si sono meritati un posto nella storia

Giorgia Meloni

Gioventù da non bruciare

Commenta

Giorgia Meloni nasce a Roma il giorno 15 gennaio del 1977. E' giornalista professionista dal 2006. Cresciuta nel popolare quartiere romano della Garbatella, si è diplomata in lingue con 60/sessantesimi presso l'ex istituto Amerigo Vespucci. Ha iniziato il suo impegno politico a 15 anni fondando il coordinamento studentesco "Gli Antenati", principale motore della contestazione contro il progetto di riforma della pubblica istruzione dell'allora ministro Iervolino.

Nel 1996 è divenuta dirigente nazionale di Azione Studentesca, rappresentando tale movimento in seno al Forum delle associazioni studentesche istituito dal ministero della Pubblica Istruzione.

Nel 1998 si candida tra le file del partito Alleanza Nazionale al Consiglio della Provincia di Roma nel collegio della Garbatella. Eletta, è stata membro della commissione Cultura, scuola e politiche giovanili fino allo scioglimento della consiliatura nel 2003.

Nel 2000 è divenuta dirigente nazionale di Azione Giovani e nel febbraio 2001 Gianfranco Fini, presidente di An, l'ha nominata coordinatrice del comitato di reggenza nazionale del movimento giovanile.

Candidata a capo della lista "Figli d'Italia" nel 2004 ha vinto il congresso nazionale di Viterbo ed è diventata la prima presidente donna dell'organizzazione giovanile della destra nazionale.

Nell'aprile del 2006 è eletta alla Camera dei Deputati nella lista di Alleanza Nazionale nel collegio Lazio 1. Pochi giorni dopo viene eletta Vicepresidente dell'aula di Montecitorio. Nella XV legislatura è stata componente della VII Commissione (cultura, scienze ed istruzione).

Nel 2008, in occasione delle elezioni per la XVI legislatura, diviene parlamentare per la seconda volta. L'8 maggio dello stesso anno riceve dal premier Silvio Berlusconi l'incarico di ministro per le Politiche Giovanili, ministero che successivamente lei rinomina in Ministero della Gioventù. A 31 anni, Giorgia Meloni è il ministro più giovane della storia della Repubblica Italiana.

E' inoltre leader di "Giovane Italia", organizzazione giovanile del partito Pdl (Popolo della Libertà).

Nel 2011 pubblica "Noi crediamo" (Sperling & Kupfer), un libro che raccoglie una serie di testimonianze fornite da giovani "italiani all'opera"; relativamente a questa pubblicazione è possibile leggere una intervista a Giorgia Meloni.

Giorgia Meloni leader di Fratelli d'Italia

Nel novembre 2012 annuncia la propria candidatura alle primarie del PdL, tuttavia il partito rinuncia a fare le primarie, così lascia il PdL (confermando però l'alleanza di coalizione) e crea assieme a Guido Crosetto e Ignazio La Russa il nuovo movimento politico di centrodestra "Fratelli d'Italia".

Nel 2013 si schiera contro le adozioni gay. Alle Elezioni europee del 2014 il suo partito ottiene solo il 3,7% dei voti non superando la soglia di sbarramento del 4%. Da Presidente di Fratelli d'Italia dà una svolta al partito, alleandosi con la Lega Nord di Matteo Salvini, e iniziando con lui diverse campagne politiche contro il governo guidato da Matteo Renzi, confermando Fratelli d'Italia su posizioni euroscettiche.

Nel febbraio 2016 annuncia al "Family Day" (manifestazione organizzata in difesa dei valori tradizionali cattolici della famiglia e in contrapposizione all'estensione dei diritti per le famiglie omosessuali) di aspettare un bambino: la notizia suscita però sui social network reazioni inaspettate di odio e cattiveria nei suoi confronti.

Video Giorgia Meloni

Ultimo aggiornamento: 04/02/2016
Altre frasi di Giorgia Meloni Foto di Giorgia Meloni

Accadde oggi

8 febbraio 1924
Negli Stati Uniti, nello Stato del Nevada, avviene la prima esecuzione di pena di morte eseguita mediante una camera a gas.

Ha detto:

«Come il ferro in disuso arrugginisce, così l'inazione sciupa l'intelletto.»
Leonardo_da_Vinci
Testo di Stefano Moraschini